Musica, l'onda anomala di Steve Jobs

di Gilberto Mondi - Partito da una settimana, il sistemone di distribuzione musicale online di Apple ha già venduto più di un milione di pezzi a 99 centesimi di dollaro l'uno. Major e utenti sul punto di imparare una lezione

Roma - Sarà colpa del fanatismo dello zoccolo duro degli amanti del mac, sarà per l'innato fascino dei design Apple, sarà per l'imponenza del catalogo... Di certo non è trascurabile il fatto che in una settimana di vita il negozio di musica online della Mela abbia piazzato ai suoi clienti la bellezza di un milione di brani.

Se si guarda ai numeri si tratta di bruscolini rispetto alle decine di milioni di brani scambiati quotidianamente e gratuitamente sui network del peer-to-peer, ma se si guarda al business non ci sono precedenti di una vendita così colossale di musica in rete in così breve tempo.

Certo, le cifre sono quelle raccontate da Apple e, certo, sono i numeri che tanti sostenitori del business della musica a pagamento in rete attendono da lunghissimo tempo. Ma se si presta fede a qui numeri non basta ripetersi che il servizio è appena partito, che è un successo partorito dall'entusiasmo della prima ora, che sulla lunga distanza tutto potrebbe afflosciarsi. Non basta, perché nonostante il costo non proprio irrisorio dei brani (checché se ne dica, 99 centesimi di dollaro per un pezzo di musica industriale continua ad essere troppo) le cifre di vendita indicano anche che le esitazioni delle major verso gli internet jukebox non erano e non sono giustificate. Tanto più che i brani distribuiti da Apple possono essere manipolati quasi senza limiti dall'utente, con una flessibilità fino a ieri impensabile in un servizio legale.
Soffocare di bolli e controbolli Napster fino a farlo perire, inseguire per mezzo mondo i responsabili dei nuovi software di file-sharing, minacciare imprese, università ed enti pubblici, mostrare il muso duro del business agli utenti del peer-to-peer ha procurato due conseguenze all'industria. La prima è che il livello di diffidenza per questo business è aumentato esponenzialmente al punto che in tanti propongono addirittura uno sciopero dei consumi. La seconda è aver esplicitata l'incapacità del management di capire un mercato al quale non sa adattarsi.
E' presto, d'accordo, ma è evidente che ci volesse Steve Jobs e il suo famoso intuito per smuovere le acque e mettere sotto il naso delle grandi sorelle della discografia per la prima volta il profumo elettronico dei soldi.

Per Apple tutto questo significa vendere meglio i suoi player di riproduzione e rastrellare altro denaro dagli utenti mac. Per le major significa doversi nuovamente sedere attorno ad un tavolo per capire chi va licenziato. Per gli utenti significa annusare il nuovo che avanza.

La vera sfida all'illegalità del peer-to-peer è ufficialmente iniziata.

Gilberto Mondi
TAG: apple
208 Commenti alla Notizia Musica, l'onda anomala di Steve Jobs
Ordina

  • " Gli argomenti non si contano ...

                                       ... si pesano"

    dicevano i latini !

    Ergo: meglio pochi ( ma buoni ...) utenti Mac che ...

    Stve Jobs: Un Uomo, Un Mito

    http://i.cnn.net/cnn/2003/TECH/industry/04/29/jobs...

    bye

    Full Japan Immersion
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > " Gli argomenti non si contano ...
    >
    >                                     ... si
    > pesano"
    >
    > dicevano i latini !
    >
    > Ergo: meglio pochi ( ma buoni ...) utenti
    > Mac che ...
    >
    > Stve Jobs: Un Uomo, Un Mito
    >
    > http://i.cnn.net/cnn/2003/TECH/industry/04/29
    >
    > bye
    >
    > Full Japan Immersion


    Magari hai anche il quadrettino a casa sull'altarino con i ceri accesi sotto?

    ROTFL^3A bocca apertaDD

    Non ci credo, secondo me e' un troll che vuole sminuire tutta la categoria mac-user...




    non+autenticato
  • ... sono un MacUser

    bye

    Full Japan Immersion
    non+autenticato
  • > " Gli argomenti non si contano ...
    >
    >                                     ... si
    > pesano"
    >
    > dicevano i latini !

    ma vai va...
    se sta cosa la facev la MS sai quanta merda gli tiravate addsso voi "macuser" che fa tanto AlphaLambda delle universita' americane...
    che fate pure i party privati e i riti di iniziazione???

    che idiozia c'e' in giro..
    tie'.. io voglio comprare su apple music store e guarda cosa succede:

    The iTunes Music Store requires:

        * A Macintosh computer (iBook, PowerBook, iMac, eMac or Power Mac)
        * Mac OS X 10.1.5 or later. (version 10.2.5 or later recommended)
        * iTunes 4 must be installed
        * Internet connection (DSL, Cable or LAN connection recommended)
        * Apple ID or .Mac account. If you don?t have one, it?s easy to sign-up.
        * The iTunes Music Store is only available in the U.S.

    ma vai a cagare jobs
    che se sta cosa succedeva su qualsiasi altro sito non apple avrebbero tutti rotto i maroni che e' una palese violazione della liberta...

    che schifo!!!
    non+autenticato
  • da Utente moderato (cassato dal moderatore ...)
    > ma vai va...
    > se sta cosa la facev la MS sai quanta merda gli tiravate
    > addsso voi "macuser" che fa tanto AlphaLambda delle
    > universita' americane...
    > che fate pure i party privati e i riti di iniziazione???

    Index Animi Sermo = Le Parole Rivelano l'Intenzione ...

    abbi fede: fra un po' ti potrai collegare ad Apple per scaricare anche con Windows

    bye

    Full Japan Immersion






    non+autenticato
  • Io mi sono abbonato a http://www.emusic.com
    Per 10 dollari al mese ti puoi scaricare tutti gli mp3 che vuoi, e sono mp3 tutti completamente aperti (li puoi copiare, duplicare, sentire con quello che ti pare, sentire quante volte ti pare, ecc.) senza DRM del piffero. E sono tutti legali. Naturalmente non ci troverete l'ultimo disco di madonna, ma c'e' veramente un sacco di roba (io mi sono abbonato per la musica classica, ci sono chicche e roba introvabile nei normali negozi musicali cittadini). C'e' pure una preview gratuita per 50 brani...
    non+autenticato
  • Domanda... nel caso di un controllo come fai
    a dimostrare che sono mp3 scaricati legalmente?
    non+autenticato
  • > Io mi sono abbonato a http://www.emusic.com
    > Per 10 dollari al mese ti puoi scaricare
    > tutti gli mp3 che vuoi, e sono mp3 tutti
    > completamente aperti (li puoi copiare,
    > duplicare, sentire con quello che ti pare,
    > sentire quante volte ti pare, ecc.) senza
    > DRM del piffero. E sono tutti legali.

    Non vedo perchè siano "del piffero". Soprattutto nel caso Apple! Direi che tutto quanto di legale puoi fare con quei pezzi, ti è consentito farlo.

    Ad ogni modo, molto interessante EMusic!
    Peccato che le etichette coperte siano VERAMENTE minori!! Meno che underground!!! ^_^
    L'unica di una certa rilevanza che ho trovato (da brevissimo giro) è la Matador, dei vari Pizicato Five, Cornelius e molti altri artisti noti a chi di musica s'intende e non ascolta solo le 4 vaccate che passano in radio. Ma anche lì, problema: tutte le tracce di quell'etichetta sono scaricabili solo dagli USA! (Del resto metà di quegli artisti non sono con la Matador, fuori dagli USA! Quindi è comprensibile!)

    Poi, personalmente sono estremista e mi sono messo a pagare (extra!) anche per tracce che potevo scaricare aggratis da MTV.it, in Italia, durante il periodo di prova.
    Mi sentirei in colpa a sbafare un tot di musica pagando solo 10$ al mese! Io gli artisti che meritano li finanzio volentieri! ^_^

    Ma non pretendo che tutti siano mecenati dell'arte (nel loro piccolo) come il sottoscritto!Con la lingua fuori
  • A parte lo spocchioso riferimento a chi di musica non se ne intende (ognuno ascolta cio' che vuole, potrei citarti decine di jazzisti per cui non non potresti nemmeno darmi una collocazione temporale, ma non ci tengo a dare dell'ignorante a chichessia).
    emusic.com e' fantastico per chi vuole esplorare il jazz praticamente gratuitamente, dalle orgini ad oggi. A parte l'assenza di qualche grande nome, che ovviamente appartiene alle major, c'e praticamente tutto cio' che si vuole per ascoltare e imparare. 10$/mese e' veramente pochissimo. Io scarico qualche giga a settimana.
    Cordialmente
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > A parte lo spocchioso riferimento a chi di
    > musica non se ne intende (ognuno ascolta
    > cio' che vuole, potrei citarti decine di
    > jazzisti per cui non non potresti nemmeno
    > darmi una collocazione temporale, ma non ci
    > tengo a dare dell'ignorante a chichessia).
    > emusic.com e' fantastico per chi vuole
    > esplorare il jazz praticamente
    > gratuitamente, dalle orgini ad oggi. A parte
    > l'assenza di qualche grande nome, che
    > ovviamente appartiene alle major, c'e
    > praticamente tutto cio' che si vuole per
    > ascoltare e imparare. 10$/mese e' veramente
    > pochissimo. Io scarico qualche giga a
    > settimana.
    > Cordialmente

    Non è questione di "qualità" della musica, ma di "commerciabilità": lo stesso motivo per cui i CD dei cosiddetti "artisti famosi" si vendono di più, pur essendo più cari. Anche a me piace il Jazz, ma un servizio come questo è "obiettivamente" meno interessante dal punto di vista commerciale. Tutto qui

    non+autenticato
  • http://www.apple.com/it/

    "Ecco a voi il nuovo iPod - 7500 canzoni sempre in tasca"

    1$ x 7500 = $7500...

    110.000 nuovi iPod venduti in una settimana...

    $7500 x 110.000 = $825.000.000

    niente male come mietitura con questa mossa, tutta pappa per mamma apple, magari pochi compreranno 7500 canzoni, ma vuoi che un macniaco non compri per dogma almeno una 50ina di canzoni in un periodo X?

    Quanto mi divertoA bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > http://www.apple.com/it/
    >
    > "Ecco a voi il nuovo iPod - 7500 canzoni
    > sempre in tasca"
    >
    > 1$ x 7500 = $7500...
    >
    > 110.000 nuovi iPod venduti in una
    > settimana...
    >
    > $7500 x 110.000 = $825.000.000
    >
    > niente male come mietitura con questa mossa,
    > tutta pappa per mamma apple, magari pochi
    > compreranno 7500 canzoni, ma vuoi che un
    > macniaco non compri per dogma almeno una
    > 50ina di canzoni in un periodo X?

    ti faccio notare che non è obbligatorio riempirlo con i brani comprati da Apple...

  • - Scritto da: godzilla
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > http://www.apple.com/it/
    > >
    > > "Ecco a voi il nuovo iPod - 7500 canzoni
    > > sempre in tasca"
    > >
    > > 1$ x 7500 = $7500...
    > >
    > > 110.000 nuovi iPod venduti in una
    > > settimana...
    > >
    > > $7500 x 110.000 = $825.000.000
    > >
    > > niente male come mietitura con questa
    > mossa,
    > > tutta pappa per mamma apple, magari pochi
    > > compreranno 7500 canzoni, ma vuoi che un
    > > macniaco non compri per dogma almeno una
    > > 50ina di canzoni in un periodo X?
    >
    > ti faccio notare che non è obbligatorio
    > riempirlo con i brani comprati da Apple...
    ne tantomeno usare un ipod versione mac dato che da fine anno lo store sarà aperto anche ai windowsiani
    non+autenticato
  • Cretino: l'ipod e' prima di tutto un hard disk fire wire.. ooops !!! sorry, dimenticavo che sei stato a smanettare fino adesso con porte usb dei tempi de mi nonno... poveretto, avrai appena scoperto che puoi collegare una telecamera (Dio mio, che emozione) dico proprio una telecamera al tuo PC!!!! Che bello e siamo solo al 2003!!! Appena dieci anni dopo dell'Apple: be stiamo migliorando,,, e adesso che arriverà longhorn scoprirai pure il Dock animato... poprio come quello Apple... e tra pochi mesi, pensa che bello, finalmente una rete wi-fi funzionerà discretamente anche su un PC... su su be happy!!!
    non+autenticato
  • "Soffocare di bolli e controbolli Napster fino a farlo perire, inseguire per mezzo mondo i responsabili dei nuovi software di file-sharing, minacciare imprese, università ed enti pubblici, mostrare il muso duro del business agli utenti del peer-to-peer" è servito.
    Proprio combattendo l'illegalità nascono i progetti legali altro che palle !
    non+autenticato
  • > "Soffocare di bolli e controbolli Napster
    > fino a farlo perire, inseguire per mezzo
    > mondo i responsabili dei nuovi software di
    > file-sharing, minacciare imprese, università
    > ed enti pubblici, mostrare il muso duro del
    > business agli utenti del peer-to-peer" è
    > servito.
    > Proprio combattendo l'illegalità nascono i
    > progetti legali altro che palle !

    infatti sulle reti p2p in un giorno si scaricano 100inaia di milioni di brani musicali e altro...
    gli hanno proprio segato le gambe, come no?
    come non darti ragione?
    non+autenticato

  • che volete il punto di forza , e di boria, dell`utente win e` sempre stato nei
    numeri, ora che perdono terreno su 2 fronti, (mac - linux)
    ora che il futuro da pirata casalingo e` minacciato dalla stessa mamma microsoft (palladium)
    e con gli analisti di mercato che gli dicono in faccia che gli utenti mac hanno una cultura media piu` elevata , gente che cosi a naso non direi essere esattamente dei macniac...

    ma perche` tanto odio? frustrazione nel sapere di essere i primi senza meritarlo? parlo di etica non noccioline.

    per la cronaca in ufficio   mac os X / win 2000
    a casa mac os X   / mandrake: dai su ragazzi ho iniziato da poco e faccio tutto un`altro mestiere, era piu` o meno quello quello di cui avevo bisogno, un sysop ad interfaccia grafica per 86 che non fosse uin piu` che altro per navigare

    il 98 in bundle mi rendeva troppo dialer compatibile,
    si potevo metterci xp craccato ma perche?

    mdk e` free - anche se quando c`era aria di crisi ho sottoscritto.. - con mozilla sono sicuro di poter vedere tutto cio` che puo` interessarmi flash compreso the gimp poi, non mi fa rimpiangere eccessivamente photoshop e la distrovalanga contiene decisamente piu` utilita` di quelle che necessita l`utente medio, se mi serve qualcosa di particolare poi al 90% c`e` ed e` free, free free free, ma cosa c`e` di piu` bello?

    non credo che questi uintaliban siano genuini,
    e sono abbastanza certo che se la microsoft non paghi esplicitamente gruppi di persone per denigrare prodotti alternativi, poco ci manchi

    Caio
    non+autenticato
  • premetto, uso linux

    > che volete il punto di forza , e di boria,
    > dell`utente win e` sempre stato nei
    > numeri, ora che perdono terreno su 2
    > fronti, (mac - linux)

    in quale serie di startrek succede sta cosa?
    linux (per fortuna) e' ancora a una diffusione infinitesimale rispetto a windows
    per non parlarer dei mac che si vedono solo negli studi di architetti, nelle universita' e nei film americani insieme ai monitor sony

    > ora che il futuro da pirata casalingo e`
    > minacciato dalla stessa mamma microsoft
    > (palladium)

    TCPA e' una specifica pubblica e spero venga implementata anche in linux.

    > e con gli analisti di mercato che gli dicono
    > in faccia che gli utenti mac hanno una
    > cultura media piu` elevata , gente che cosi
    > a naso non direi essere esattamente dei
    > macniac...
    >

    certo
    per avere un mac ci vogliono in media piu' soldi, piu' soldi = piu' possibilita' di studiare
    gli analisti le analisi, non scordarti, le fanno in america

    > ma perche` tanto odio? frustrazione nel
    > sapere di essere i primi senza meritarlo?
    > parlo di etica non noccioline.
    >

    eh?
    i primi in cosa? come numeri?
    guarda che anche PS2 e' la piu' venduta senza meritarlo
    io ho una PS2 e non mi sento frustrato...

    e quando vedo zelda su GC mi viene da piangere per quanto e' bello...

    ancora non avete capito che la vittoria di un hardware la fanno le applicazioni?
    windows e' pieno di killer application
    per l'utente medio intendo
    e ha trascinato con se l'hardware x86

    > il 98 in bundle mi rendeva troppo dialer
    > compatibile,
    > si potevo metterci xp craccato ma perche?
    >

    per nessun motivo al mondo
    potevi metterci XP regolarmente acquistato
    o una distro linux
    o OS/2
    o BeOS...

    > mdk e` free - anche se quando c`era aria di
    > crisi ho sottoscritto.. - con mozilla sono
    > sicuro di poter vedere tutto cio` che puo`
    > interessarmi flash compreso the gimp poi,
    > non mi fa rimpiangere eccessivamente
    > photoshop e la distrovalanga contiene
    > decisamente piu` utilita` di quelle che
    > necessita l`utente medio, se mi serve
    > qualcosa di particolare poi al 90% c`e` ed
    > e` free, free free free, ma cosa c`e` di
    > piu` bello?
    >

    immagino per te nulla
    per me avere la possibilita' di fare un progetto usando Oracle (pagandolo) invece di postgre (free) mi fa sentire molto piu' al sicuro

    dipende da cosa vuoi nella vita
    non e' detto che una cosa perche' gratis sia buona per forza.

    Non e' detto che una cosa che costi molto sia meglio di una gratis

    dipende sempre dalle esigenze

    > non credo che questi uintaliban siano
    > genuini,
    > e sono abbastanza certo che se la microsoft
    > non paghi esplicitamente gruppi di persone
    > per denigrare prodotti alternativi, poco ci
    > manchi


    uh
    dietrologia spicciola e di serie B
    Jobs ha spazzato via qualsiasi sito mac non ufficiale che non parlasse bene di Apple o che riproducesse anche il minimo dettaglio di qualcosa sotto il brand Apple, ma guarda caso non ha detto nulla a lindows per il sito che e' spudoratamente uguale al loro...

    strano eh?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > per non parlarer dei mac che si vedono solo
    > negli studi di architetti, nelle universita'
    > e nei film americani insieme ai monitor sony
    >
    scusa se riprendo le tue parole ma sono perfette: "in quale serie di startrek succede sta cosa?"

    > certo
    > per avere un mac ci vogliono in media piu'
    > soldi, piu' soldi = piu' possibilita' di
    > studiare
    > gli analisti le analisi, non scordarti, le
    > fanno in america
    >
    in media rispetto a chi e a cosa e dove e in che moneta nazionale? sii rigoroso se vuoi fare affermazioni di tale portata, altrimenti rimangono solo le solite boiate da forum.

    > ancora non avete capito che la vittoria di
    > un hardware la fanno le applicazioni?
    > windows e' pieno di killer application
    > per l'utente medio intendo
    > e ha trascinato con se l'hardware x86
    >
    ah si? e quali sarebbero? tutte esclusivamente per piattaforma win immagino...come office, i vari illustrator, photoshop e Co, ecc




    > immagino per te nulla
    > per me avere la possibilita' di fare un
    > progetto usando Oracle (pagandolo) invece di
    > postgre (free) mi fa sentire molto piu' al
    > sicuro
    >
    al sicuro da chi o cosa? specifica altrimenti non vuol dire niente.


    > dipende da cosa vuoi nella vita
    > non e' detto che una cosa perche' gratis sia
    > buona per forza.
    >
    > Non e' detto che una cosa che costi molto
    > sia meglio di una gratis
    >
    e quindi?

    > dipende sempre dalle esigenze
    >
    dipende dalle necessità e dalle disponibilità finanziarie. Se trovo 2 prodotti simili e di pari qualità probabilmente nel 90% dei casi comprerò quello che mi costa meno.

    > uh
    > dietrologia spicciola e di serie B
    > Jobs ha spazzato via qualsiasi sito mac non
    > ufficiale che non parlasse bene di Apple o
    > che riproducesse anche il minimo dettaglio
    > di qualcosa sotto il brand Apple, ma guarda
    > caso non ha detto nulla a lindows per il
    > sito che e' spudoratamente uguale al loro...
    >
    dietrologia di serie C, dato che la situazione degli ultimi anni non è proprio quella da te descritta per i siti web critici nei confronti di Apple o x quelli di rumors.
    Non è difficile il concetto: la Apple tutela la propria ditta, i propri prodotti, la propria immagine, ecc da eventuali minacce esterne, come fanno tutte le imprese di questo mondo. Quanto al sito di lindows, vai a farci un giro e guardalo bene prima di affermarare che " e' spudoratamente uguale al loro". Una barra dei menu fatta a tab in altro è ben diverso che un sito "spudoratamente uguale al loro", dato che poi i tab sono usati anche in vari browser dispobinili quali camino per fare un esempio.

    Quindi lascia perdere il flame


    > strano eh?
    non+autenticato

  • > > per non parlarer dei mac che si vedono
    > solo
    > > negli studi di architetti, nelle
    > universita'
    > > e nei film americani insieme ai monitor
    > sony

    ti dimentichi gli studi grafici, quelli di editing e
    postproduzione video e soprattutto gli studi di
    registrazione musicale...

    I mac non sono giocattoli.

    > > certo
    > > per avere un mac ci vogliono in media piu'
    > > soldi, piu' soldi = piu' possibilita' di
    > > studiare
    > > gli analisti le analisi, non scordarti, le
    > > fanno in america

    Denaro... quanto ce ne vuole per un eMac? (con la "e", non
    con la "i", attenzione). Poco.

    E per un iBook? Meno che per un laptop win senza marca.

    I pregiudizi sono duri a morire.

  • - Scritto da: BigSam
    [CUT]
    > E per un iBook? Meno che per un laptop win
    > senza marca.
    >
    > I pregiudizi sono duri a morire.

    Vero...come l'abitudine a cambiare la realtà: girare un pochino per i negozi e fare un confronto di prezzi...

    http://store.apple.com/Apple/WebObjects/italystore...

    http://www.euro.dell.com/countries/it/ita/dhs/prod...

    Non mi pare proprio che l'iBook costi meno...
    spino
    1093

  • - Scritto da: spino
    >
    > - Scritto da: BigSam
    > [CUT]
    > > E per un iBook? Meno che per un laptop win
    > > senza marca.
    > >
    > > I pregiudizi sono duri a morire.
    >
    > Vero...come l'abitudine a cambiare la
    > realtà: girare un pochino per i negozi e
    > fare un confronto di prezzi...
    >
    > http://store.apple.com/Apple/WebObjects/italy
    >
    > http://www.euro.dell.com/countries/it/ita/dhs
    >
    > Non mi pare proprio che l'iBook costi meno...


    Il Dell che hai segnalato, configurato come l'iBook 14" costa più o meno 1800 Euro (esclusa la consegna che Apple comprende nel prezzo di 1900), solo che pesa più di un iBook e mezzo, la batteria dura un quarto di quella dell'iBook, la scheda video è integrata e non ha nemmeno la firewire.
    Per non alzare troppo il prezzo del Dell ho evitato di metterci il floppy...
    La prossima volta paragonerai un Walkman Sony e una radiosveglia Irradio? LOL


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > iBook e mezzo, la batteria dura un quarto di

    ....un quarto.... (?)

    > quella dell'iBook, la scheda video è
    > integrata e non ha nemmeno la firewire.

    ....integrata.... (?)
    Scusa... Quella del mac è su AGP... ?
    quelle dei lap sono tutte integrate e ci sono tanto per dire che ci sono... non vanno bene per dei giochi di 5/6 anni fa (UT) figuriamoci per tutto il resto (3D/DV)...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > iBook e mezzo, la batteria dura un quarto
    > di
    >
    > ....un quarto.... (?)
    >
    > > quella dell'iBook, la scheda video è
    > > integrata e non ha nemmeno la firewire.
    >
    > ....integrata.... (?)
    > Scusa... Quella del mac è su AGP... ?

    Si, AGP 4x.


    > quelle dei lap sono tutte integrate e ci
    > sono tanto per dire che ci sono... non vanno
    > bene per dei giochi di 5/6 anni fa (UT)
    > figuriamoci per tutto il resto (3D/DV)...


    Frena frena, Avid e FCP su un TiBook si usano professionalmente, ora con schede da 64 MB di ram video ma già con le 8MB ci si lavorava tranquillamente, per il DV non ti servono le schede che invece i giochi richiedono...chiediti come mai le grandi agenzie di news come CNN, Reuters, SkyNews usano Avid proprio sui Titanium e perché la dimostrazione itinerante di Avid Xpress Pro sia fatta sui computer portatili della mela.
    Per il desktop la SoftImage non ha mai nascosto, da due anni a 'sta parte, la sua predilezione per i pc wintel ma quando si tratta di notebook non hanno dubbi...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Scusa... Quella del mac è su AGP... ?
    >
    > Si, AGP 4x.

    si ma si sicuro non è su slot e di sicuro non la cambi come se fosse un desktop.

    > Frena frena, Avid e FCP su un TiBook si
    > usano professionalmente, ora con schede da
    > 64 MB di ram video ma già con le 8MB ci si
    > lavorava tranquillamente, per il DV non ti
    > servono le schede che invece i giochi
    > richiedono...chiediti come mai le grandi
    > agenzie di news come CNN, Reuters, SkyNews
    > usano Avid proprio sui Titanium e perché la
    > dimostrazione itinerante di Avid Xpress Pro
    > sia fatta sui computer portatili della mela.

    Su questo ti do ragione...
    1: durano di più
    2: hanno pieno clock anche se staccati dalla spina
    3: sono usati UN POCHINO ANCHE (n.b) per lo stesso motivo
    per cui sono usati i mac... abitudine.

    > Per il desktop la SoftImage non ha mai
    > nascosto, da due anni a 'sta parte, la sua
    > predilezione per i pc wintel ma quando si
    > tratta di notebook non hanno dubbi...

    beh avid DV non è certo Softimage|3D...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Il Dell che hai segnalato, configurato come
    > l'iBook 14" costa più o meno 1800 Euro
    > (esclusa la consegna che Apple comprende nel
    > prezzo di 1900), solo che pesa più di un
    > iBook e mezzo, la batteria dura un quarto di
    > quella dell'iBook, la scheda video è
    > integrata e non ha nemmeno la firewire.
    > Per non alzare troppo il prezzo del Dell ho
    > evitato di metterci il floppy...
    > La prossima volta paragonerai un Walkman
    > Sony e una radiosveglia Irradio? LOL

    iBook "base" (il primo della lista su applestore-it):
    Monitor tft 12.1"
    PowerPC G3 a 800MHz
    512K di cache L2 (a 800MHz)
    128MB di memoria SDRAM
    Unità Ultra ATA da 30GB
    Unità CD-ROM
    ATI Mobility Radeon 7500
    32MB di memoria video
    Ethernet 10/100BASE-T
    Modem interno a 56K
    Uscita video VGA
    Predisposti per AirPort

    ...faccio notare che anche quì non c'è il floppy...e che il tft è da 12.1"....

    PREZZO COMPLESSIVO:
    EUR 1318.80 (iva inclusa, spero...)


    Dell INSPIRON? 1100:
    Chipset Intel® 845GL- Bus principal 400MHz
    Processore Intel® Celeron® 2.0GHz
    128MB (1x128) di DDR-RAM
    Disco Fisso 20 GB EIDE
    Lettore fisso CD-ROM 24x
    Modem integrato
    Scheda di rete integrata
    2 porte USB, 1 porta S-Video1 1 porta PCMCIA tipo II
    Batteria Intelligente agli Ioni di Litio con Express charge
    Sistema Audio alta qualità, 2 speakers integrati
    Schermo matrice attiva 14.1'' XGA ( risoluzione 1024 x 768 )
    Controller vidéo integrato Intel® Extreme graphics con 32MB
    Norton AntiVirus?2002 (valido 90 giorni)
    Microsoft® Windows® XP Home Edition
    Microsoft® Works® 7.0
    Garanzia 1 anno ( con ritiro e riconsegna della macchina)

    costo aggiuntivo per il floppy:
    EUR 36.00(+Lit 69'706)

    PREZZO COMPLESSIVO (usare il configuratore del sito, prego...):
    EUR 994.80(Lit 1'926'201) (incluso IVA)
    ...
    ...
    ...
    ...
    ...a naso, a casa mia, EUR 1318.80 - EUR 994.80 fanno 324 euri di differenza...con i quali, sul DELL posso aggiungere diverse cosette, tipo un masterizzatoreCD/lettoreDVD, un po' di ram in più, etc...

    Senza contare che ho uno schermo da 14" invece che da 12"...

    ...se vuoi nascondere la testa sotto la sabbia fai pure, ma almeno impara a leggere i listini...


    BYE

    spino
    1093

  • - Scritto da: spino
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Il Dell che hai segnalato, configurato
    > come
    > > l'iBook 14" costa più o meno 1800 Euro
    > > (esclusa la consegna che Apple comprende
    > nel
    > > prezzo di 1900), solo che pesa più di un
    > > iBook e mezzo, la batteria dura un quarto
    > di
    > > quella dell'iBook, la scheda video è
    > > integrata e non ha nemmeno la firewire.
    > > Per non alzare troppo il prezzo del Dell
    > ho
    > > evitato di metterci il floppy...
    > > La prossima volta paragonerai un Walkman
    > > Sony e una radiosveglia Irradio? LOL
    >
    > iBook "base" (il primo della lista su
    > applestore-it):
    > Monitor tft 12.1"
    > PowerPC G3 a 800MHz
    > 512K di cache L2 (a 800MHz)
    > 128MB di memoria SDRAM
    > Unità Ultra ATA da 30GB
    > Unità CD-ROM
    > ATI Mobility Radeon 7500
    > 32MB di memoria video
    > Ethernet 10/100BASE-T
    > Modem interno a 56K
    > Uscita video VGA
    > Predisposti per AirPort
    >
    > ...faccio notare che anche quì non c'è il
    > floppy...e che il tft è da 12.1"....
    >
    > PREZZO COMPLESSIVO:
    > EUR 1318.80 (iva inclusa, spero...)
    >
    >
    > Dell INSPIRON? 1100:
    > Chipset Intel® 845GL- Bus principal 400MHz
    > Processore Intel® Celeron® 2.0GHz
    > 128MB (1x128) di DDR-RAM
    > Disco Fisso 20 GB EIDE
    > Lettore fisso CD-ROM 24x
    > Modem integrato
    > Scheda di rete integrata
    > 2 porte USB, 1 porta S-Video1 1 porta PCMCIA
    > tipo II
    > Batteria Intelligente agli Ioni di Litio con
    > Express charge
    > Sistema Audio alta qualità, 2 speakers
    > integrati
    > Schermo matrice attiva 14.1'' XGA (
    > risoluzione 1024 x 768 )
    > Controller vidéo integrato Intel® Extreme
    > graphics con 32MB
    > Norton AntiVirus?2002 (valido 90 giorni)
    > Microsoft® Windows® XP Home Edition
    > Microsoft® Works® 7.0
    > Garanzia 1 anno ( con ritiro e riconsegna
    > della macchina)
    >
    > costo aggiuntivo per il floppy:
    > EUR 36.00(+Lit 69'706)
    >
    > PREZZO COMPLESSIVO (usare il configuratore
    > del sito, prego...):
    > EUR 994.80(Lit 1'926'201) (incluso IVA)
    > ...
    > ...
    > ...
    > ...
    > ...a naso, a casa mia, EUR 1318.80 - EUR
    > 994.80 fanno 324 euri di differenza...con i
    > quali, sul DELL posso aggiungere diverse
    > cosette, tipo un
    > masterizzatoreCD/lettoreDVD, un po' di ram
    > in più, etc...
    >
    > Senza contare che ho uno schermo da 14"
    > invece che da 12"...
    >
    > ...se vuoi nascondere la testa sotto la
    > sabbia fai pure, ma almeno impara a leggere
    > i listini...
    >
    >
    > BYE
    >


    Come troll sei sempre il migliore....menti così bene che ci credi perfino tuA bocca aperta il prezzo del "configuratore" Dell se si vuole la stessa dotazione dell'iBook 14" è 1800 Euro, può verificarlo chiunque...tranne te tutto preso nel trollaggio...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)