Claudio Tamburrino

Google, lotta all'abusivismo

Google Earth utilizzato per individuare piscine abusive. Mentre in India i pedoni fanno la spia via Facebook sulle violazioni del codice della strada

Roma - Google ha sempre cercato di rappresentarsi come un impero votato al bene: a Mountain View saranno dunque pienamente soddisfatti nel sapere che Google Earth è stato utilizzato dalle autorità statunitensi per individuare piscine abusive nello Stato di New York.

A utilizzare le potenzialità di controllo per i reati di abuso edilizio del servizio Google, le autorità della cittadina di Riverhead, Long Island (NY): hanno così potuto individuare 250 casi (nello specifico piscine costruite senza rispettare i limiti previsti) ed erogare multe per un totale di 75mila dollari.

Il rovescio della medaglia è che il caso apre le porte ad ulteriori preoccupazioni circa l'ingerenza del servizio satellitare nella vita privata dei cittadini.
Se questo utilizzo di Google Earth può non sorprendere e anzi sembrare più che logico, meno diretto l'impiego di Facebook da parte dei vigili urbani di Nuova Delhi in India: gli agenti addetti al controllo del traffico hanno aperto una pagina Facebook che è ben presto diventata destinataria di numerose delazioni circa il comportamento sulla strada degli autisti indiani con tanto di foto a testimonianza delle avvenute violazione del codice. In questo modo gli agenti (5mila per una popolazione di oltre 12 milioni) hanno già erogato 665 multe. E se all'inizio le autorità non invitato i cittadini alla collaborazione, ora fanno esplicita richiesta di supporto in occasione dei giochi del Commonwealth 2010 che attireranno in città numerosi viaggiatori.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàGoogle e CIA, amiche per la divinazioneLe due organizzazioni unite nell'investimento in un comune obiettivo: sfruttare le presunte capacità predittive di una piccola azienda. Che rastrella dati online per estrarne tendenze
  • AttualitàL'archeologo cyber chiude il sitoL'italiano autore di una importante scoperta via Google Maps, quella di una antica villa romana, ha contribuito anche all'individuazione di un sito di interesse in Colombia. Ma il suo sito ora è off line
6 Commenti alla Notizia Google, lotta all'abusivismo
Ordina
  • non è una novità, semmai per i non addetti e cioè gli internauti, la visione aerea del territorio ha dato l'impulso alla novità (che non è).
    veniamo allla spiegazione perchè non è una novità.
    partendo dagli albori, nel 1945, già l'esercito americano aveva sorvolato l'italia e scattato le foto del territorio, anche se in b/n ad una risoluzione alta, immaginate il vostro vecchio rullino della macchina fotografica, la diapositiva della macchina fotografica consisteva in una lastra di dimensioni di circa un A3, tale dimensione è rimasta invariata ad oggni, infatti ogni 5 anni vi è il telerilevamente dell'intero territorio italiano, nei mesi a cavallo di marzo-maggio, l'ultima è al 2007, quindi al 2012 la prossima, lo sapevate che l'agenzia del territorio (catasto) è un già da un paio di anni che spedisce lettere per catastare i fabbricati "nuovi" che non trovano nelle mappe?, semplice hanno incrociato le mappe catastali con le ortofoto, si evince subito se vi è qualcosa di nuovo.
    morale quello che avete visto su googleheart sono decenni che l'esercito, o gli uffici appositi controllano senza che voi lo sapeste.
    vi assicuro che il dettaglio è quasi metrico, si distinguono perfettamente le auto ed il modello, non le targhe, addirittura come risoluzione superiore a googlehearth, dunque non è una scoperta, ma soltando di un qualcosa messo da parte che solo adesso i computer abbastanza potenti hanno permesso ad una vastita enorme di uffici pubblici per incrociare dati ed incongruenze, ciò che prima era solo a disposizione di pochi, fra cui l'esercito.
    insomma non ci si può più nascondere neanche nelle fosse delle marianne, ti trovano subito al primo starnuto.
    non+autenticato
  • 250 abusi per un totale di 75.000 USD di multe equivale a 300 USD ad abuso...
    non+autenticato
  • Sì, certo...poi però vai al catasto e non sanno manco trovare i dati di una costruzione regolarmente accatastata.
    Tra "potere" e "fare" c'è di mezzo ben più del mare.
    Ora incominciano, forse e con calma, ad incrociare i dati (quelli che si sforzano di avere) per ottenere qualche risultato... ma immagino molto a macchia di leopardo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: user

    Tutto vero, a Torino lo usano da un po' con ottimi risultati.
    Purtroppo però viviamo nel Paese dei condoni, dell'abusivismo, del clientelismo, dell'assistenzialismo.
    E' quasi impossibile far uscire il bulldozer purificatore, e quando si riesce ci si ritrova davanti alla gente che protesta (mai che protesti per gli scempi, però).
    Funz
    12989
  • - Scritto da: Funz

    > E' quasi impossibile far uscire il bulldozer
    > purificatore, e quando si riesce ci si ritrova
    > davanti alla gente che protesta (mai che protesti
    > per gli scempi,
    > però).

    Verissimo! Anche perché le poche volte che ci ha provato, sono arrivate le "forze dell'ordine" coi manganelli...
    non+autenticato
  • ...Per i possessori di costruzioni abusive... Eh eh eh...

    Adesso ogni cittadino indagherà sul vicino antipatico
    per beccarlo su ogni magagna edilizia...

    Occhiolino