Sparano agli avvoltoi della SARS

Si stanno moltiplicando siti e spam che propongono vaccini e cure contro la malattia asiatica: sfruttano l'allarme sanitario per truffare i gonzi. Arriva la cavalleria

Roma - Tempi duri per gli avvoltoi della SARS, quelli che sfruttano l'allarme generato dall'epidemia in corso per tentare di portarsi a casa un mucchio di soldi, costi quel che costi. Avvoltoi che spesso e volentieri scelgono internet per trovare i polli a cui sfilare il contante.

Per questo la Federal Trade Commission (FTC) e la Food and Drug Administration (FDA) hanno avviato una collaborazione che si è subito esplicata in un avvertimento a chi vende online cure, vaccini, sistemi di prevenzione e altre amenità. Chi lo fa rischia pesantissime sanzioni in assenza di prove convincenti dell'efficacia dei prodotti. Inoltre negli USA non si possono vendere farmaci che non siano stati autorizzati preventivamente dalla FDA.

L'avvertimento arriva dopo che le agenzie federali hanno individuato in rete alcune decine di siti pensati per spacciare rimedi, spesso proponendo come farmaci e strumenti di prevenzione antiSARS delle soluzioni già in commercio, dagli integratori vitaminici a disinfettanti per la casa...
Come se non bastasse, la speranza degli avvoltoi si aggrappa ancora una volta all'invio di tonnellate di spam. Secondo la FTC in questi giorni sono stati inviati milioni di messaggi di almeno sette tipi diversi da altrettanti improvvisati laboratori antiSARS.
TAG: mondo
4 Commenti alla Notizia Sparano agli avvoltoi della SARS
Ordina