Intel svela il neo notebook

Intel sta sviluppando un design di riferimento per una nuova generazione di computer portatili che fondano alcune delle caratteristiche di un Tablet PC con quelle di un notebook tradizionale. Con Centrino nel cuore

Santa Clara (USA) - Combinare la portabilità di un Tablet PC con la comodità, nell'inserimento dei dati, fornita da un notebook. E' questo l'obiettivo inseguito da Intel nello sviluppo di un nuovo design di riferimento per i computer portatili di prossima generazione.

Il primo prototipo non funzionante basato sui concetti elaborati da Intel, e chiamato Florence, mostra un PC portatile dotato di tastiera che, all'occorrenza, può trasformarsi in un Tablet PC utilizzabile con una penna.

Il prototipo di notebook FlorenceCome si può notare nella foto a lato, il design è molto simile a quello già adottato per quei Tablet PC detti "convertibili", composti da una tastiera e da un display ruotabile di 180 gradi.
Riprendendo lo stesso concetto, Intel ha fatto sì che il Florence adotti un display ruotabile di quasi 360 gradi capace di essere ripiegato, in modalità Tablet PC, sulla parte superiore dello chassis (la base del computer). Una cerniera addizionale separa la tastiera, anch'essa ruotabile, da base e display: in questo modo è possibile utilizzare la tastiera anche quando si è in modalità Tablet PC, permettendo nello stesso tempo un maggior numero di configurazioni rispetto a quelle permesse oggi dai Tablet PC convertibili.

La tastiera, sottile 7 millimetri, può essere ripiegata contro il display lasciando visibile la parte superiore di quest'ultimo: questa porzione, grande circa 2/3 dell'intera dimensione dello schermo, contiene diversi led che possono mostrare informazioni relative all'arrivo di nuovi messaggi o alla scadenza di un appuntamento. In questa cornice, come anche nella parte posteriore della tastiera, sono poi presenti diversi tasti attraverso cui l'utente può facilmente accedere ai controlli per riprodurre musica o leggere una e-mail.

Intel prevede che i computer portatili basati sul design di Florence vengano utilizzati con connessioni wireless ad Internet sempre attive e per il roaming fra LAN e WLAN.

Alla base del progetto di riferimento di questa nuova generazione di notebook/tablet c'è Centrino, la giovane piattaforma di Intel pensata specificamente per il computing mobile.
TAG: hw
9 Commenti alla Notizia Intel svela il neo notebook
Ordina
  • sempre stesse cose, mai qualcosa di rivoluzionario a prezxzi decenti, visto tablet pc: ma chi se lo compra un coso a 800 mhz, display piccolo e costo sopra i 1500 euro??
    non+autenticato
  • Io voglio un portatile a 500 euro!, non me ne frega nulla dei gigaherz degli schermi a 100 pollici e dei pennini ottici.
    Ma che devo fa', anna' in Thailandia??!!

    hola
    crack
    non+autenticato
  • > Io voglio un portatile a 500 euro!, non me
    > ne frega nulla dei gigaherz degli schermi a
    > 100 pollici e dei pennini ottici.
    > Ma che devo fa', anna' in Thailandia??!!

    Se vuoi un notebook obsoleto esiste il mercato dell'usato anche in Italia!!!!
    non+autenticato
  • ma no..
    lui intende dire che la tecnologia dovrebbe costare di meno ed essere sempre piu' per tutti. Anzichè puntare sull'incremento delle prestazioni e tenere sempre i prezzi piu' o meno alti, si potrebbe far fruttare la tecnologia che c'è gia' e renderla piu' fruibile, meno costosa. E anche sfruttarla di piu', visto che ogni cosa qui nasce, vive e muore troppo in fretta.

    Credimi, la corsa all'innovazione tecnologica è solo una necessità delle catene di produzione che devono trovare sempre nuovi filoni d'oro. Per la maggior parte di noi la tecnologia che c'è gia' è piu' che sufficiente, quindi potrebbe essere "a meno" per "piu' persone".

    non+autenticato
  • Appunto: basta andare nel mercato dell' usato!A bocca aperta

  • - Scritto da: Anonimo
    > Io voglio un portatile a 500 euro!, non me
    > ne frega nulla dei gigaherz degli schermi a
    > 100 pollici e dei pennini ottici.
    > Ma che devo fa', anna' in Thailandia??!!
    >
    > hola
    > crack


    trovi fondi di magazzino nuovi un po' datati a questi prezzi, per quanto riguarda poi il discorso di avere tecnologia attuale e usare quella a prezzi più contenuti rallentantando la corsa al nuovo, beh se succedesse sono migliaia le persoen che resterebbero a casa senza lavoro, se gliene trovate altro si potrebbe fare, non dimentichiamo che se una azienda lavora e guadagna, lo stesso vale per chi ci lavora e nel campo informatico sono centinaia di migliaia le persone legate alla produzione. comunque i prezzi dei notebook sono calati drasticamente se guardiamo a dotazioni decisamente superiori el parogone si tiene presente dell'innovazione tecnologica e dalle possibilità d'uso) oggi un pc base di potenza simile ad un desktop costa mediamente 1/3 in meno di 2/3 anni fa, in vecchie lire significa che se allora costava un pc base con caratteristiche decenti 3 milioni e 40 mila circa oggi ne costa 2 milioni 200 mila. E chiaro che le aspettative sono sempre più l'affermarsi entro un paio di anni di pc ampiamente sotto i 1000 euro con prezzi medi da 700 a 1500 euro contro i 1100/1900 di oggi. ma questo avviene solo con la maggiore diffuzione e nonc redere che produrre tecnologia obsoleta sia sempre un affare per il cliente, oggi si vede che le case di processori producono ancora duron 1300 e celeron 1700 ma la differenza di prezzo è così poca che non conviene andare per gli athlon sotto il 2000 e idem per i celeron
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Io voglio un portatile a 500 euro!, non me
    > > ne frega nulla dei gigaherz degli schermi
    > a
    > > 100 pollici e dei pennini ottici.
    > > Ma che devo fa', anna' in Thailandia??!!
    > >
    > > hola
    > > crack
    >
    >
    > trovi fondi di magazzino nuovi un po' datati
    > a questi prezzi, per quanto riguarda poi il
    > discorso di avere tecnologia attuale e
    > usare quella a prezzi più contenuti
    > rallentantando la corsa al nuovo, beh se
    > succedesse sono migliaia le persoen che
    > resterebbero a casa senza lavoro,...

    Io non voglio fondi di magazzino (pero' se mi dici dove lo trovo...)ma una macchina adeguata alle mie necessita'. Se l'innovazione consiste nell'aumento di prestazioni fini a se stesse perche' devo pagare fior di quattrini qualcosa che non mi serve?.
    Vuoi fare innovazione? Pensa ad ottimizzare quello che c'e', prima di rivoltare la frittata su qualcosa che serve solo a complicare le cose. Poi nessuno contesta che le industrie continuino a sfornare mega laptop (inutili al 90%) o ultra cpu ma non vedo perche' mai il mercato debba snobbare le mie necessita' e quelle di altri milioni di persone. Per i posti di lavoro non commento, ma visto che da solo un portatile non riesco ancora a costruirlo suppongo che continuera' a servire qualcuno che lo faccia indipendentemente da quello che ci metti dentro, o no?
    E' un po come se l'industria automobilistica sfornasse solo 2ooo cc da 240kmh, ed io che uso la macchina solo per citta' passassi per rompiballe perche' voglio una smart.

    hola
    crack
    non+autenticato
  • a 500euro non penso li trovi, ma a 800circa trovi qualcosa per es. da CHL (portatili asus) o da mediaworld (geo). in genere trovi ovviam, portatili vecchi con duron o mediovecchi con celeron tra 1.2ghz e 1.5ghz, ma d'altra parte tu non vuoi i gigahertz quindi dovrebbero bastartiSorride

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Io voglio un portatile a 500 euro!, non me ne
    > frega nulla dei gigaherz degli schermi a 100
    > pollici e dei pennini ottici.
    > Ma che devo fa', anna' in Thailandia??!!
    >
    > hola
    > crack

    L'ultimo catalogo di un grande magazzino che ho ricevuto mostra in copertina un portatile (di marca) a 690 eurini. Sfoggia un'archittettura recente, anzi l'ultima disponibile, il combodrive che masterizza tutto il possibile, uno schermo da 15" e hard disk da 40g. Direi che come pricepoint ci siamo quasi, soprattutto se sottrai il costo di quel pacco di software a finestre che costa da solo più di 100?. Anzi, sapendolo fare, basta chiedere esplicitamente e quasi tutti i produttori, anche se non lo pubblicizzano, offrono le loro macchine senza finestre e con installata qualche versione del pinguino che generalmente non arriva ai 10 euro di costo per l'utente.

    con i soldi risparmiati puoi farti craccare la cpu della smart
    e star dietro anche alle GTI, almeno semaforo-semaforo.
    Sorpresa)
    non+autenticato