Email con gaffe per Kellogg's

Sarebbe colpa di un database l'invio a migliaia di persone di una email che annunciava la vincita di un premio di un ricco concorso messo su dall'azienda

Battle Creek (USA) - Ci sarebbe un errore di inserimento e di gestione del database dietro la spedizione a migliaia di americani di email che annunciano la vincita di un concorso Kellogg's che metteva in palio 25mila dollari in premi di varia natura.

Il concorso, realizzato da Kellogg's insieme ad American Airlines, prevedeva una selezione da effettuare tra gli utenti del programma di frequent-flying della compagnia aerea, un modo cioè per "premiare", appunto, la fedeltà dei passeggeri.

Dell'incidente, che ha creato naturalmente un certo scompiglio, ha dato notizia una portavoce della compagnia aerea sostenendo che nel corso del weekend è partito un unico messaggio che, anziché essere inviato ai vincitori di questa fase del concorso, è stato inviato a molti dei nominativi inseriti nel database.
Kellogg's ha comunque assicurato che ora il problema è stato risolto e per attenuare la delusione ha assegnato 500 miglia American Airlines a ciascuno di coloro che hanno ricevuto il falso messaggio. L'azienda ha anche garantito che il concorso non si fermerà e continuerà ad offrire premi fino al prossimo cinque giugno. Database, o funzionari, permettendo.
TAG: mondo
10 Commenti alla Notizia Email con gaffe per Kellogg's
Ordina
  • Il sistema piu' usato dalle banche ed enti statali.
    Per un "errore del computer" sono partite le cartelle pazze oppure sono "partiti" i soldi del conto corrente.

    E si'... malefico computer... e' sempre distratto A bocca apertaD

    Tutto per pararsi il sedere.

    E' come se un commercilista dicesse "per colpa del calcolatore ho sbagliato i calcoli".

    Certo adesso che sono diventati piu' tecnologici dicono che l'errore e' stato commesso dal database, dire che e' stato commesso dal computer e' troppo banale non ci crede piu' nessuno. Oppure possono credere che tu ne abbia soltanto un computer A bocca apertaDD

    Quale database ha in se la funzione di inviare mail?
    Da quando in qua un database prende iniziative?

    Da quando in qua un database sviluppa una coscienza propria e venendo a conoscenza delle esose tariffe di un'azienda decide di risarcire i clienti? W il database filantropo A bocca apertaDD
    non+autenticato
  • > Da quando in qua un database sviluppa una
    > coscienza propria

    secondo me usano sistemi Skynet basati sui chip del T1000!
    ; )
    non+autenticato
  • NOn e' colpa di un databse, e' colpa di una persona che ha sbagliato, a inserire dati, a scrivere il programma di elaborazione, ad estrarre i dati, in qualunque fase sia avvenuto il problema la colpa non e' certo di un database ma di qualcuno, persona fisica reale esistente in carne ed ossa.
    non+autenticato
  • vabbeh dai e' solo un programmatore un po' pirlotto che
    oltre a scrivere

    "select Cognome, Nome, Indirizzo
    from Anagrafica"

    dove aggiungere un banale

    "where Vincitore = 1" ^_^
    KC
    91
  • aggiungiamo anche questa al carnet di scuse abitualmente usate dagli spammers...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > aggiungiamo anche questa al carnet di scuse
    > abitualmente usate dagli spammers...

    ma pensi che le aziende (e relativi consulenti e agenzie) siano infallibili???

    cerchiamo di non essere paranoici e di comprendere che, a volte, gli errori capitano, che ne dici?

    rimane certo comuqnue che l'impegno di tutti è di cercare di ridurre al minimo tali errori, specie se possono generare effetti diretti e invasivi sulla privacy delle persone.

    ciao
    filippo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > ma pensi che le aziende (e relativi
    > consulenti e agenzie) siano infallibili???
    >
    > cerchiamo di non essere paranoici e di
    > comprendere che, a volte, gli errori
    > capitano, che ne dici?
    >
    > rimane certo comuqnue che l'impegno di tutti
    > è di cercare di ridurre al minimo tali
    > errori, specie se possono generare effetti
    > diretti e invasivi sulla privacy delle
    > persone.
    >
    > ciao
    > filippo


    Nessuno e' infallibile, per carita', ma ci sono aziende piu' infallibili di altre.
    Io lavoro in una azienda che lavora con e per le banche, e t'assicuro che prima di fare una qualunque operazione che interessa servizi "critici" la si prova svariate volte.
    Vedrai che se le conseguenze di una presunta infallibilita' andassero a intaccare il portafogli di qualche dirigente, le proverebbero n volte prima di farlo sul serio.

    La cosa secondo me e' andata cosi', visto che era una e-mail di conferma vincita, non ci hanno pensato su 2 volte prima di spedirla, hanno fatto click e via, senza sincerarsi di cio' che spedivano, tale operazione era scevra da conseguenze monetarie, indi chettefrega se si sbaglia.

    Aggiungo che l'uomo sbaglia, raramente una macchina stupida come un computer prende decisioni autonome.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > aggiungiamo anche questa al carnet di scuse
    > abitualmente usate dagli spammers...

    Magari tutti gli spammers che mi bersagliano mi porgessero le loro scuse e mi regalassero 500 miglia di volo gratuito...
    non+autenticato

  • > Magari tutti gli spammers che mi bersagliano
    > mi porgessero le loro scuse e mi regalassero
    > 500 miglia di volo gratuito...
    Non sono miglia reali, cmq, sono delle miglia "virtuali". Per esempio con Alitalia per ottenere un volo nazionale gratuito devi accumulare qualcosa come 15000 "miglia", e per ogni volo che ti fai, ti danno 500 miglia

    Non so in quella compagnia se c'e' lo stesso rapporto
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Magari tutti gli spammers che mi
    > bersagliano
    > > mi porgessero le loro scuse e mi
    > regalassero
    > > 500 miglia di volo gratuito...
    > Non sono miglia reali, cmq, sono delle
    > miglia "virtuali". Per esempio con Alitalia
    > per ottenere un volo nazionale gratuito devi
    > accumulare qualcosa come 15000 "miglia", e
    > per ogni volo che ti fai, ti danno 500
    > miglia
    >
    > Non so in quella compagnia se c'e' lo stesso
    > rapporto

    ma dato che in america si vola come da noi si va intreno fa sempre comodo avere 500 miglia da poter sfruttare gratis.
    non+autenticato