Transazioni a luci rosse fuori da PayPal

Decisione controversa quella assunta dalla maggiore tra le società delle transazioni online americane. Giustificata da problemi di garanzia, la mossa opera una discriminazione

San Jose (USA) - Ora che è nelle mani di eBay, che la possiede, PayPal può anche decidere di rinunciare a gestire transazioni che abbiano per oggetto beni (video ecc.) a luci rosse.

Fino ad oggi PayPal ha consentito al compratore di questo genere di oggetti su siti convenzionati con il suo servizio, di conservare il proprio anonimato. L'acquirente, infatti, registrato con PayPal, non è obbligato a cedere i suoi dati direttamente al venditore. Anche per questo sono moltissimi i siti a luci rosse che per le proprie transazioni hanno scelto di convenzionarsi con PayPal.

Nelle prossime settimane PayPal non sarà più disponibile per transazioni legate all'accesso a immagini digitali e, entro il 12 giugno, la cosa varrà anche per video, libri, DVD, oggettistica a sfondo erotico e via dicendo.
La mossa dell'azienda, che ricalca analoghe decisioni prese anche da altri enti transattivi, avrà di certo ripercussioni sul suo fatturato: occorre considerare infatti che il commercio elettronico a luci rosse non ha mai conosciuto un calo ma, negli anni, non ha fatto che aumentare il suo valore, con conseguenze a cascata su tutti gli operatori del porno e delle transazioni online.

Da eBay ora si sostiene che la decisione si deve al fatto che sono troppe le frodi nel settore che coinvolgono i commercianti di articoli per adulti e che di conseguenza finiscono per coinvolgere anche PayPal. Ma è inevitabile che molte imprese del porno che hanno iniziato a commentare la questione si sentano discriminate: spesso proprio in PayPal piccoli produttori e rivenditori avevano risposto interamente le proprie speranze commerciali online.
15 Commenti alla Notizia Transazioni a luci rosse fuori da PayPal
Ordina
  • bisogna dire che Ebay ha coraggio, questa scelta la espone chiaramente alle critiche di molti, ma fa emergere una grande verità sul commercio del sesso: chi commercia marciume, alla fine è talmente privo di valori che è quello che più facilmente organizza truffe. Parlare di discriminazione è fuori luogo, solo giustificata selezione dei partner commerciali che danno un minimo di garanzie. Giustamente in effetti dovrebbe perseguire anche la pirateria, ma chiaramente si entra su un terreno più difficile, non c'è solo da distinguere tra i generi, ma si entra nella verifica del diritto d'autore e dei right management.

    non+autenticato
  • ...oooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!
    E adesso come faccioTriste ???
    non+autenticato
  • inutile fare tanta pubblicità:

    Vi racconto una storia:

    Vi racconto una storia: Diversi mesi fa mi è saltato in mente di mettere un'asta su ebay un prodotto. Per sbaglio inviai due aste e quindi mi trovai a proporre due prodotti dello stesso tipo. Nulla di male, pensai....tanto di quei prodotti n?avrò 5-6 pezzi, così lasciai correre e continuai ad attendere gli sviluppi. Per cause che non sto a descrivere, quei prodotti non giunsero mai nelle mie mani e quindi ero impossibilitato a fornirli a terzi. Mi scusai con gli utenti che avevano partecipato all'asta e morta li..... Dopo questa fase, mi arriva un?email da Ebay con una fattura di ?.40,00~ per il servizio che avevano svolto. Io replico nell'email che la vendita non aveva avuto esito positivo quindi non ero tenuto a rendere a loro una parte del mio mancato guadagno. Il reply non funzionò poiché mi rispose il robot dell'email annunciandomi che non era possibile replicare....... Osservai il sito e mandai email a cani e porci...totalmente inutile ritornavano indietro. Quindi cercai un numero telefonico per poter parlare con qualcuno. ZERO... Ora a distanza di qualche mese mi vedo recapitare a casa una lettera di una ditta per riscuotere la somma che devo ad Ebay e che se non spedivo il denaro entro 10gg sarei andato in tribunale per bla bla bla..... Che dire, per evitare rogne pagai la cifra. Una considerazione: non entrerò mai più in quel sito e spero che per solidarietà tutti voi ve ne terrete alla larga.

    basta un cut & paste!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > inutile fare tanta pubblicità:

    Cosa stai dicendo ?
    Il risultato e' sempre quello, no ?
    non+autenticato
  • > Dopo
    > questa fase, mi arriva un?email da Ebay con
    > una fattura di ?.40,00~ per il servizio che
    > avevano svolto. Io replico nell'email che la
    > vendita non aveva avuto esito positivo
    > quindi non ero tenuto a rendere a loro una
    > parte del mio mancato guadagno.

    Chi mette qualcosa all'asta su Ebay dovrebbe leggere il contratto di servizio, e li c'e' scritto nero su bianco che devi pagare.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > http://www.elencotv.com/modules.php?name=News


    Non vado piu' da tempo su ebay, casi del genere sono all'ordine del giorno...
    non+autenticato
  • Sono stupito dal commento di PI per cui la decisione di eBay-PayPal sia una discriminazione verso alcune imprese. Ma come si fa a non vedere che il marcio più marcio della rete è proprio lì, nel mercato pornografico? Se eBay-PayPal non vuole che i suoi sistemi agevolino questo mercato hanno tutto il diritto (e per me pure il dovere) di farlo. O no?
    non+autenticato
  • Preti, bigotti, benpensanti ora basta ce le avete proprio rotte.....

    Non vi piace il sesso, ritiratevi in convento ma noi vogliamo avere la testa e le mani libere per fare ciò che vogliamo della nostra sessualità senza che voi ci imponiate alcuneh sulal base dei vostri stupidi pregiudizi morali.

    Basta con la favola che il sesso c'e' solo quando c'e' l'amore, basta con le favole.

    Il sesso vogliamo e possiamo consumarlo come qualsiasi altro "serivizio" che viene venduto sulla faccia della terra.

    Per favore risparmiateci le vostre prediche da preti falliti....

    Torno or ora dalla Spagna, e che differenza rispetto all'Italia.

    Ognuno fa come gli pare, uno vuole vendere il culo lo fa liberamente e nessuno gli rompe il ..... neanche i preti.

    Qualcuno vuole amare lo faccia ma non impedisca agli altri di vivere liberamente la propria vita sessuale e quindi individuale.

    Io per lavoro vendo il mio cervello , mi domando allora cosa sia più ripugnante mercificare la propria sessualita' oppure la propria cerebralita'. Secondo me nessuno delle due se non vi e' costrizione violenta.

    In una società sessuofobica come quella italiana la risposta e' scontata.....

    Bigotti non pensiate però di dettare legge come nel medioevo perchè stavolta dovrete passare sui nostri cadaveri prima di ricondurci in quello stato di schiavitu'.

    Scusate il commento un po' fuori le righe ma veramente ne ho piene le tasche con questi preti mancati....
  • "Io per lavoro vendo il mio cervello"

    Parbleu !

    Burp.
    non+autenticato
  • approvo e concordo. La liberta' di un essere umano finisce dove comincia la tua. La mia sta nello scaricarmi i pornazzi la tua sta in quella di andare su disney.com.
  • Joseph Sullivan direttore del dipatimento "law enforcement and compliance" di eBay.com, ha dichiarato che basta un semplice fax da parte di un membro delle foze di polizia per ottenere da eBay "nome, email, indirizzo, recapito, telefono, nome della ditta presso cui è impiegato e nickname di QUALSIASI UTENTE REGISTRATO. eBay gentilmente fornirà anche la cronologia di prodotti visionati, risposte ricevute, offerte fatte, prezzi pagati e messaggi spediti nei vari gruppi di discussione su eBay.com".

    Quel che è peggio è che eBay condivide in questo modo anche le informazioni degli utenti Paypal e arriva a fingersi un potenziale compratore per incriminare persone sospettate di furto o qualsiasi condotta illegale

    La prossima volta conviane leggerle tutte le 10163 parole che precedono il bottoncino con scritto "I agree" .

    Articolo completo qui: http://www.haaretzdaily.com/hasen/pages/ShArt.jhtm...


    ********************
    http://www.sitelab.it/pointless/ita.shtml
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)