Alfonso Maruccia

RapidShare, no ai filtri preventivi

Il popolare servizio di hosting esce vittorioso per l'ennesima volta dai tribunali tedeschi. RapidShare non può impiegare filtri, ha stabilito il giudice, e gli utenti hanno diritto a fare copie private su suoi server

RapidShare, no ai filtri preventiviRoma - Continua la serie positiva delle vittorie di RapidShare in tribunale. L'ultimo caso - conclusosi con la sconfitta dell'accusa e il trionfo su tutta la linea delle ragioni del servizio di file hosting - riguarda ancora una volta il distributore cinematografico Capelight Pictures, che già aveva provato a inchiodare RapidShare alle sue presunte responsabilità sui contenuti nei mesi passati.

L'appello dello scorso maggio era finito bene per il servizio di hosting dopo la condanna in primo grado, e la nuova sentenza conferma quella di appello e va anche oltre: Capelight Pictures non può pretendere alcuna cancellazione proattiva o l'implementazione meccanismi di filtri sui server di RapidShare perché filtrare termini inglesi molto comuni porterebbe alla cancellazione di un'enorme quantità di contenuti legittimi.

Una simile situazione renderebbe RapidShare responsabile nei confronti dei suoi utenti, che a quel punto potrebbero anche decidere di denunciare la società per la sua condotta. E comunque, ha stabilito la corte di appello con la sua ultima decisione, i filtri non s'hanno da fare perché impattano direttamente sul diritto garantito agli utenti di conservare copie private dei propri contenuti legittimamente acquistati.
La decisione della corte viene naturalmente accolta con favore dai legali di RapidShare, con l'avvocato Daniel Raimer che sottolinea come essa rappresenti un altro passo nella giusta direzione: "La pratica in precedenza molto comune tra i detentori del copyright di denunciare RapidShare sulla base dell'opportunità di guadagnarci qualcosa - ha detto Raimer - equivocando le realtà in cui il servizio opera e dimostrando disprezzo per il suo modello di business non porterà più ad alcun risultato".

Il vento pare infatti mutato per le sorti legali di RapidShare, un business che solo poco tempo addietro pareva sul punto di crollare sotto le richieste dell'industria e le misure anti-pirateria draconiane imposte ai suoi utenti e che ora va invece come un treno alla vittoria nei tribunali tedeschi ma anche statunitensi. E parte addirittura al contrattacco dei troll della proprietà intellettuale.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàRapidShare flirta con WarnerSarebbe stato trovato un accordo per distribuire blockbuster hollywoodiani a pagamento tra gli archivi del servizio svizzero di file hosting
  • AttualitàRapidshare e le pulizie di primaveraIl servizio di file hosting ha deciso di cambiare politica nei confronti di chi distribuisce contenuti protetti dal copyright. Le indiscrezioni parlano di un vero e proprio repulisti di account poco virtuosi
  • Diritto & InternetGermania, RapidShare non è responsabileAssolto il servizio di hosting, precedentemente condannato per aver ospitato film in violazione del copyright. I file non sono condivisi pubblicamente dalla piattaforma. E imporne la rimozione coatta attenta ai diritti degli utenti
  • AttualitàUSA, assolto il nemico RapidShareDopo essere stato incluso nell'asse del male del P2P, il servizio di hosting è stato liberato dalle accuse di un'azienda specializzata in contenuti per adulti. Non sarebbe affatto responsabile dei contenuti caricati dagli utenti
  • AttualitàRapidShare contro il troll del copyrightContrattacco del servizio di file hosting, dopo la vittoria nei confronti dell'azienda specializzata in contenuti per adulti Perfect 10. Che utilizzerebbe il suo business per mascherare la sua vera natura di troll del diritto d'autore
72 Commenti alla Notizia RapidShare, no ai filtri preventivi
Ordina
  • Non è archiavare la propria "copia privata" di materiale coperto dal copyright su RS, o simili, ad essere il problema (che di per sé è legittimo e previsto dalla normativa).
    Il punto, piuttosto, riguarda la condivisione dei link della TUA copia privata, che dovrebbe essere PERSONALE e limitato al TUO USO esclusivo, su dei forum con il RESTO DEL MONDO!
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Non è "archiavare" è per i porno?Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippO
    > - Scritto da: ThEnOra
    > > Non è "archiavare" è per i porno?Occhiolino

    Hehehe, su RS ce ne stanno! Mi avete sgamato!
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Non è archiavare la propria "copia privata" di
    > materiale coperto dal copyright su RS, o simili,
    > ad essere il problema (che di per sé è legittimo
    > e previsto dalla
    > normativa).
    > Il punto, piuttosto, riguarda la condivisione dei
    > link della TUA copia privata, che dovrebbe essere
    > PERSONALE e limitato al TUO USO esclusivo, su dei
    > forum con il RESTO DEL
    > MONDO!

    Se posso ascoltare l'autoradio a tutto volume, condividendo l'esperienza col resto del mondo, analogamente posso condividere la copia privata col resto del mondo.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: ThEnOra
    > > Non è archiavare la propria "copia privata" di
    > > materiale coperto dal copyright su RS, o simili,
    > > ad essere il problema (che di per sé è legittimo
    > > e previsto dalla
    > > normativa).
    > > Il punto, piuttosto, riguarda la condivisione
    > dei
    > > link della TUA copia privata, che dovrebbe
    > essere
    > > PERSONALE e limitato al TUO USO esclusivo, su
    > dei
    > > forum con il RESTO DEL
    > > MONDO!
    >
    > Se posso ascoltare l'autoradio a tutto volume,
    > condividendo l'esperienza col resto del mondo,
    > analogamente posso condividere la copia privata
    > col resto del
    > mondo.

    Daiiiiiiiii! Che analogia è?
    Hai un impianto audio sulla tua panda che ti sentono fino in Cina?
    Dimmi dove l'hai preso che anche a me d'estate piace fare il tamarro!!A bocca aperta

    In ogni caso per condividere mica ti serve la copia privata! Presta il tuo CD!
  • > > Se posso ascoltare l'autoradio a tutto volume,
    > > condividendo l'esperienza col resto del mondo,
    > > analogamente posso condividere la copia privata
    > > col resto del
    > > mondo.
    >
    > Daiiiiiiiii! Che analogia è?
    > Hai un impianto audio sulla tua panda che ti
    > sentono fino in
    > Cina?
    > Dimmi dove l'hai preso che anche a me d'estate
    > piace fare il tamarro!!
    >A bocca aperta
    >
    > In ogni caso per condividere mica ti serve la
    > copia privata! Presta il tuo
    > CD!
    Il panada è il classico caso di gay col c@@o degli altri...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ThEnOra

    > >
    > > Se posso ascoltare l'autoradio a tutto volume,
    > > condividendo l'esperienza col resto del mondo,
    > > analogamente posso condividere la copia privata
    > > col resto del
    > > mondo.
    >
    > Daiiiiiiiii! Che analogia è?
    > Hai un impianto audio sulla tua panda che ti
    > sentono fino in
    > Cina?

    Si.

    > Dimmi dove l'hai preso che anche a me d'estate
    > piace fare il tamarro!!
    >A bocca aperta

    Connessione WiFi.
    Io inserisco una chiavetta USB con su il mio MP3 e dalla cina possono ascoltarlo in streaming o via P2P.

    > In ogni caso per condividere mica ti serve la
    > copia privata! Presta il tuo
    > CD!

    Ma nessuno dei due. Io per condividere alzo il volume del mio P2P a palla.
  • - Scritto da: panda rossa
    >
    > Connessione WiFi.
    > Io inserisco una chiavetta USB con su il mio MP3
    > e dalla cina possono ascoltarlo in streaming o
    > via
    > P2P.

    Allora solo quando sei fermo e non in movimento... naaaa, io voglio una tamarrata!

    > > In ogni caso per condividere mica ti serve la
    > > copia privata! Presta il tuo
    > > CD!
    >
    > Ma nessuno dei due. Io per condividere alzo il
    > volume del mio P2P a
    > palla.

    Carina l'analogia.
    non+autenticato
  • > Il punto, piuttosto, riguarda la condivisione dei
    > link della TUA copia privata, che dovrebbe essere
    > PERSONALE e limitato al TUO USO esclusivo, su dei
    > forum con il RESTO DEL
    > MONDO!

    Ma se su un forum trovi un messaggio che ti dice che il file xyz123.rar archiviato su rapidshare è l'ultimo film appena uscito al cinema, come fai a sapere se chi ha inviato quel messaggio è lo stesso che ha uppato il film? Non è detto che lo sia (e spesso non lo è)

    E come fai a dire che chi ha scritto quel messaggio ha violato una qualsiasi legge? Hai le mani legate.
    non+autenticato
  • - Scritto da: angros
    > > Il punto, piuttosto, riguarda la condivisione
    > dei
    > > link della TUA copia privata, che dovrebbe
    > essere
    > > PERSONALE e limitato al TUO USO esclusivo, su
    > dei
    > > forum con il RESTO DEL
    > > MONDO!
    >
    > Ma se su un forum trovi un messaggio che ti dice
    > che il file xyz123.rar archiviato su rapidshare è
    > l'ultimo film appena uscito al cinema, come fai a
    > sapere se chi ha inviato quel messaggio è lo
    > stesso che ha uppato il film? Non è detto che lo
    > sia (e spesso non lo
    > è)
    >
    > E come fai a dire che chi ha scritto quel
    > messaggio ha violato una qualsiasi legge? Hai le
    > mani
    > legate.

    Non mi interessa saperlo. Ha di fatto agevolato l'accesso. Punto.
    non+autenticato
  • sappiamo tutti a che servono servizi quali quello in esame.
    andrebbero monitorati e soprattutto vietata l`archiviazione di file criptati.
  • Il loro scopo è proprio di archiviare file (criptati e non), di propagare il modello "tutto gratis" e di spazzare via il vecchio modello di distribuzione a pagamento, che ormai è diventato inutile quanto un cu1o senza il buco.
    non+autenticato
  • - Scritto da: angros
    > Il loro scopo è proprio di archiviare file
    > (criptati e non), di propagare il modello "tutto
    > gratis" e di spazzare via il vecchio modello di
    > distribuzione a pagamento, che ormai è diventato
    > inutile quanto un cu1o senza il
    > buco.

    ma che sei, la mia ombra? Perplesso
  • È da un pezzo che ti tengo sotto sorveglianza.

    Gli individui sovversivi come te devono essere monitorati, in modo da poter neutralizzare ogni loro azione provocatoria.
    non+autenticato
  • - Scritto da: angros
    > È da un pezzo che ti tengo sotto sorveglianza.
    >
    > Gli individui sovversivi come te devono essere
    > monitorati, in modo da poter neutralizzare ogni
    > loro azione
    > provocatoria.

    ancora con l`idea malata che io sia un troll? chi sei goddamn?
  • No, sono un membro del Nuovo Ordine Mondiale. Il mio incarico è top secret.
    non+autenticato
  • - Scritto da: angros
    > No, sono un membro del Nuovo Ordine Mondiale. Il
    > mio incarico è top
    > secret.

    minchia, e ti hanno sbattuto a monitorare i cazzoni su pi. devi essere una pedina fondamentale del nuovo ordine.
  • - Scritto da: ostrega
    > - Scritto da: angros
    > > No, sono un membro del Nuovo Ordine Mondiale. Il
    > > mio incarico è top
    > > secret.
    >
    > minchia, e ti hanno sbattuto a monitorare i
    > cazzoni su pi. devi essere una pedina
    > fondamentale del nuovo
    > ordine.

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
  • vietato vietare
    non+autenticato
  • - Scritto da: wisemenusew in
    > vietato vietare

    e l`omicidio? lo vietiamo o no?
  • come si fa a dire "vietata l`archiviazione di file criptati." ? vattene in cina se non vuoi la libertà, questo dovrebbe essere ancora uno stato di diritto.
    non+autenticato
  • come da oggetto.
    E spero che sia un problema di traduzione o di interpretazione della sentenza, ma dalla lettura dell'articolo sembrerebbe che la sentenza di fatto impedisce a RapidShare di chiudere baracca e burattini in ogni momento perché altrimenti i suoi utenti potrebbero farle causa.
    Cioè, IMHO se hai affidato i tuoi dati a un terzo senza uno straccio di contratto che ne garantisca l'integrità, e questo chiude o ti svampa i dati, vale legge del famoso duca Cat Sith Whay...
  • parla degli utenti paganti che hanno il diritto di caricare tutto ciò che vogliono se rispettono le leggi e i filtri impedirebbero questa pratica e non sarebbero nemmeno utili a sgominare la pirateria visto che non ci vuole un genio a chiamare un film/gioco 32365243642.zip ed eludere cosi i filtriA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Regur Mortis
    > parla degli utenti paganti che hanno il diritto
    > di caricare tutto ciò che vogliono se rispettono
    > le leggi e i filtri impedirebbero questa pratica
    > e non sarebbero nemmeno utili a sgominare la
    > pirateria visto che non ci vuole un genio a
    > chiamare un film/gioco 32365243642.zip ed eludere
    > cosi i filtri
    >A bocca aperta

    E io i miei filmini delle vacanze che uppo li' li chiamo apposta
    Vacanze in India [Divx-ITA].avi
    Vacanze a Rio [Divx-ITA].avi
    Vacanze a New York [Divx-ITA].avi
    e se qualche filtro mi impedisce di dare ai miei filmini i nomi che voglio, o impedisce ai miei amici di vedere i miei filmini delle vacanze, faccio scoppiare un casino!
  • Accidenti ho visto con che belle donne fai le vacanze, sembrano tutte delle star.
    Beato te!Sorride
  • - Scritto da: Regur Mortis
    > parla degli utenti paganti

    Si, ma anche nei loro riguardi RapidShare dovrebbe avere sempre il diritto di chiudere.
    Mica può essere condannata a fornire un servizio per sempre, è un privato, mica un servizio pubblico.
    Mi hai pagato, sto su fino a quando sono obbligato a farlo e non sono obbligato a rinnovare il contratto (a meno che questo non sia stabilito specificatamente)
  • - Scritto da: Momento di inerzia
    > - Scritto da: Regur Mortis
    > > parla degli utenti paganti
    >
    > Si, ma anche nei loro riguardi RapidShare
    > dovrebbe avere sempre il diritto di
    > chiudere.
    > Mica può essere condannata a fornire un servizio
    > per sempre, è un privato, mica un servizio
    > pubblico.
    > Mi hai pagato, sto su fino a quando sono
    > obbligato a farlo e non sono obbligato a
    > rinnovare il contratto (a meno che questo non sia
    > stabilito
    > specificatamente)

    Ha chiuso anche geocities.
    C'e' modo e modo di chiudere.
    Un conto e' farlo dalla sera alla mattina, che e' quanto si vuole impedire, un conto e' dare un lungo preavviso con comunicazione pubblica tramite i mezzi di informazione della rete, e privata, con mail a tutti gli iscritti.
  • tanto si son gia suicidati da soli quando hanno smesso di incentivare gli upper...
    non+autenticato
  • ancora premia gli uploader e cmq hanno anche messo dei limiti pesanti sul download, c'è da dire però che queste sentenze saranno sicuramente d'aiuto
    non+autenticato
  • Per rapidshare, che evita una orrenda morte prematura (come se non bastasse rinominare i file compressi e metterci una pass) e di trovare utenti inferociti.

    Già sotto la concorrenza perdeva colpi, forse questo aiuterà non poco la sua quota di mercatoA bocca aperta
    Sgabbio
    26178
  • Rapidshare è un morto che cammina ormai
    da fine giugno hanno cambiato i prezzi e le policies.
    hanno forti limitazioni giornaliere
    stava già perdendo terreno prima, ormai sono spacciati, sentenza o meno
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)