Mauro Vecchio

Ebook, classici solo su Amazon

Un quotato agente letterario statunitense si è trasformato in un editore, firmando un patto esclusivo con il retailer per la vendita di volumi di Rushdie e Thompson. Polverone nel mondo dell'editoria

Roma - Si tratta di una mossa che trasformerebbe un quotato agente letterario statunitense in un vero e proprio editore, specializzato nella distribuzione di libri in formato elettronico. E la decisione di Andrew The Jackal Wylie pare aver scatenato un putiferio, con alcune delle principali case editrici a stelle e strisce pronte - nella più rosea delle intenzioni - a chiudergli la porta in faccia.

Una reazione condivisa e generalizzata, scatenatasi a partire dal recente lancio di Odyssey Edition, ovvero la casa editrice ora gestita da Wylie, che venderà i suoi titoli solo ed esclusivamente presso il Kindle Store del retailer online Amazon. Una mossa che, in sostanza, ha tagliato fuori dai giochi di mercato gli altri protagonisti dell'editoria in lingua inglese.

Noto agente letterario, Wylie ha accumulato una quota più che consistente di clienti famosi, tra cui Philip Roth, John Updike, Salman Rushdie e i defunti William S. Burroghs e Hunter S. Thompson. Proprio classici come Junkie e Fear And Loathing in Las Vegas saranno dunque disponibili in formato elettronico presso il Kindle Store, al prezzo usuale di 9,99 dollari.
C'è un problema. La casa editrice Random House aveva già discusso con Wylie, circa presunti diritti legati ai venti testi disponibili su Amazon. In sostanza, il team legale di Random House sostiene di possedere i diritti di distribuzione dei classici, nonostante il fatto che i relativi accordi siano stati firmati ben prima dell'avvento degli ebook.

Ma la casa editrice ha poi sottolineato come esista una particolare postilla che le concederebbe i diritti relativamente ai testi stampati e a qualsiasi altro tipo di edizione. Una corte di New York aveva tuttavia dato torto a Random House, che - in caso precedente - aveva trascinato in giudizio RosettaBooks LLC, rea di aver distribuito volumi elettronici degli scrittori Kurt Vonnegut e Robert Parker.

Wylie è finito poi nel mirino della casa editrice MacMillan, che in un post apparso sul suo blog ufficiale gli ha dato il benvenuto nel mondo dell'editoria. La sua mossa rischierebbe tuttavia di limitare le possibilità di lettura degli utenti, avvantaggiando ulteriormente un retailer che già detiene una fetta succulenta del mercato degli ebook.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • TecnologiaNook sbarca su AndroidIl software di Barnes & Noble ha debuttato sulla piattaforma mobile di Google, dove porta la tecnologia di condivisione degli ebook LendMe
  • AttualitàKindle, e-reader batte cartaCresciuto il ritmo di vendita negli ultimi 90 giorni d'attività del retailer Amazon. Sarebbero 180 i libri elettronici venduti a fronte di 100 in formato tradizionale. Ora i numeri di iPad fanno meno paura
  • AttualitàBrevetti, Kindle ancora nel mirinoDiscovery deposita nuovamente una denuncia per violazione brevettuale, già avanzata nel 2009. Coinvolti tutti i modelli Kindle
4 Commenti alla Notizia Ebook, classici solo su Amazon
Ordina