Alfonso Maruccia

Giochi e 3G, matrimonio possibile?

Indiscrezioni lasciano intravedere uno scenario futuro fatto di console videoludiche portatili dotate di interfacce wireless di terza generazione. Molte le prospettive, mentre in Giappone si prepara un super-network

Roma - Sta facendo rumore l'indiscrezione originata da Ryuji Yamada, presidente del maggiore carrier wireless giapponese NTT Docomo che annuncia di essere in contatto con "vari player di mercato" per l'aggiunta di funzionalità di connessione "permanente" al network cellulare in prodotti videoludici.

"I produttori di videogame sanno che per far progredire le macchine videoludiche portatili verso il prossimo passo evolutivo - ha detto Yamada - hanno bisogno della comunicazione wireless". Sia DS di Nintendo che PSP di Sony offrono attualmente questo genere di funzionalità ma solo nel caso in cui sia disponibile un hot-spot WiFi.

Nel contempo, gli smartphone di ultima generazione sono in grado di garantire livelli prestazionali ampiamente superiori alle "vetuste" architetture hardware specializzate di PSP e del DS "classico" risalenti ad almeno 4 anni fa. E l'adozione dei network 3G sarebbe proprio una risposta all'aumentata aggressività dei dispositivi MID nei confronti del mercato videoludico tradizionale.
Ma Yamada non va oltre la semplice indiscrezione e non riferisce chi, tra Sony e Nintendo, sia l'attore interessato alla connettività 3G sulla prossima revisione del suo hardware giocoso. O magari le comunicazioni cellulari potrebbero fare gola a entrambe le multinazionali, visto che le specifiche per il 3DS sono ancora in divenire e le voci sulla prossima versione di PSP si fanno sempre più insistenti e spericolate.

L'unica cosa certa al momento è il continuo evolvere del mercato del wireless nipponico, che presto potrà vantare un network, messo a disposizione dal carrier EMOBILE, dotato di una velocità di 42 Megabit per secondo (oltre 5 Megabyte/sec.). Ericcson fornirà le apparecchiature necessarie all'attivazione della rete - una soluzione HSPA a doppia cella che fornirà dati su due blocchi di spettro in simultanea - mentre le prime zone metropolitane interessate includono Tokyo, Tokai e Osaka.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
4 Commenti alla Notizia Giochi e 3G, matrimonio possibile?
Ordina