Mauro Vecchio

Italia, segnali dal Comitato Antipirateria

Riunito il Comitato tecnico contro la pirateria digitale e multimediale. I player del settore dovranno unirsi, in vista di un codice di autoregolamentazione. Allo studio anche ACTA

Roma - Un codice di autoregolamentazione tra tutti quei soggetti che operano in ambito digitale. Questo l'obiettivo annunciato da un recente comunicato stampa diramato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha così parlato dell'ultima riunione del redivivo Comitato tecnico contro la pirateria digitale e multimediale.

Una riunione tenutasi presso il Dipartimento per l'Informazione e l'Editoria, coordinata dal prof. Mauro Masi, che ha dunque deliberato la costituzione di una speciale task force interna. Scopo congiunto, un codice di autoregolamentazione tra i vari attori dell'industria, per contrastare uniti il fenomeno della pirateria.

Pochi i dettagli illustrati dal comunicato. "Il Comitato - si legge - ha esaminato anche le proposte del rappresentante del ministro della Gioventù ed ha analizzato gli sviluppi del negoziato ACTA (Anti-Counterfeiting Trade Agreement) sugli aspetti concernenti il contrasto della pirateria digitale". Due stimoli per il dibattito interessanti e di estrema attualità.
Si tratta però di informazioni di carattere generale, diramate in un comunicato che non fa riferimento ad alcun dettaglio di quanto emerso nel corso dell'incontro. Il Comitato Tecnico non mostra di aver ceduto le armi.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • BusinessIl futuro della conoscenza e della culturadi Guido Scorza - Dall'equo compenso a The Pirate Bay, dal DDL SIAE e poi Barbareschi alla dottrina Sarkozy, passando per il Comitato Antipirateria. Uno sguardo a ciò che è stato, auspici per quel che sarà
  • AttualitàAudizioni antipirateria, primo roundSoluzioni modellate sulla dottrina Sarkozy, con alcune variazioni sul tema. L'industria dei contenuti al cospetto del Comitato Masi propone filtraggio e disconnessioni, autoregolamentazione e leggi più elastiche
  • AttualitàPirateria, l'Italia è sprovvedutaA sostenerlo è l'industria dei contenuti. Le istituzioni non concedono mano libera per contenere le violazioni, non sono in grado di fronteggiare la pirateria. Ma con il Comitato Tecnico Antipirateria, auspica, tutto cambierà
23 Commenti alla Notizia Italia, segnali dal Comitato Antipirateria
Ordina
  • Sinceramente sono decenni che fanno finta di prendere provvedimenti.

    La verità è che la pirateria smuove altre decine di mercati, se hai giochi se hai software se hai musica, compri volentieri pc potenti per giocare e divertirti, cambi scheda video spesso, compri tanto storage per accumulare i tuoi dati, trovi senso nel spendere soldi in buon televisori, giustifichi un adsl veloce h24, compri lettori mp3 e impianti audio digitali... insomma.

    Indubbiamente ingiusta la pirateria, ma a mio avviso non conviene a nessuno eliminarla.

    Con questo non la giustifico anzi la recrimino, ma penso che siano solo e sempre parole per fare i bigotti e i moralisti, la realtà dei fatti invece è che nessuno vorrebbe mai eliminarla, un po come la droga, guerra spietata, ma alla fine c'è sempre di più, forse perchè alimenta mercati troppo grossi pilotati da persone troppo potenti per poterla fermare ance se se ne hanno i mezzi ?

    P.s l'unico modi per trovare la giusta via di mezzo a mio avviso il digital delivery, itunes e steam insegnano.
    non+autenticato
  • bhe ottimi i vostri commenti,pero' neji altri stati stanno avviando le disconnessioni... purtroppo siete in torto perchè scaricare è illegale,e dovete sperare che non riescano a fermarvi, che po comprate o no film e canzoni poco me ne cale,il punto è che scaricate roba falsa e siete indifendibili avoja a sbraitare...
    non+autenticato
  • io lo voglio proprio vedere il sucesso delle disconesiono che se ci sara sara solo sulle indagini comisionate Ad hoc come gia fanno per i presunti danni
    non+autenticato
  • Il mercato del multimediale tradizionale (videoteche e affini) è già morto e non per la pirateria, ma perchè sta rapidamente cambiando il canale distributivo e la tecnologia. La pirateria è fisiologica, c'era ai tempi dei nastri vhs e dischi in vinile e continua ad esserci oggi. Non si può pensare che la distribuzione via internet di contenuti piratati abbia rubato quote di mercato ai mercato tradizionale, semplicemente perché nessuno che fruisce di contenuti piratati spenderebbe per acquistare gli stessi contenuti. La verità è che i vendor devono riciclarsi in nuovi metodi di monetizzazione, esattamente come accade ai produttori di software. E questa cosa gli va poco giù... Il resto è fuffa e lamentazioni di chi è rimasto a una economia e un mercato da anni '80.
    non+autenticato
  • Finalmente un bravo ragazzo che ha capito il discorso.Però rimane il problema per farlo capire alle genti.Infatti ecco che per non farlo comprendere le majors vanno contro le manifestazioni di libero pensiero e di parola.Attraverso ogni mezzo.Il fine è il mezzo.E il mezzo per arrivare è stato "castrato",onde nuocere e pensare davvero liberamente.Io scarico ugualmente,da siti streaming,da torrent..da qualsiasi parte e, scambio notevolmente,ma non mi sogno di certo di comprare 10 film al mese e 10 album musicali.Grazie
    - Scritto da: Frengo
    > Il mercato del multimediale tradizionale
    > (videoteche e affini) è già morto e non per la
    > pirateria, ma perchè sta rapidamente cambiando il
    > canale distributivo e la tecnologia. La pirateria
    > è fisiologica, c'era ai tempi dei nastri vhs e
    > dischi in vinile e continua ad esserci oggi. Non
    > si può pensare che la distribuzione via internet
    > di contenuti piratati abbia rubato quote di
    > mercato ai mercato tradizionale, semplicemente
    > perché nessuno che fruisce di contenuti piratati
    > spenderebbe per acquistare gli stessi contenuti.
    > La verità è che i vendor devono riciclarsi in
    > nuovi metodi di monetizzazione, esattamente come
    > accade ai produttori di software. E questa cosa
    > gli va poco giù... Il resto è fuffa e
    > lamentazioni di chi è rimasto a una economia e un
    > mercato da anni
    > '80.
  • Già...se pensavo che dobbiamo passarci tutta la vita comprando e noleggiando film,musica ecc...andiamo bene!?Non sarebbe meglio un film ogni tanto e qualche ciulatina in più?? Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereFan Linux
  • Come volevasi dimostrare il "meraviglioso" e inutile forum http://antipirateria.governo.it/ NON e' servito a niente.. qualche audizione e tanto spam (inutile) da una ristretta categoria del videonoleggio.

    Se date un'occhiata alle date degli ultimi post noterete che il piu' recente e' del mercoledì 17 marzo 2010!!!!!!!!!

    Il forum era morto ancora l'anno scorso e adesso se ne saltano fuori con la task force interna?????!?! Dovevano chiuderlo gia' un'anno fa!

    VERGOGNA! ArrabbiatoIndiavolato

    Non mi aspettavo niente di meglio visti i personaggi.. tutto previsto..
    non+autenticato
  • - Scritto da: aPenguin
    > Come volevasi dimostrare il "meraviglioso" e
    > inutile forum http://antipirateria.governo.it/
    > NON e' servito a niente.. qualche audizione e
    > tanto spam (inutile) da una ristretta categoria
    > del videonoleggio.

    > Se date un'occhiata alle date degli ultimi post
    > noterete che il piu' recente e' del mercoledì 17
    > marzo 2010!!!!!!!!!

    Bhe, allora e' ora di rinfrescarlo un po' no ? Forza troll di piSorride
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: aPenguin
    > > Come volevasi dimostrare il "meraviglioso" e
    > > inutile forum http://antipirateria.governo.it/
    > > NON e' servito a niente.. qualche audizione e
    > > tanto spam (inutile) da una ristretta categoria
    > > del videonoleggio.
    >
    > > Se date un'occhiata alle date degli ultimi post
    > > noterete che il piu' recente e' del mercoledì 17
    > > marzo 2010!!!!!!!!!
    >
    > Bhe, allora e' ora di rinfrescarlo un po' no ?
    > Forza troll di pi
    >Sorride

    Io su un sito governativo non ci vado a registrarmi. Anonimo
  • contenuto non disponibile
  • L'ho fatto anch'io e ci avevo scritto circa 150 post, poi avevo avuto casini lavorativi e non mi era rimasto tempo per rispondere a tono agli ignorantoni Sorride

    Rispondere a tono e fargli capire che scrivono solo un mucchio di fesserie è comunque una bella soddisfazione A bocca aperta

    Temo anch'io che abbiano smesso di moderare il forum, da qui si capisce quale utilità, grado di serietà e considerazione ci sia dalla parte del governo Arrabbiato

    Provate a scrive anche voi, a breve mi ri-aggiungo al gruppo guastatori Pirata
    Gli ultimi mesi, per dispetto, mi collegavo via tor vpn e servizi vari quindi con molta + rilassatezza Angioletto
    non+autenticato
  • Esatto.. è ora di tornare a trolleggiare un po A bocca aperta

    Devo trovare un po di tempo per scriverci sopra di nuovo Perplesso
    non+autenticato
  • >Come volevasi dimostrare il "meraviglioso" e inutile forum >http://antipirateria.governo.it/ NON e' servito a niente..


    E vorrei chiedergli quanto CI è costato!
    non+autenticato
  • ma loro hanno già dato per certo che tagliando la pirateria la gente andrà a comprare nei negozi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: malik
    > ma loro hanno già dato per certo che tagliando la
    > pirateria la gente andrà a comprare nei
    > negozi?

    A me stupisce che il comitato non abbia pensato a come gestire tutto questo flusso di gente che si fiondera' improvvisamente nei negozi ad acquistare la roba che altrimenti avrebbe scaricato.

    Qui c'era da definire un piano di approvvigionamento scorte per tutti i negozi, e pensare di far assumere almeno un paio di buttafuori per ogni negozio da mettere all'ingresso per gestire la folla che fara' a pugni per entrare.

    Perche' io mi figuro uno scenario apocalittico: nel momento stesso in cui questo comitato dira' "basta pirateria", la gente si riversera' nei negozi di CD in questo modo:

  • - Scritto da: panda rossa
    >
    > Perche' io mi figuro uno scenario apocalittico:
    > nel momento stesso in cui questo comitato dira'
    > "basta pirateria", la gente si riversera' nei
    > negozi di CD in questo
    > modo:
    >

    Dopo questa tua segnalazione vedrai che il ministro degli interni, in collaborazione anche con il ministro per la difesa, metteranno in atto un piano anti-acquirenti-post-pirati.A bocca aperta

    Fonti vicine al governo mi hanno riferito che a coordinare il tutto ci sarà il commissario FriFriA bocca aperta

    Salutoni!
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)