Pubblicità ingannevole per Wind

L'Antitrust ritiene che l'azienda abbia fatto pubblicità ingannevole per promuovere i propri servizi alternativi a quelli di Telecom Italia. Nessuna sanzione prevista per gli spot su CanoneZero

Roma - Con una denuncia all'Autorità Antitrust, Telecom Italia è riuscita ad ottenere dalla stessa una formale sentenza contro Wind per la promozione delle offerte di telefonia Infostrada pubblicizzate in alternativa a quelle dell'operatore dominante.

Come si può leggere nella decisione dell'Antitrust, infatti, sono stati ritenuti ingannevoli gli spot con cui sono stati bombardati gli utenti.

Lo spot è incentrato sull'immagine di una ragazza che, mentre una voce fuori campo recita "Ho sognato di liberarmi dal passato", accatasta una serie di oggetti, fra cui un vecchio telefono Sip, e accende un falò. Sul finale compare il cane border collie che da tempo rappresenta il testimonial della società, e la voce fuori campo recita "Spegni il canone, accendi Infostrada. Finalmente ora puoi tagliare con il passato". L'ultima immagine è rappresentata dalla ragazza che parla con un telefono arancione.
In una telepromozione, anch'essa bocciata dall'Antitrust, due attori commentano il nuovo spot di Wind che "parla dell'addio al canone". Durante il colloquio, l'attrice afferma "Con CanoneZero ora puoi scegliere Infostrada come unico operatore e non pagare più il canone del telefono.... Puoi avere Internet e tutti i servizi che vuoi, chiama il 155". In sovrimpressione compare la scritta "Offerta soggetta a limiti e vincoli geografici".

Secondo l'Autorità "per quel che concerne lo spot, questo appare incentrato sulla novità del servizio offerto e non opera alcun riferimento alle caratteristiche delle nuove opzioni tariffarie di Wind. Tuttavia, tale messaggio, attraverso le affermazioni "spegni il canone e accendi Infostrada" e "finalmente puoi tagliare con il passato", induce i consumatori a ritenere che, scegliendo come operatore Wind, sia possibile eliminare l'onere del canone dovuto a Telecom e conseguentemente risparmiare sulle comunicazioni da telefono fisso. Al contrario, il servizio in unbundling non è al momento disponibile e, allo stato attuale, la promozione prevede che, aderendo all'offerta stessa entro il 31 dicembre 2002, si ottenga lo sconto dal conto telefonico Wind di un importo pari al canone dovuto a Telecom, in tal modo anticipando al momento della richiesta del servizio gli effetti economici che si otterranno con l'attivazione dello stesso".

Secondo l'Autorità si tratta di messaggi ingannevoli anche perché "suscettibili di indurre in errore i consumatori in relazione alla effettiva disponibilità immediata del servizio in unbundling pubblicizzato". La loro natura ingannevole sarebbe da ricercarsi anche nella mancanza di specifiche sull'effettivo funzionamento e reali caratteristiche dei servizi offerti da Wind con l'offerta in questione.

Qualora Wind continuasse a pubblicare spot e telepromozione oggetto del provvedimento le conseguenze sarebbero gravissime per il secondo operatore italiano: è previsto l'arresto fino a tre mesi e una multa stratosferica, addirittura di 2.582 euro.
16 Commenti alla Notizia Pubblicità ingannevole per Wind
Ordina
  • Secondo me la cosa più ingannevole sono le tette della ragazza: quelle di Lara Croft erano più "realistiche" Sorride)
    non+autenticato
  • come sarebbe a dire che non mi staccano da telecom???
    fino alla lettura della notizia su punto informatico di oggi
    ero convintissimo che Wind sarebbe diventato operatore unico e non avrei più dovuto pagare il canone telecom
    è l'unico motivo per il quale ho scelto di passare libero ADSL
    questa non è pubblicità ingannevole e truffa bella e buona
    ma possibile che in italia sia consentita una cosa del genere??????????
    non+autenticato
  • Faccio il mio esempio: ho un contratto "solo Infostrada", tempo 0. Telefono (sul fisso) in Italia, per tutto il tempo che mi pare. Posso usufruire di Internet 24 ore su 24. Pago 118 ? ogni due mesi, iva compresa. La Telecom mi ha tolto il canone e non mi invia più la bolletta. Non ha alcun potere sul mio allacciamento e non lo può "staccare".

    La mia linea è analogica, ma se volessi una linea "veloce", l'importo del canone me lo scalerebbe Infostrada, perché in questo caso è la Telecom a fornire il servizio, per ora e di conseguenza si fa pagare il canone.

    Dove sarebbe la truffa, scusate? I miei saluti.
    non+autenticato
  • Perché l'Antitrust si occupa della pubblicità di Wind e non delle pratiche monopolistiche di Telecom? Perché l'unbundling non è ancora disponibile, se non per le resistenze di Telecom e la sonnecchiosità dell'Antitrust quando il gioco si fa grosso?

    Se non erro in Italia esiste già chi si occupa di pubblicità ingannevole, non mi sembra una attività dell'Antitrust.

    La pubblicità Wind non è ingannevole perché risarcisce il canone (non pagarlo e vederselo risarcito per il consumatore finale è lo stesso), ma perché essendo un flat è in realta un canone senza spese aggiuntive, non il contrario.
  • Non è affatto flat!

    Alessandro

    > ma perché essendo un
    > flat è in realta un canone senza spese
    > aggiuntive, non il contrario.
    non+autenticato
  • Dal sito Wind:

    "CanoneZero Voce: urbane e interurbane illimitate a soli 37,95 euro al mese, IVA inclusa, più un prezzo vantaggioso verso i cellulari Wind. Scopri tutte le informazioni sull'offerta "

    Esclusi i cellulari, internazionali e chiamate verso altri POP, è una flat. Paghi 37,95 euro al mese e chiami quanto vuoi.

    Però CanoneZero è ingannevole, in quanto sei costretto a pagare 37,95 euro *anche se non chiami*. Io per abbonamento senza canone intendo un abbonamento che se non chiamo non pago nulla.
  • Caro Idsandon,

    le centrali Telecom sono pronte da un pezzo per l'Unbundling del local loop!!!

    Sai perché Telecom è ancora in regime di monopolio sulla rete? Perché i signori Wind, Infostrada (all'epoca), Albacom etc etc hanno ben pensato di accaparrarsi più clienti possibili con ottime tariffe, senza però calcolare bene gli investimenti futuri.

    Fatto sta che tutti gli operatori sono in rosso o quasi!!!
    Invece di stracciare i prezzi sulle telefonate, potevano farci pagare qualcosa in più prima e avere un servizio alternativo dopo.
    Poi se per te 38 euro (traffico nazionale incluso) non è un canone...
    Quanti da casa spendono 76 euro al bimestre tra canone e telefonate a rete fissa (cellulari esclusi) con Telecom??? Secondo me sono ben pochi che possono dire... <<Finalmente addio al canone!!!>>

    Ciao
    Claudio
  • Una domanda molto semplice: perchè non viene punito chi fa pubblicità ingannevole? Una volta che lo spot è partito, il danno contro i consumatori è stato già fatto. Che vuol dire 'Qualora Wind continuasse a pubblicare spot e telepromozione oggetto'? A quanto pare ci piace farci prendere per il c***.
  • "una multa stratosferica, addirittura di 2.582 euro"? Sono 5 milioni di multa, piu' o meno un decimo di quello che costa passare uno spot in televisione in fascia medio-bassa. Ma scherziamo? Stratosferica?
    non+autenticato
  • sì, infatti scherziamo.

    aiutino: prendi un vocabolario e consulta la voce "ironia"
  • Ironia, questa defunta
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)