Claudio Tamburrino

Oracle licenzia. Cisco assume

Movimenti di segno opposto per l'occupazione nel settore ICT. La crisi non è ancora finita? Al momento il mercato del lavoro non da segnali univoci

Roma - Oracle ha annunciato nuovi tagli al personale, innanzitutto in Europa e in Asia. Cisco, finita la congiunzione economica negativa, annunciava invece assunzioni.

I licenziamenti di Oracle sono dovuti all'acquisto di Sun Microsystems e alla conseguente necessità di una ristrutturazione aziendale, già comunicata alla Securities and Exchange Commission (SEC): l'obiettivo è quello di diminuire i posti ridondanti aumentando l'efficienza. Tremila tagli erano già stati annunciati.

Cisco, nel frattempo, ha annunciato di voler assumere tremila nuovi dipendenti tra questo e il prossimo trimestre finanziario. L'espansione sarà concentrata nei mercati emergenti. L'obiettivo è quello annunciato dal CEO, John Chambers, di una crescita nel lungo periodo del 12-17 per cento. Con la crisi economica l'azienda aveva dovuto tagliare 2mila posti di lavoro.
Claudio Tamburrino
Notizie collegate
6 Commenti alla Notizia Oracle licenzia. Cisco assume
Ordina