Claudio Tamburrino

Motorola confida in Droid X

Trimestrale non male per l'azienda statunitense, che scommette nel successo del modello di punta tra i dispositivi Android. In vista della separazione tra le sue divisioni

Roma - Il secondo trimestre fiscale del 2010 di Motorola ha registrato introiti per 5,41 miliardi di dollari, superando le stime di Wall Street (che l'ha premiata con un più 1 per cento). Con un profitto di 162 milioni di dollari (molto di più rispetto ai 26 milioni dello scorso anno), l'azienda riesce a segnare circa 9 centesimi lordi di ricavo per azione.

A trainare la compagnia un contratto per la costruzione della rete LTE nell'area di San Francisco e una serie di contratti riguardanti progetti (avviati con il gruppo Projetc 25) di comunicazione radio in Georgia, Maryland, New York e Washington.

Ancora non totalmente esaltanti, invece, le vendite dei sui device mobili: solo 8,3 milioni di apparecchi sono stati venduti (rispetto ai 14,8 del corrispondente periodo del 2009), con gli smartphone fermi a 2,7 milioni di unità (un po' di più rispetto ai 2,3 milioni venduti nel primo quarto, ma meno dei 2,8 attesi).
Una perdita operativa, per la divisione che si occupa dei telefonini, escluse le entrate relative ad una causa legale, di 109 milioni di dollari. Cifre, in ogni caso, che per quanto riguarda i dispositivi di fascia bassa superano le aspettative e che quindi, insieme all'accordo con Verizon Wireless, spingono i dirigenti a confidare nel prossimo successo dei nuovi dispositivi Android e in particolare Droid X.

Proprio sul modello da molti visto come l'anti-iPhone puntano per spingere in alto i numero del settore mobile dell'azienda, tanto che sperano che nel prossimo quarto le vendite di smartphone dell'azienda possano arrivare a 3,8 milioni di apparecchi. In fondo, come dice la nuova pubblicità, Droid è un apparecchio "che non necessita di custoria" per effettuare chiamate.

Il successo di questo settore è d'altronde fondamentale per permettere a Motorola di effettuare senza scossoni una ristrutturazione aziendale prevista entro il primo quarto 2011: lo scopo è quello di separare la divisione che si occupa dei contratti e delle soluzioni aziendali, da quello che si occupa della commercializzazione dei prodotti, costituito in gran parte proprio dagli apparecchi mobile.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • TecnologiaNokia: tanto peggio, tanto meglio Il CEO Kallasvuo rilancia le speranze di Symbian e rinnova l'impegno sul mercato USA. Con il prossimo N8, promette, l'azienda finlandese si riprenderà lo scettro anche nel comparto degli smartphone
  • BusinessIBM, trimestrale con ristrutturazione Numeri positivi, penalizzati solo dalla debolezza dell'Euro. Riorganizzazione ai vertici, forse in vista di un cambio della guardia. Investitori relativamente contenti
  • BusinessGoogle, trimestre cosìQuarto finanziario non esaltante, che però conferma la potenza del search e la crescita di Android. Di cui Mountain View non rilascia dati economici
17 Commenti alla Notizia Motorola confida in Droid X
Ordina
  • A me risulta diversamente...

    http://www.apple.com/antenna/

    “Motorola Droid X

    In our tests, the Motorola Droid X dropped from 3 bars to 0 bars when held in a way that attenuated the signal.”
    non+autenticato
  • La custodia è 'necessaria' con l'iPhone4 per eliminare il problema del contatto diretto con le superfici metalliche conduttive, che sbilanciano l'antenna. Nessun altro telefono ha un'antenna direttamente esposta al contatto.

    Qualsiasi telefono, in generale, con un una custodia *peggiora* le prestazioni dato che il segnale deve attraversare più ostacoli; nel caso dell'iPhone però la perdita è largamente inferiore a quella derivante dalla perturbazione delle caratteristiche dell'antenna dovuta al contatto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zdar
    > La custodia è 'necessaria' con l'iPhone4 per
    > eliminare il problema del contatto diretto con le
    > superfici metalliche conduttive, che sbilanciano
    > l'antenna.
    > Nessun altro telefono ha un'antenna
    > direttamente esposta al
    > contatto.

    Giusto.

    > Qualsiasi telefono, in generale, con un una
    > custodia *peggiora* le prestazioni dato che il
    > segnale deve attraversare più ostacoli;

    Sbagliato: La plastica è radio-trasparente.

    > nel caso
    > dell'iPhone però la perdita è largamente
    > inferiore a quella derivante dalla perturbazione
    > delle caratteristiche dell'antenna dovuta al
    > contatto.

    Quando dici una perdita "largamente inferiore" ti riferisci alla perdita di segnale sugli altri telefoni?
    Vero, ma non consideri il livello di segnale di partenza, a cui si sottrae una parte con la mano.
    Un po' come dire "ho perso 10 euro dal portafogli": non indica quanti soldi sono rimasti. Zero? Mille euro?

    È facile ipotizzare che l'antenna esterna catturi più segnale di una interna, quindi il livello iniziale è più elevato. Dopo la sottrazione, quanto rimane? È questa la domanda da un milione di dollari.
    ruppolo
    33147
  • Niente è al 100% radio trasparente. Certamente uno strato di plastica di qualche millimetro fa poca differenza, ma non è radio trasparente.
    non+autenticato
  • ma gli rispondi pure?.. ruppolo crede che gli iphones li facciano gli umpalumpa con l'ingrediente magico e tu presumi che abbia capito quello che hai detto sull'antenna?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 31 luglio 2010 17.51
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: Zdar
    > > La custodia è 'necessaria' con l'iPhone4 per
    > > eliminare il problema del contatto diretto con
    > le
    > > superfici metalliche conduttive, che sbilanciano
    > > l'antenna.
    > > Nessun altro telefono ha un'antenna
    > > direttamente esposta al
    > > contatto.
    >
    > Giusto.
    >
    > > Qualsiasi telefono, in generale, con un una
    > > custodia *peggiora* le prestazioni dato che il
    > > segnale deve attraversare più ostacoli;
    >
    > Sbagliato: La plastica è radio-trasparente.
    >
    > > nel caso
    > > dell'iPhone però la perdita è largamente
    > > inferiore a quella derivante dalla perturbazione
    > > delle caratteristiche dell'antenna dovuta al
    > > contatto.
    >
    > Quando dici una perdita "largamente inferiore" ti
    > riferisci alla perdita di segnale sugli altri
    > telefoni?
    > Vero, ma non consideri il livello di segnale di
    > partenza, a cui si sottrae una parte con la
    > mano.
    > Un po' come dire "ho perso 10 euro dal
    > portafogli": non indica quanti soldi sono
    > rimasti. Zero? Mille
    > euro?
    >
    > È facile ipotizzare che l'antenna esterna catturi
    > più segnale di una interna, quindi il livello
    > iniziale è più elevato. Dopo la sottrazione,
    > quanto rimane? È questa la domanda da un milione
    > di
    > dollari.

    La quantità "sottratta" non è la stessa !
    Peccato!
    È di gran lunga maggiore!
    Il corpo umano (sopratutto in superfice) è sufficientemente conduttivo da mandare a pallino tutti i calcoli fatti per la ottimizzazione (sulla lunghezza d'onda) non si tratta di un semplice effetto di "non trasparenza" dovuto all'ostacolo (mano o similia) ma di una vera e propria modifica (se la antenna non è isolata) della antenna stessa cambia tutto dielettrico coefficente di induzione capacità ecc. ecc.)
    Se hai un milione di dollari e te lo portano via tutto la tua situazione è identica a quella di chi aveva 10 dollari e gli portano via i 10 dollari.
    Al tempo stesso se avevi 10 dollari e te ne rubano 5 stai meglio di chi ne aveva un milione e è rimasto a zero!
    Se la antenna è scoperta ti portano via molti più dollari (quasi tutti quelli che avevi a prescindere da quanti erano)!
    Fine della festa!
    non+autenticato
  • Vero, ma tale quantità di segnale "rubata" dal dito o dalla mano, non è nota. Ergo, se dal milione di dollari ne togliamo 900 mila, rimangono 100 mila.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo

    > È facile ipotizzare che l'antenna esterna catturi
    > più segnale di una interna, quindi il livello
    > iniziale è più elevato. Dopo la sottrazione,
    > quanto rimane? È questa la domanda da un milione
    > di
    > dollari.

    Allora, al di là di test scientifici, ho preso l'iPhone 4 venerdì scorso e lo sto provando in condizioni diverse da allora.

    Premetto che vivo in Spagna e l'operatore che uso è Movistar.
    Il segnale ricevuto in condizioni normali, è effettivamente più alto di quello ricevuto con iPhone 3G.
    L'effetto mano c'è, se tocco quella parte col dito il segnale scende (di 1-2 tacche), ma la connessione dati e voce resta ottima.
    In posti dove il segnale iniziale era di 2-3 tacche, si riesce a farlo scendere a 1 tacca, ma tutte le connessioni radio sono sempre molto stabili.
    Nell'ascensore di casa mia, dove il segnale con l'iPhone 3G era di 3 tacche ma su rete 2G, l'iPhone 4 prende 1 tacca con 3G.
    Se tocco l'antenna perde il segnale completamente. Appena la lascio lo ritrova immediatamente in 2G (edge certe volte) e poi passa in qualche secondo sul 3G.

    In nessun caso, fin ora, usandolo senza pensare a come lo sto tenendo in mano, mi è capitato di far cadere telefonate o notare abbassamenti di qualità della conversazione (anche dentro gli ascensori).
  • Dimenticavo: le connessioni ad internet, sia in wi-fi che in 3G sono molto più veloci che con l'iPhone 3G.
    Per la prima volta, usando il programmino di test di OOKLA, ho visto velocità di 9800Mbps in download e 1240Mbps in upload usando il wi-fi e 3200Mbps/1500Mbps usando il 3G.
    Da notare che le velocità nominali di Movistar sarebbero di 3Mbps/1Mbps su rete 3G.
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > A me risulta diversamente...
    >
    > http://www.apple.com/antenna/
    >
    > “Motorola Droid X
    >
    > In our tests, the Motorola Droid X dropped from 3
    > bars to 0 bars when held in a way that attenuated
    > the
    > signal.”

    Pensavo "non necessita di custodia per tenere assieme i pezzi"

    Sono ancora Made in USA?
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > A me risulta diversamente...
    > In our tests, the Motorola Droid X dropped from 3
    > bars to 0 bars when held in a way that attenuated
    > the
    > signal.

    Beh, se sono i loro test c'è proprio da fidarsi.