Bush esporta il DMCA

Non contenta delle enormi difficoltà causate dalla legge sul copyright negli USA, ora Washington include le sue misure-chiave anche nei rapporti commerciali con l'estero

Roma - Con una certa preoccupazione in molti hanno appreso la notizia che alcune delle misure più controverse contenute nel Digital Millennium Copyright Act (DMCA), la legge americana sul copyright nell'era digitale, sono al centro di un importante accordo commerciale stretto dagli Stati Uniti con Singapore e vigorosamente sostenuto dal presidente americano George W. Bush.

In quella che appare la prima forma di vera e propria esportazione del DMCA, il trade agreement prevede che anche Singapore consideri illecita qualsiasi tecnologia capace di superare i dispositivi di protezione del copyright presenti su numerosi supporti (DVD, CD ecc.) e fuorilegge, dunque, qualunque sviluppatore che sia impegnato nel realizzarla. Allo stesso modo viene trattato il fronte satellitare, perché viene considerato "un reato ricevere consapevolmente o distribuire un segnale satellitare cifrato che è stato decodificato senza l'autorizzazione del distributore legittimo di quel segnale".

"Stiamo lavorando insieme - ha annunciato Bush - per affrontare le minacce di una nuova epoca, e condividiamo la convinzione che la libera impresa e il libero commercio migliorino la qualità della vita. Il trade agreement segna un passo cruciale per entrambi i nostri paesi. Con l'approvazione del Congresso, questo accordo consentirà di creare posti di lavoro ben pagati e opportunità per il popolo di Singapore e per quello degli Stati Uniti".
Ad esprimere il proprio sostegno all'accordo e a chiedere una rapida approvazione dell'accordo da parte del Congresso sono state, nelle ultime ore, la Business Software Alliance, la Electronic Industries Alliance, l'Information Technology Association of America, la Semiconductor Industry Association e la Telecommunications Industry Association.

Le esigenze di esportazione del DMCA da parte dell'amministrazione americana, segnalano in molti, corrono di pari passo con le pressioni dell'industria statunitense sui paesi asiatici, molti dei quali occupano i primi posti nella classifica dei paesi dove più alto è il tasso di pirateria digitale.
19 Commenti alla Notizia Bush esporta il DMCA
Ordina
  • dopo la democrazia esportata a suon di bombe, ecco il DMCA, esportato a suon di minacce.
    non+autenticato
  • gli stati uniti sono alla frutta economicamente

    basta un pò di impegno per aiutare questa discesa
    non+autenticato
  • > gli stati uniti sono alla frutta
    > economicamente

    AH AH AH AH AH AH AH!!!!!
    Spero fosse una battuta!
    Non puoi averla pensata sul serio!

    Se gli USA sono alla frutta, il resto del mondo è già al dolce o se ne sono andati dal tavolo.

  • - Scritto da: Ekleptical
    > > gli stati uniti sono alla frutta
    > > economicamente
    >
    > AH AH AH AH AH AH AH!!!!!
    > Spero fosse una battuta!
    > Non puoi averla pensata sul serio!
    >
    > Se gli USA sono alla frutta, il resto del
    > mondo è già al dolce o se ne sono andati dal
    > tavolo.
    .
    ekleptical ricorda che se gli usa affondano noi affondiamo prima di loro, perchè siamo incapaci di restare a galla senza loro che comunque sono un importante mercato per le nostre aziende, in un mondo globale dove le merci viaggiano ovunque e l'export significa almeno il 50% del nostro venduto se crollano loro crolliamo pure noi. e si fondo resta sempre una cosa tutto parte dall'enorme mole di musica scambiata illegalmente, si illegalmente perchè di proprietà di altre persone che sicuramente sono più ricche di noi am che come noi siamo più ricchi di molti altri al mondo hanno il diritto di vedere protette le loro proprietà, coem lo abbiamo noi di vedere protette le nostre macchine o il nostro pc da ladri e delinquenti vari
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > illegalmente perchè di proprietà di altre
    > persone che sicuramente sono più ricche di
    > noi am che come noi siamo più ricchi di
    > molti altri al mondo hanno il diritto di
    > vedere protette le loro proprietà, coem lo
    > abbiamo noi di vedere protette le nostre
    > macchine o il nostro pc da ladri e
    > delinquenti vari

    E basta con sto sbagliatissimo paragone del c...o.

    I bit non si rubano, la cosiddetta "proprietà intellettuale" è una cosa astratta e opinabile, comunque per nulla paragonabile ad un bene fisico.

    Nessuno può essere proprietario delle idee e della cultura.


    non+autenticato
  • Dopo il cambio delle card Telepiù mi ha dimezzato il canone. Quindi è tutto vero, se la pirateria viene combattuta l'utente alla fine qualcosa lo guadagna. Anche Windows XP e Office con i loro nuovi meccanismi di protezione costano meno di 50 euro. Per Longhorn si parla di un prezzo sotto i 40 euro. W la lotta alla pirateria. W chi ci crede. W i risultati che tutti possiamo toccare con mano e le palle che ci raccontano.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Dopo il cambio delle card Telepiù mi ha
    > dimezzato il canone.

    Perché Telepiù è stato un mezzo flop. La gente in Italia non ha voglia di pagare ulteriori canoni oltre a quelli di mamma Rai, dell'ADSL ecc.

    > Quindi è tutto vero, se
    > la pirateria viene combattuta l'utente alla
    > fine qualcosa lo guadagna. Anche Windows XP
    > e Office con i loro nuovi meccanismi di
    > protezione costano meno di 50 euro.

    Cheeeee???? Quel prezzo costeranno le copie craccate.

    WinXP originale OEM (Versione Home) costa 130 ?, ed è la più economica. La versione retail più del doppio. WinXP pro OEM costa sui 200? se non più. Retail pure più del doppio.

    OfficeXP è un prodotto costosissimo, sugli 800?.

    Per Office solo le licenze studenti sono abbordabili.

    > Longhorn si parla di un prezzo sotto i 40
    > euro.

    quello non lo vorrei neppure aggratis.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    ....
    > Cheeeee???? Quel prezzo costeranno le copie
    > craccate.
    .....

    Il sarcasmo... questo sconosciuto...
    non+autenticato
  • proprio in questi giorni il wto (che non è certo "comunista!") ha permesso all'europa di applicare sanzioni contro gli USA rei di aiutare troppo le proprie multinazionali
    e adesso tutto il mondo si dovrebbe adeguare a norme fatte apposta per proteggere gli interessi delle major americane?

    Risposta: si, a meno che non si voglia che anche in ......(inserire nome nazione a caso, Italia compresa) non vengano scoperti depositi di armi di distruzione di massa, Iraq docet)
    non+autenticato
  • Armi di distruzione di massa:
    Disponibilita 100%

    Batteriologiche Dove ?
    In ospedale !
    (c'e pure la SARS !!)

    Chimiche presenti !
    Agricoltura, industria varie
    (che ne dici del nervino ?)

    Ti basta l'elenco ?

    Qundi evitamo di sparare cavolate, qualunque cosa puo diventare arma (tastiera compresa)
    non di massa

    GLI USA sanzionati da se stessi, vedrai che cambieranno le regole del WTO !!!
    Il dicorso vale anche per noi gli usa sono in decadenza economica da 4 anni, cioe all'entrata in vigore del DMCA
    che ha trascinato anche l'europa
    in europa applicando l'EUCD si avranno danni ancora piu gravi per l'ecomomia mondiale (dato che siamo tra quelli che pagano la tecnologia)

    Questa medaglia ha 2 faccie, pero' una e' croce dipende che cosa deve morire se il COPYRIGHT o la tecnologia e l'innovazione

    Non si puo fare una frittata senza rompere nemmeno un uovo

    Chi governa deve scegliere tra tecnologia o leggi di controllo insulse che provocano solo rabbia in chi le subisce.
    Fanno le regole poi non gli piacciono e le vogliono cambiare
    perche non gli fa comodo rispettarle







    non+autenticato

  • > GLI USA sanzionati da se stessi, vedrai che
    > cambieranno le regole del WTO !!!
    gia il pallone e' mio e se non giochiamo come dico io lo porto via eheh
    > Il dicorso vale anche per noi gli usa sono
    > in decadenza economica da 4 anni, cioe
    > all'entrata in vigore del DMCA
    > che ha trascinato anche l'europa
    > in europa applicando l'EUCD si avranno danni
    > ancora piu gravi per l'ecomomia mondiale
    > (dato che siamo tra quelli che pagano la
    > tecnologia)
    >
    > Questa medaglia ha 2 faccie, pero' una e'
    > croce dipende che cosa deve morire se il
    > COPYRIGHT o la tecnologia e l'innovazione
    >
    > Non si puo fare una frittata senza rompere
    > nemmeno un uovo
    si rispolvera STALIN Sorride)))))))))))))))

    >
    > Chi governa deve scegliere tra tecnologia o
    > leggi di controllo insulse che provocano
    > solo rabbia in chi le subisce.
    > Fanno le regole poi non gli piacciono e le
    > vogliono cambiare
    > perche non gli fa comodo rispettarle
    >
    OpenCurcio

    >
    >
    >
    >
    >
    >
    non+autenticato

  • >
    > Questa medaglia ha 2 faccie, pero' una e'
    > croce dipende che cosa deve morire se il
    > COPYRIGHT o la tecnologia e l'innovazione
    >
    > Non si puo fare una frittata senza rompere
    > nemmeno un uovo
    >

    quindi vuoi dire che per avere tecnologia e innovazione chi detiene i diritti sulla proprietà intelletuale di qualcosa deve prendere atto che è finito il tempo per lui? Cioè tu dici che o teconologia e innovazione (liberta quindi di copiare musica testi libri e quant'altro coperto da diritto d'autore) o diritti d'autore?

    E poi allora aboliamo per los tesso motivo il brevetto? ma tu pensi poi che qualcuno studierebbe e inventerebbe ancora qualcosa? Mah da che mondo e mondo nessuno ha mai fatto nulla gratis e non lot rovo nemmeno giusto, teconologia e innovazio e diritto di godere delle propeire invenzioni
    non+autenticato
  • ....tanto se non ci stanno quattrini per acquistare tutti quei beni e quei servizi che il libero mercato offre, mi attacco!

    Esportate pure, infilateci pure la supposta da tutte le parti.

    Io spendo a ragion veduta: non acquisto certo tutte le puttanate che mi propongono soggetti dalla dubbia reputazione che vorrebbero brevettare il battito cardiaco e farmi pagare anche l'aria!

    non+autenticato
  • Il problema è che ci sono tantissime persone dipendenti dal materialismo e non possono fare a meno di un acquisto al giorno. Preferiscono farsi ftere alla grande dagli americani piuttosto che combatterli.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)