Mauro Vecchio

Microsoft, contenere i consumi domestici

Un monitor da collegare al software Hohm, per tenersi sempre aggiornati sul dispendio d'energia in ambito casalingo. Non ci sarà più bisogno di un contatore intelligente messo a disposizione dal fornitore di energia

Roma - All'alba della scorsa estate, Microsoft aveva sfornato la sua personale risposta al Powermeter di Google. Un'applicazione web chiamata Hohm, che avrebbe aiutato i suoi utenti a trovare le migliori soluzioni per il risparmio energetico in ambito domestico. Hohm doveva tuttavia essere collegato ad uno dei cosiddetti contatori intelligenti.

Erano però in pochi i fornitori di energia elettrica in grado di supportare il servizio. Un problema su cui BigM pare aver ragionato per quasi un anno, prima di annunciare una tecnologia chiamata Hohm PowerCost Monitor and WiFi Gateway. In sostanza, un power meter reader, realizzato dall'azienda di Redmond in collaborazione con Blue Line Innovations.

Come sottolineato da un recente comunicato stampa di Microsoft, si tratterebbe di una tecnologia che permetterà agli utenti di ottenere dati in tempo reale, attraverso semplici grafici aggiornati ogni 30 secondi. In questi ultimi, un monitoraggio costante dei consumi di una singola abitazione, che garantirebbe la possibilità di intervenire subito per risparmiare energia e dunque denaro.
I dati inviati da Hohm PowerCost Monitor and WiFi Gateway al computer di casa andranno infatti a rivelare l'esatta quantità d'energia consumata e il relativo costo in dollari. Microsoft ha messo in vendita il reader in due modalità: insieme al software Hohm al prezzo di 259 dollari e da solo a 159 dollari.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • TecnologiaGoogle, un monitor per i consumiPer invitare all'uso consapevole e responsabile dell'energia. Mountain View cerca la collaborazione dei colossi di settore. Per sguazzare nel disegno che Obama vuole tracciare per l'energia
  • TecnologiaGoogle, bollette verdiBigG istituisce una divisione che si occuperà di energia pulita. Dapprima servirà solo i datacenter di Mountain View, poi chissà
4 Commenti alla Notizia Microsoft, contenere i consumi domestici
Ordina
  • con un pò di buon senso si possono evitare di spendere i soldi, e risparmiare di più... (visto che non devi comprare niente.)
    si inizia spegnendo le luci nelle stanze inutilizzate e riempendono al massimo carico lavatrici e lavastoviglie....sostituendo un pò alla volta le lampadine a incandescenza con quelle a risparmio....etc etc
    non+autenticato
  • Heh, io direi che si inizia a risparmiare non spendendo 260 euro per 'sto cosoSorride

    E' un apparecchio tuttosommato interessante da avere, e te ne puoi vantare con gli amici (heh XD), ma quanto costa monitorare il proprio consumo energetico? Tra PC acceso e 'sti 260 euro, dov'è il risparmio? Ok, c'è chi tiene sempre acceso il PC... ma la mia domanda è "si possono risparmiare oltre 260 euro in consumo energetico con l'utilizzo di questo aggeggio?"
    In qualsiasi caso, non credo sia compatibile con i nuovi contatori Enel che ci stanno in Italia...
  • - Scritto da: kaihiwatari
    > Heh, io direi che si inizia a risparmiare non
    > spendendo 260 euro per 'sto coso
    >Sorride

    Il solito gagget che alimenterà la corsa agli acquisti di un "coso" inutile.
  • Però fa figo!A bocca aperta Sai che bello fare lo sborone con gli amici mostrandogli 'sto coso? No, eh? XD

    Quando mi trasferii nel mio nuovo appartamento, v'erano tutte lampadine ad incandescenza da 60 W ognuna, fortuna che al supermercato c'erano delle lampadine a basso consumo classe A ad 1 euro: ne ho comprate 6! Questo lo chiamerei "risparmio energetico", non 260 euro per qualcosa che "controlla il tuo consumo", che non è la stessa cosa che "diminuirlo".
    Che bello essere cresciuti col padre che se non spegnevi la luce quando uscivi, erano guai.