Claudio Tamburrino

La camcorder che non lo era

Arrestata a novembre perché colta con una telecamera in sala, denuncia il gestore del cinema: nella telecamera solo foto delle sue amiche e spezzoni di pochi secondi della proiezione

Roma - Una ventiduenne dell'Illinois, Samantha Tumpach, era stata arrestata a novembre con l'accusa di camcording: dopo due giorni di prigione ha deciso di denunciare il cinema dove sono avvenuti i fatti.

Secondo la ragazza il gestore della sala avrebbe insistito per il suo arresto nonostante la riluttanza delle forze dell'ordine e della Motion Picture Association of American (MPAA): per questo ora denuncia per aver subito danni morali.

La pretestuosità dell'arresto, richiesto - secondo la ragazza - dal gestore solo per aggiudicarsi la ricompensa promessa da MPAA (500 dollari per ogni pirata individuato), sarebbe peraltro confermata dal fatto che, in seguito ai due giorni di prigione, le accuse contro la ragazza (che le potevano costare fino a tre anni di carcere) sono state fatte tutte cadere.
E anche perché la polizia ha trovato sulla videocamera di Tumpach solo una serie di foto di lei e delle sue amiche e due spezzoni del film New Moon in quel momento proiettato in sale, il più lungo dei quali di 114 secondi. E solo per inquadrare l'attore preferito della ragazza nell'atto di togliersi la maglietta.

La ragazza, sostengono i legali della 22enne, non si trovava in sala per registrare il film violando la proprietà intellettuale, ma si stava semplicemente divertendo con le amiche. Solo che l'occhio dello zelante gestore, accecato dalla facile ricompensa offerta dalle major, deve aver preso lucciole per lanterne.

Samantha ora ha chiesto 50mila dollari di danni per rimborsarla dei due giorni di galera, dell'arresto con tanto di ammanettamento e camminata della vergogna davanti a tutto il pubblico del cinema.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
26 Commenti alla Notizia La camcorder che non lo era
Ordina
  • andro' al cine con la videocamera, la piazzo ben visibile e NON registro nulla, ma ci metto un led rosso vicino...

    e divento ricco con i risarcimenti per le notti che passo al gabbioOcchiolino
  • - Scritto da: Riketto
    > andro' al cine con la videocamera, la piazzo ben
    > visibile e NON registro nulla, ma ci metto un led
    > rosso
    > vicino...
    >
    > e divento ricco con i risarcimenti per le notti
    > che passo al gabbio
    >Occhiolino

    ...attento: "Simulazione di reato...."
  • Non direi...
    Quando prendo il biglietto mostro la videocamera e dico alla cassiera che NON riprendero' nulla.

    Avendo affermato quello che effettivamente sto facendo non sto "simulando tracce di un reato", sto semplicemente poggiando la camera in sala perche' ho paura che me la rubino nel parcheggio.
    Il led serve solo a farmela trovare al buio (sono molto miope e non vorrei passarci sopra per sbaglio)
    Se poi arrivano gli SWAT per mandarmi a Montecristo (non fidandosi delle mie effettivamente veritiere affermazioni) io non ho fatto alcun reato, nemmeno simulato.

    Se poi mi sequestrassero il tutto lo stesso e scoprissero che dentro c'e' un video di me cantante sotto la doccia (Dario Argento in confronto e' un'educanda...) e nessuna ripresa pirata... beh... non credo che sarei io nei guaiOcchiolino
  • L'idea non è male, ma il problema è che nelle sale (almeno quelle nella mia zona) è indicato il divieto di introdurre videocamere e qualsiasi dispositivo atto alla registrazione audio/video, a prescindere se venga utilizzato o meno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: DMJ
    > L'idea non è male, ma il problema è che nelle
    > sale (almeno quelle nella mia zona) è indicato il
    > divieto di introdurre videocamere e qualsiasi
    > dispositivo atto alla registrazione audio/video,
    > a prescindere se venga utilizzato o
    > meno.

    Quindi non puoi introdurre nemmeno un cellulare... evvai, siamo (quasi) tutti colpevoli!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Uno di Passaggio
    >
    > Quindi non puoi introdurre nemmeno un
    > cellulare... evvai, siamo (quasi) tutti
    > colpevoli!

    Praticamente sì.
    non+autenticato
  • voglio vederli a sequestrare tutti gli apparati "atti"...
    il nostro cervello e' il migliore tra questi...
  • - Scritto da: Riketto
    > Se poi mi sequestrassero il tutto lo stesso e
    > scoprissero che dentro c'e' un video di me
    > cantante sotto la doccia (Dario Argento in
    > confronto e' un'educanda...) e nessuna ripresa
    > pirata... beh... non credo che sarei io nei guai
    >Occhiolino

    Dipende da cosa canti, se è roba coperta da diritti d'autore finisci legittimamente al gabbio, se canti roba inventata da te sul momento, sei in contravvenzione per non aver adempiuto agli obblighi SIAECon la lingua fuori
    Funz
    12989
  • - Scritto da: Funz
    >
    > Dipende da cosa canti, se è roba coperta da
    > diritti d'autore finisci legittimamente al
    > gabbio, se canti roba inventata da te sul
    > momento, sei in contravvenzione per non aver
    > adempiuto agli obblighi SIAE
    >Con la lingua fuori

    Mitico!
    Rotola dal ridereA bocca aperta Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Così i gestori dei cinema imparano a fare i furbi, e le majors imparano che le loro minacce si ritorcono contro di loro.

    Non vuoi che la gente copi il tuo film? Non lo proietti. Altrimenti, non puoi cercare di snaturarne l'uso, trasformando gli spettatori in sospettati.
    non+autenticato
  • Io spero che il giudice valuti anche la responsabilità delle major, che ponendo taglie sulla testa dei camcorders rendono possibili casi del genere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: angros
    > Così i gestori dei cinema imparano a fare i
    > furbi, e le majors imparano che le loro minacce
    > si ritorcono contro di
    > loro.
    >
    > Non vuoi che la gente copi il tuo film? Non lo
    > proietti. Altrimenti, non puoi cercare di
    > snaturarne l'uso, trasformando gli spettatori in
    > sospettati.
    Gia secondo me ne ha chiesti ancora troppo pochi come risarcimento
    non+autenticato
  • Premesso che ritengo la prigione una pena eccessiva, mi viene da dire che la ragazza se l'è cercata!!! Quando vado al cinema non mi porto dietro telecamere e per quanto brevi sulla sua c'erano due spezzoni di film per i quali non aveva chiesto il permesso.
    Non è che voglia tifare per le major (me ne guardo bene), ma non sopporto la gente che disturba chi va al cinema per guardarsi un film in santa pace. Quindi quelli che tirano fuori telecamere per riprendere, quelli che usano il cellulare e quelli che parlano durante la proiezione per me andrebbero tutti cacciati fuori, multati e confinati da qualsiasi cinema per un tempo proporzionale al numero di volte che si fanno cacciare.
    non+autenticato
  • Non sono d'accordo con te. Ci si può divertire anche senza disturbare gli altri. Una foto o una registrazione possono essere fatti in silenzio e senza muoversi e infastidire gli altri.
    Se io mi registro il pezzetto in cui il/la mio/a attore/attrice preferito/a si spoglia perché me lo voglio guardare a casa non sto disturbando nessuno.
    Riguardo al fatto che è illegale è vero, ma i giudici sanno anche valutare che oggettivamente 100 secondi di registrazione non fanno un film!

    Se ora si deve diventare pirato-fobici è un altro discorso.....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marco Rinaldi
    > Non sono d'accordo con te. Ci si può divertire
    > anche senza disturbare gli altri. Una foto o una
    > registrazione possono essere fatti in silenzio e
    > senza muoversi e infastidire gli
    > altri.

    Molto difficile in realta'... e in ogni caso ben pochi di quelli che si producono in fotografie o filmati al cinema lo fanno avendo cura di non disturbare il prossimo.
    Saro' molto suscettibile io, ma gli schermi luminosissimi dei telefoni alzati, nel buio della sala, mi danno comunque fastidio
    non+autenticato
  • > Molto difficile in realta'... e in ogni caso ben
    > pochi di quelli che si producono in fotografie o
    > filmati al cinema lo fanno avendo cura di non
    > disturbare il
    > prossimo.
    > Saro' molto suscettibile io, ma gli schermi
    > luminosissimi dei telefoni alzati, nel buio della
    > sala, mi danno comunque
    > fastidio

    Si ma qui non si parla del fatto che avesse potuto infastidire ma del fatto di presunta pirateria e 2 minuti di ripresa (mal fatta) che non giustificano la pirateria. Inoltre nessuno avrebbe dovuto aprire la sua telecamera o telefonino per visinarne il contenuto, a meno che vi siano stato gravi indizi di pirateria, ossia annotando una lunga ripresa del film proiettato. Del resto le accuse sono cadute, dunque lei ha diritto di richiedere risarcimento dei danni subiti.
  • > Si ma qui non si parla del fatto che avesse
    > potuto infastidire ma del fatto di presunta
    > pirateria e 2 minuti di ripresa (mal fatta) che
    > non giustificano la pirateria. Inoltre nessuno
    > avrebbe dovuto aprire la sua telecamera o
    > telefonino per visinarne il contenuto, a meno che
    > vi siano stato gravi indizi di pirateria, ossia
    > annotando una lunga ripresa del film proiettato.
    > Del resto le accuse sono cadute, dunque lei ha
    > diritto di richiedere risarcimento dei danni
    > subiti.

    Assolutamente d'accordo. Il mio commento seguiva l'argomento "disturbo" sollevato da Cinefilo, che condivido in buona parte.
    non+autenticato
  • Non commento quanto da te scritto, spero che tu possa essere vittima della stessa ingiustizia, con annessi e connessi, provare per credere, FORSE...dopo, sarai un po più umile nei tuoi giudizi e se proprio vuoi vedere un film in santa pace, prendi un dvd e vedilo a casa tua...tu hai qualche difficoltà di relazione con il tuo prossimo, mio caro ragazzo !.

    - Scritto da: cinefilo
    > Premesso che ritengo la prigione una pena
    > eccessiva, mi viene da dire che la ragazza se l'è
    > cercata!!! Quando vado al cinema non mi porto
    > dietro telecamere e per quanto brevi sulla sua
    > c'erano due spezzoni di film per i quali non
    > aveva chiesto il
    > permesso.
    > Non è che voglia tifare per le major (me ne
    > guardo bene), ma non sopporto la gente che
    > disturba chi va al cinema per guardarsi un film
    > in santa pace. Quindi quelli che tirano fuori
    > telecamere per riprendere, quelli che usano il
    > cellulare e quelli che parlano durante la
    > proiezione per me andrebbero tutti cacciati
    > fuori, multati e confinati da qualsiasi cinema
    > per un tempo proporzionale al numero di volte che
    > si fanno
    > cacciare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ma va va va
    > Non commento quanto da te scritto, spero che tu
    > possa essere vittima della stessa ingiustizia,
    > con annessi e connessi, provare per credere,
    > FORSE...dopo, sarai un po più umile nei tuoi
    > giudizi

    Premettendo che non ritengo giusto quanto accaduto alla tizia in questione e che ritengo disdicevole il fatto che un'autorita' o un'entita' di qualsiasi tipo possa pagare delle vere e proprie "taglie" per acciuffare presunti pirati, ritengo quello che hai scritto assolutamente fuori luogo.


    e se proprio vuoi vedere un film in santa
    > pace, prendi un dvd e vedilo a casa tua...tu hai
    > qualche difficoltà di relazione con il tuo
    > prossimo, mio caro ragazzo

    No, non funziona cosi'. Se vuoi fare una serata goliardica con gli amici e urlare, ululare, fare fotografie allo schermo o quant'altro possa disturbare te ne stai a casa tu, con il tuo dvd o bluray e non rompi i testicoli al prossimo.
    Ma qui' nessuno e' mai andato da piccolo al cinema con la mamma che si raccomandava di non disturbare nessuno durante la proiezione? Non ho 60 anni e vado al cinema spessissimo, non mi pare di vivere fuori dal mondo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: cinefilo
    > Premesso che ritengo la prigione una pena
    > eccessiva, mi viene da dire che la ragazza se l'è
    > cercata!!! Quando vado al cinema non mi porto
    > dietro telecamere e per quanto brevi sulla sua
    > c'erano due spezzoni di film per i quali non
    > aveva chiesto il
    > permesso.
    > Non è che voglia tifare per le major (me ne
    > guardo bene), ma non sopporto la gente che
    > disturba chi va al cinema per guardarsi un film
    > in santa pace. Quindi quelli che tirano fuori
    > telecamere per riprendere, quelli che usano il
    > cellulare e quelli che parlano durante la
    > proiezione per me andrebbero tutti cacciati
    > fuori, multati e confinati da qualsiasi cinema
    > per un tempo proporzionale al numero di volte che
    > si fanno
    > cacciare.

    Ma stiamo scherzando? A queste condizioni i film se li vedano loro! Poi si lamentano del calo dei profitti... certo se trattano tutti come dei presunti criminali, colpevoli fino a prova contraria!
    Ma vi rendete conto due giorni di prigione per cosa? Ma stiamo scherzando? Anche avesse veramente registrato il film per un reato del genere è necessaria la galera? Non basta una sanzione pecuniaria?
    Devono solo fallire!
  • - Scritto da: cinefilo
    > Premesso che ritengo la prigione una pena
    > eccessiva, mi viene da dire che la ragazza se l'è
    > cercata!!! Quando vado al cinema non mi porto
    > dietro telecamere e per quanto brevi sulla sua
    > c'erano due spezzoni di film per i quali non
    > aveva chiesto il
    > permesso.
    > Non è che voglia tifare per le major (me ne
    > guardo bene), ma non sopporto la gente che
    > disturba chi va al cinema per guardarsi un film
    > in santa pace. Quindi quelli che tirano fuori
    > telecamere per riprendere, quelli che usano il
    > cellulare e quelli che parlano durante la
    > proiezione per me andrebbero tutti cacciati
    > fuori, multati e confinati da qualsiasi cinema
    > per un tempo proporzionale al numero di volte che
    > si fanno
    > cacciare.

    Quoto in pieno, ormai al cinema e' un miracolo vedersi un film in pace senza che degli imbecilli non parlottino in continuazione o alzino i cellulari per fare idiozie come filmare o fotografare lo schermo. Oltretutto oggi i telefoni hanno uno schermo che nelle sale del cinema sembrano dei fari e si, danno fastidio e anche molto... per non parlare dei genialoidi che usano il flash.

    Sulla motivazione pseudo-legata al copyright ovviamente non sono d'accordo ma mi sembra necessario un minimo di regolamentazione su quello che si puo' fare in un cinema visto che i genitori non sono apparentemente in grado di trasmettere ai loro figli un minimo di educazione
    non+autenticato
  • > Quoto in pieno, ormai al cinema e' un miracolo
    > vedersi un film in pace senza che degli imbecilli
    > non parlottino in continuazione o alzino i
    > cellulari per fare idiozie come filmare o
    > fotografare lo schermo. Oltretutto oggi i
    > telefoni hanno uno schermo che nelle sale del
    > cinema sembrano dei fari e si, danno fastidio e
    > anche molto... per non parlare dei genialoidi che
    > usano il
    > flash.

    Ma qui non si parla dei "truzzi" che fanno foto e disturbano la quiete di chi vuol vedersi il fim, ma si parla di un arresto per pirateria che è un'altra cosa. 2 minuti di pirateria o presunta tale, e due minuti non giustificano il reato di pirateria, quindi le accuse sono cadute, che piaccia o non piaccia ai puristi anti-pirateria.
  • - Scritto da: cinefilo
    > Quindi quelli che tirano fuori
    > telecamere per riprendere, quelli che usano il
    > cellulare e quelli che parlano durante la
    > proiezione per me andrebbero tutti cacciati
    > fuori, multati e confinati da qualsiasi cinema
    > per un tempo proporzionale al numero di volte che
    > si fanno
    > cacciare.


    Guarda se ci fosse meno tolleranza per maleducazione e idiozia sarebbe sicuramente una buona cosa e non solo nelle sale cinema, quelo che non possiamo fare è pero' istituire il delitto di idiozia e strafottenza, perchè altrimenti finisce che in galera ci finiscono i 3/4 della popolazione.