Mauro Vecchio

Nokia, addio ai modem wireless

Il colosso finlandese venderÓ il suo intero business alla giapponese Renesas Electronics. Tutta colpa di un mercato poco profittevole, tartassato dalla concorrenza cinese

Roma - ╚ stata probabilmente troppo dura la concorrenza di aziende cinesi come Huawei e ZTE. Nokia ha recentemente annunciato l'imminente vendita del suo ramo legato ai modem wireless. E si tratta di una decisione forse presa per abbandonare un mercato - quello dei dispositivi USB - divenuto ben poco profittevole.

Come annunciato in un comunicato ufficiale, il colosso finlandese venderà i relativi asset alla società giapponese Renesas Electronics, proprio recentemente costituitasi dalla fusione di NEC Electronics e Renesas Technology. Il prezzo è stato fissato intorno ai 200 milioni di dollari, per un'acquisizione che dovrebbe compiersi negli ultimi mesi del 2010.

E saranno circa 1100 i dipendenti di Nokia che verranno trasferiti nelle varie sedi di Renesas Electronics, tra la Danimarca, l'India e la Gran Bretagna. L'azienda finlandese cederà a quella di Tokyo la possibilità di sfruttare alcuni brevetti legati al wireless, così come un pacchetto di tecnologie per il GSM.
C'è chi ha dunque sottolineato come quella di Nokia sia una mossa per spostare i suoi sforzi verso aspetti più redditizi del business dei modem senza filo. Colpa del crollo dei prezzi medi legati ai dispositivi USB, scesi dai 120 euro del 2007 agli attuali 30 euro. La concorrenza di Huawei e ZTE pare essere stata più che spietata sul mercato del Vecchio Continente.

Mauro Vecchio
Notizie collegate