Videogiochi, l'era del rating PEGI

Con l'eccezione della Germania, in 16 paesi europei è stato attivato il nuovo sistema di rating dei videogiochi. Per consigliare i genitori e tenere a bada i più giovani. Funzionerà?

Roma - Si chiama PEGI l'ultimo tentativo dell'industria dei videogiochi di dare una mano ai genitori nella scelta dei games per i propri figli e ai consumatori di intrattenimento digitale un indice rapido delle caratteristiche dei diversi titoli. Un modo in più, inoltre, per impedire che certi titoli finiscano nelle mani dei più piccoli.

A sponsorizzare l'iniziativa è la ISFE, vale a dire l'associazione dei produttori di software europei, secondo cui da qualche giorno il nuovo sistema è stato adottato dai distributori di 16 diversi paesi europei, con l'eccezione della Germania. Secondo ISFE, PEGI è il primo sistema ad individuare limiti di età per l'acquisto dei giochi che siano uniformi in mezza Europa e in linea con gli ordinamenti dei singoli paesi dell'Unione.

In una nota, ISFE ha spiegato che PEGI consta di due parti di informazione. La prima riguarda l'età consigliata per l'uso del gioco, la seconda il contenuto del titolo. L'età sarà apposta sulla copertina del game (da 3 anni in su, da 7 in su, da 12 in su, da 16 in su e da 18 in su). La Germania esula da questo contesto per via delle leggi già in vigore nel paese che non consentono di adottare questa formula.
Per quanto riguarda il contenuto viene espresso un termine numerico che sarà apposto generalmente sul retro della confezione in vendita e "che esprimerà un grado appropriato di classificazione".

Al progetto aderiscono anche i produttori e distributori italiani anche perché, a differenza di altri sistemi, non si tratta di "normative" ma, come descritto nel sito ufficiale di PEGI, solo di "raccomandazioni riferite al contenuto del prodotto e alla relativa idoneità ad essere visto, e non alla sua "giocabilità" o accessibilità".

Sei i diversi bollini utilizzati sulle confezioni distribuite in "modalità PEGI":




TAG: mercato
9 Commenti alla Notizia Videogiochi, l'era del rating PEGI
Ordina
  • Oppure si lamenteranno come al solito della violenza? E se il loro pargolo inizia a sparare per la strada daranno ancora la colpa a Quake? Bah...
    non+autenticato
  • nn serve a niente questa cosa....
    basta girare la scatola del gioco per sapere se é adatto al proprio figlio....
    non+autenticato
  • I - Giochi di società
    II - Scienza e Cultura
    III - Natura
    IV- Fumetti e Divertimento
    V - Chimica e Fisica
    VI - Storia e Politica

    Se un gioco si chiama, che so, "Ammazza la vecchia col ddt" non credo serva un bollino per indicare al probo genitore la presunta ineguatezza per il proprio figlio.
    Mah, tutti soldi buttati a mio parere...
    non+autenticato
  • > I - Giochi di società
    > II - Scienza e Cultura
    > III - Natura
    > IV- Fumetti e Divertimento
    > V - Chimica e Fisica
    > VI - Storia e Politica

    Ti giuro...sarò io malato ma quei bollini li leggo così :

    1 - Emarginazione
    2 - Droga
    3 - Horror
    4 - Turpiloquio
    5 - Sesso
    6 - Violenza gratuita

    Non so se tu scherzavi o meno, io appena visti li ho intesi così, nel caso sarebbe veramente triste.....insomma sono orribili, sembra una cosa molto orwelliana.



  • - Scritto da: Tharon
    > > I - Giochi di società
    > > II - Scienza e Cultura
    > > III - Natura
    > > IV- Fumetti e Divertimento
    > > V - Chimica e Fisica
    > > VI - Storia e Politica
    >
    > Ti giuro...sarò io malato ma quei bollini li
    > leggo così :
    >
    > 1 - Emarginazione
    > 2 - Droga
    > 3 - Horror
    > 4 - Turpiloquio
    > 5 - Sesso
    > 6 - Violenza gratuita
    >
    > Non so se tu scherzavi o meno, io appena
    > visti li ho intesi così, nel caso sarebbe
    > veramente triste.....insomma sono orribili,
    > sembra una cosa molto orwelliana.
    >

    Beh, di certo ci sei andato più vicino tu dell'altro... spero che scherzasse!
    non+autenticato
  • Mi autorispondo perchè tramite i nomi delle GIF (che investigatore, eh?) ho scoperto che i significati sono:

    1) Discrimination
    2) Drugs
    3) Fear
    4) Language
    5) Sex
    6) Violence

    Di certo potevano indicarli in modo meno criptico!Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > 1) Discrimination
    > 2) Drugs
    > 3) Fear
    > 4) Language
    > 5) Sex
    > 6) Violence
    >
    > Di certo potevano indicarli in modo meno
    > criptico!Sorride

    Certo che pure la redazione s'è sprecata 'sta volta Occhiolino
    Io ci ho pensato su e pensavo che indicassero le fasce d'età, quindi non capivo ad esempio perché da 7 anni in su ci fosse la siringa ^__^

    Saluti
  • Ehi, sono un grande.
    Ci ho praticamente azzeccato in pienoSorride

  • - Scritto da: Anonimo
    > I - Giochi di società
    > II - Scienza e Cultura
    > III - Natura
    > IV- Fumetti e Divertimento
    > V - Chimica e Fisica
    > VI - Storia e Politica
    >
    > Se un gioco si chiama, che so, "Ammazza la
    > vecchia col ddt" non credo serva un bollino
    > per indicare al probo genitore la presunta
    > ineguatezza per il proprio figlio.
    > Mah, tutti soldi buttati a mio parere...

    Era uno scherzo sciocco...
    Evidentemente pensavo di essere particolarmente umoristico, ma vista l'ora tarda tale convinzione non rispecchiava la realtà.

    Ma se qualcuno di "informatico" ha avuto dei dubbi, pensate alla siura Gina di Voghera che compra un videogioco al supermercato... Chissà come una madre interpreterà quei simboli grafici.

    Buona giornata.

    non+autenticato