Mauro Vecchio

USA, di autovelox e domini poliziotto

Un cittadino del Tennessee acquista il dominio del sito ufficiale della polizia. Il contratto non era stato rinnovato: un'occasione da prendere al volo per lamentarsi in pace delle multe troppo salate per eccesso di velocitÓ

Roma - Un personaggio animato a forma di distintivo, che stringe nella mano sinistra un bigliettone verde. Poi, una serie di link e di commenti poco indulgenti nei confronti dell'intricata rete di autovelox nello stato statunitense del Tennessee.

Questa, in sintesi, l'homepage che attende i visitatori del sito Bluffcitypd.com, ovvero quello che fino a poco tempo fa era il sito ufficiale del dipartimento di polizia di Bluff City, appunto, Tennessee. Lo spazio web è ora inondato di lamentele, relative a multe troppo salate per eccesso di velocità.

Proprio come quella - pari a circa 90 dollari - ricevuta dal computer designer Brian McCrary, che si era immediatamente fiondato sul sito della polizia locale per esprimere tutto il suo sdegno. Ma un avviso lo aveva colto di sorpresa: i responsabili del dipartimento non si erano ancora premurati di rinnovare il contratto per la detenzione del dominio web.
Bluffcitypd.com sarebbe stato presto chiuso, in attesa di nuove disposizioni. Praticamente un'occasione da cogliere al volo, almeno secondo un'intuizione improvvisa di Brian McCrary. Che aveva deciso di comprarsi lo spazio web, in modo da permettere a tutti di condividere informazioni sull'esatta posizione degli autovelox. E ovviamente scambiarsi pareri poco delicati sull'importo delle multe.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàBenvenuti a .canon, frazione di .comL'azienda nipponica ha annunciato l'avvio delle pratiche di acquisizione del proprio dominio di primo livello generico. Ma la strada per la riforma voluta da ICANN non Ŕ tra le pi¨ filanti
  • BusinessDomini, numeri e proposteIl registrar statunitense Verisign snocciola cifre per gli ultimi mesi del 2009. Mentre torna bollente il dibattito sui domini .xxx
23 Commenti alla Notizia USA, di autovelox e domini poliziotto
Ordina
  • AHAHAHAHAHAHAHHAH
    scusatemi, mi è scappata A bocca aperta
    non+autenticato
  • un punto reputazione da parte mia!
    non+autenticato
  • In Italia minimo una denuncia e l'oscuramento immediato. Invece negli States é ancora lÝ!
    non+autenticato
  • Senza parlare di appropriazione indebita di un nome importante...
  • - Scritto da: fox82i
    > Senza parlare di appropriazione indebita di un
    > nome
    > importante...

    Ma che stai farfugliando?
  • > Ma che stai farfugliando?

    giorgio armadi, non ti dice niente?
    non+autenticato
  • - Scritto da: armadi & sedie
    > > Ma che stai farfugliando?
    >
    > giorgio armadi, non ti dice niente?

    Armadi no... Armani siOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Uno di Passaggio
    > - Scritto da: armadi & sedie
    > > > Ma che stai farfugliando?
    > >
    > > giorgio armadi, non ti dice niente?
    >
    > Armadi no... Armani siOcchiolino
    Contento te! io faccio piuttosto a meno di armani che degli armadi!
    Occhiolino
    non+autenticato
  • No, non è appropriazione indebita, non ha sottratto il possesso eseguendo un defacing o un redirect ad una propria pagina.

    Quando un dominio è scaduto deve essere rinnovato, altrimenti può essere ri-allocato ad un'altra persona (fisica o giuridica).
    Se questa persona, poi, la usa per denigrare il vecchio possessore, è altro il problema....
  • Denigrare? Guarda che il tizio sta solo... "criticando" l'operato della polizia. A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: terminator2
    > In Italia minimo una denuncia e l'oscuramento
    > immediato. Invece negli States é ancora
    > lÝ!

    In italia non avrebbe potuto proprio registrare il nome.
    Le regole dei domini IT sono decisamente più restrittive di quelle usa.

    Il giorno che ROMA.IT non viene più registrato, non può essere preso da nessuno che non sia il il comune di Roma.

    Ciao
    GT
  • - Scritto da: Guybrush
    > Il giorno che ROMA.IT non viene più registrato,
    > non può essere preso da nessuno che non sia il
    > comune di Roma.

    insomma più o meno come quello che è avvenuto ad Armani.it?
    http://punto-informatico.it/278306/PI/News/armani-...
    http://punto-informatico.it/329608/PI/Commenti/arm...
    http://punto-informatico.it/1030097/PI/Lettere/arm...
    http://punto-informatico.it/1027928/PI/News/armani...

    non la vedo giusta questa cosa, così vengono protetti i più ricchi o privilegiati, se compro un dominio perchè non potrei usarlo se richiama qualcosa di famoso?
    non conosco le regole dei domini .it se per caso qualcuno può delucidarmi
    non+autenticato
  • Il caso Armani è stato un caso limite, giacché il tizio che possedeva originariamente il dominio è anch'egli Armani di cognome e con una ditta omonima.

    Se invece un pinco pallino qualsiasi rileva/registra un dominio di un personaggio famoso o di un marchio registrato, allora commette il reato di cybersquatting e, quindi, il dominio gli può essere espropriato in qualunque momento. Perché possono farlo? Ma è ovvio:

    http://tinyurl.com/yauqges
    non+autenticato