Claudio Tamburrino

Facebook, soldi virtuali e veri affari

Accordo raggiunto con MOL Global, azienda specializzata nei micropagamenti. Per estendere il sistema delle transazioni mediate dalla piattaforma

Roma - Facebook ha annunciato che avrà un nuovo partner per gestire le operazioni di pagamento sulla sua piattaforma.

Attualmente il social network in blu utilizza un proprio sistema che però soffre una diversa gestione a seconda del paese da cui si opera: con l'accordo raggiunto con la malaysiana MOL Global intende estendere la vendita dei suoi Crediti (utilizzati per l'acquisto di beni virtuali sulla piattaforma e su alcuni giochi per essa sviluppati) attraverso i canali online dell'azienda ai rivenditori asiatici e australiani. In Malaysia e a Singapore, inoltre, rilascerà una "Gift Card" per cui i due paesi faranno da banco di prova in vista di un lancio globale.

L'azienda malaysiana è nota per aver acquisito l'anno scorso un social network pre-Facebook, Friendster. In Asia è un attore importante in quanto detiene oltre 500mila punti vendita (tra cui Internet café, 7-Eleven e banche online) in vari paesi tra cui le Filippine, l'Indonesia, Singapore e Australia.
Una strategia simile Facebook l'aveva adottata già nel momento in cui aveva stipulato un accordo con PayPal, facendo diventare il suo sistema di pagamento compatibile con i crediti virtuali del social network. In generale, avendo appurato l'esistenza di numerosi operatori con rispettabili basi di utenti nel settore dei micropagamenti online, il social network in blu ha scelto la strada degli accordi con lo scopo di rendere universale il sistema di pagamento sulla sua piattaforma.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàZynga e Facebook, 5 di questi anniSiglata la pace tra il sito in blu e il colosso del social gaming. Un accordo quinquennale prevede addirittura un'espansione dei pagamenti tramite credit. Che erano stati il pomo della discordia solo qualche tempo fa
  • BusinessPayPal, la banca di FacebookI casual gamer del socil network potranno ora comprare i beni virtuali tramite il sistema di pagamento di eBay. I crediti Facebook ottengono un tramite internazionale, spendibile anche per l'advertising