Si paga anche per le news di Variety

Nel club esclusivo delle riviste online che fanno pagare per l'accesso ai propri contenuti entra anche lo storico magazine dedicato al mondo del cinema. Da venerdì tutti i contenuti sono dietro firewall

Los Angeles (USA) - Ci ha pensato sopra qualche mese e alla fine anche Variety, storica rivista dedicata al cinema e al sempre più vasto mondo che circonda la produzione cinematografica, ha deciso di far pagare i lettori che accedono ai contenuti.

Nell'annunciare le proprie offerte, Variety ha fatto capire di aver scelto una strada ben diversa da quella annunciata nei giorni scorsi da Salon.com. Variety, infatti, pur non facendo a della pubblicità online chiede ai propri lettori di abbonarsi per un giorno per poco meno di tre dollari. Chi vuole può sottoscrivere per un mese a quasi 13 dollari o per l'intero anno per 59 dollari. Per una sola volta ad utente è anche disponibile una "prova gratuita" di 30 giorni.

Ce la farà, in questo modo e con questi prezzi, la divisione online di Variety a superare i problemi di business creati dal gratis, modello che la celebre ezine non sembra più in grado di sostenere? Ci crede Henry Shapiro, vicepresidente di Variety.com: "I nostri contenuti hanno un grande valore aggiunto. Crediamo che i clienti siano pronti a pagare per i nostri articoli sia su Internet che off line".
3 Commenti alla Notizia Si paga anche per le news di Variety
Ordina
  • Se il sito e le notizie sono di prima mano si può anche sopportare la spesa.

    io leggo punto informatico, calciomercato.com cnn italia e le ansa, se dovessi pagarli tutti sarebbe un disastro, tanto vale tornare in
    edicola e comprare repubblica che costa quasi come un caffè.

    Ma il tg5 in tv, si paga?

    ciao
    non+autenticato

  • > Ma il tg5 in tv, si paga?

    Hai mai visto per strada qualcuno che ti rincorresse e ti regalasse una banconota da 10.000 lire perchè gli stavi simpatico?
    A me no. E neanche a nessuno che conosco.
    Pensa che un TG costa. Quindi è come se il proprietario della TV che mette in onda il TG ti regalasse soldi........
    Il miglior modo di fare affari, è quello di far credere alla gente che ti si stà proclamando un'affare. Guarda in tv quelli che vendono i gioielli.... "un affarone irripetibile".
    Così "sembra" gratis anche il TG... ma ti assicuro che la pubblicità che vedi in TV la paghi.... E più un TG è seguito, più lo spazio pubblicitario costa, più chi lo compra spende, e quiandi per avere lo stesso margine sui prodotti che pubblicizza aumenta il prezzo degli stessi.
    E' vero che non paghi 3$ in un colpo solo... ma pensa 100 lire in più sulla maionese qui, 100 lire sulla pasta la, 200 per la carta igienica... e vedrai che a fine mese i 3$ te li paghi eccome, anzi.....
    non+autenticato
  • Si puo' fare anche una stima piu' precisa.
    Il fatturato pubblicitario di Publitalia (can5, ita1, rete4) del 2000 e' stato pari a 4776 miliardi. Dividendo per 56 milioni di italiani, arriviamo a una media di 85.000 lire che ognuno di noi ha speso per guardare le tv private mediaset. E, ovviamente, li abbiamo pagati senza rendercene conto... cento nella maionese, centocinquanta nel detersivo, etc.etc.

    Qui sta il punto: noi non ce ne siamo neppure resi conto, ma i 4776 miliari in cassa a Publitalia gli sono arrivati regolarmente. Con internet la storia e' completamente diversa: i banner pubblicitari rubano spazio sullo schermo, non possono essere onnipresenti come nella tv e poi ci si guadagna appena per ripagarsi le spese telefoniche o poco piu'.

    Bisognerebbe trovare la maniera (ma sul serio, non le buffonate delle otto lire al minuto col freeinternet) per far "pagare" gli utenti senza che se ne rendano conto... ma sembra che nessuno al mondo sia riuscito ad inventarne una che funzioni!




    - Scritto da: l <MCfc>
    >
    > > Ma il tg5 in tv, si paga?
    >
    > Hai mai visto per strada qualcuno che ti
    > rincorresse e ti regalasse una banconota da
    > 10.000 lire perchè gli stavi simpatico?
    > A me no. E neanche a nessuno che conosco.
    > Pensa che un TG costa. Quindi è come se il
    > proprietario della TV che mette in onda il
    > TG ti regalasse soldi........
    > Il miglior modo di fare affari, è quello di
    > far credere alla gente che ti si stà
    > proclamando un'affare. Guarda in tv quelli
    > che vendono i gioielli.... "un affarone
    > irripetibile".
    > Così "sembra" gratis anche il TG... ma ti
    > assicuro che la pubblicità che vedi in TV la
    > paghi.... E più un TG è seguito, più lo
    > spazio pubblicitario costa, più chi lo
    > compra spende, e quiandi per avere lo stesso
    > margine sui prodotti che pubblicizza aumenta
    > il prezzo degli stessi.
    > E' vero che non paghi 3$ in un colpo solo...
    > ma pensa 100 lire in più sulla maionese qui,
    > 100 lire sulla pasta la, 200 per la carta
    > igienica... e vedrai che a fine mese i 3$ te
    > li paghi eccome, anzi.....
    non+autenticato