Claudio Tamburrino

HP, la vicenda Hurd fa perdere punti

Il CEO si dimette, accusato di molestie nei confronti di una segretaria. Il titolo ne sconta le conseguenze in borsa

Roma - Il CEO di HP Mark Hurd si è dimesso: con una buonuscita di circa 12,2 milioni di dollari ha lasciato l'azienda di cui è stato vertice per cinque anni. I fatti che l'hanno spinto alla decisione definitiva sono conseguenti ad un'accusa di molestie che hanno portato anche ad un'indagine interna. A sostituirlo ad interim sarà Cathie Lesjak, attuale CFO dell'azienda. Intanto l'azienda ha perso in borsa il 10 per cento.

La donna coinvolta nella vicenda è ora finita nell'occhio indagatore dei media, si chiama Jodie Fisher, ha un passato da attrice (con anche qualche titolo a tinte forti nel curriculum) ed è stata sotto contratto con HP per due anni (dal 2007 al 2009) come organizzatrice di eventi: in alcune interviste ha dichiarato di aver risolto tutte le sue questioni con Hurd privatamente, senza bisogno di ricorrere al processo. Si è detta dispiaciuta che i fatti l'abbiano infine spinto al licenziamento.

Pur non avendo violato, anche secondo le indagini condotte, le norme aziendali in tema di discriminazioni sessuali, Hurd ha spiegato la sua decisione affermando che "non era stato all'altezza degli standard e dei principi di fiducia, rispetto e integrità che volevo rappresentare qui ad HP e che mi hanno guidato in tutta la mia carriera".
Intanto c'è già chi inizia a tirare le somme della gestione Hurd: le entrate di HP sono cresciute in media del 7,5 per cento, il profitto nell'ultimo quinquennio ha visto una crescita annua del 17 per cento, da 2,4 a 8,5 miliardi. Più controversi invece i numeri relativi al debito aziendale di lungo periodo, cresciuto da 3,4 miliardi a 14 miliardi.

Claudio Tamburrino
TAG: mercato, HP, Hurd
Notizie collegate
  • BusinessHP, trimestre in calo e tagli in vista Come previsto, rispetto al 2008 le cose vanno peggio. E per tenersi a galla, l'azienda statunitense pensa a sfoltire ancora il suo personale
  • Business3com: buon appetito, HPAnnunciato un accordo tra i dirigenti di Palo Alto e il gigante del networking: 2,7 miliardi di dollari per un'acquisizione con scopi precisi. Dare l'assalto a Cisco sul data center e penetrare il mercato cinese, dove 3com spopola
65 Commenti alla Notizia HP, la vicenda Hurd fa perdere punti
Ordina
  • Guadagno 6, perdita 10 buoni, inoltre buonuscita, quella che si direbbe una conduzione geniale, i debiti che volete che siano !
    non+autenticato
  • ... sono i 14 miliardi di indebitamento e il mancato lancio di un tablet da parte di HP, ecco perchè la borsa la sta punendo!
    Quanto alla storia di sesso, può interessare gli americani, agli altri non fa ne caldo ne freddo!
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 agosto 2010 21.51
    -----------------------------------------------------------
  • In realtà il dato sull'indebitamento significa tutto e niente... se i prestiti alle banche sono stati richiesti per fare investimenti produttivi, il fatto che il debito complessivo cresca non è preoccupante.
    Se invece sono stati spesi in champagne e caviale, lo è molto di più.
    non+autenticato
  • dal Sole 24 Ore del 19 GIUGNO 2008

    "Hp, al contrario, diventava il produttore numero uno al mondo di personal computer. Per poi rafforzarsi laddove era più debole, ovvero nei servizi It. In che modo? Mettendo sul tavolo 13,9 miliardi di dollari per acquisire Eds (Electronic Data System), il terzo player mondiale nei servizi, proprio per andare a competere con Ibm sul terreno dove Big Blue è più forte e dove i margini sono più alti. Un'operazione voluta da Hurd e giudicata da alcuni analisti di Wall Street pericolosa perché capace di zavorrare, appesantire il titolo Hp in Borsa."

    Ecco da dove arriva l'aumento del debito, considerando che ne aveva 3,5 prima dell'acquisizione, in pratica è rientrata di 3,4 miliardi di dollari in 2 anni e mezzo (il che non significa che a lungo andare tornino i conti...)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Clara Calamai
    > dal Sole 24 Ore del 19 GIUGNO 2008
    >
    > "Hp, al contrario, diventava il produttore numero
    > uno al mondo di personal computer. Per poi
    > rafforzarsi laddove era più debole, ovvero nei
    > servizi It. In che modo? Mettendo sul tavolo 13,9
    > miliardi di dollari per acquisire Eds (Electronic
    > Data System), il terzo player mondiale nei
    > servizi, proprio per andare a competere con Ibm
    > sul terreno dove Big Blue è più forte e dove i
    > margini sono più alti. Un'operazione voluta da
    > Hurd e giudicata da alcuni analisti di Wall
    > Street pericolosa perché capace di zavorrare,
    > appesantire il titolo Hp in
    > Borsa."
    >
    > Ecco da dove arriva l'aumento del debito,
    > considerando che ne aveva 3,5 prima
    > dell'acquisizione, in pratica è rientrata di 3,4
    > miliardi di dollari in 2 anni e mezzo (il che non
    > significa che a lungo andare tornino i
    > conti...)

    Perchè ti commenti da solo? Non potevi inserire questo copia-incolla nel post precedente o mettere semplicemente un link? Le cose si fanno bene subito.
    non+autenticato
  • - Scritto da: scrotone
    > Perchè ti commenti da solo? Non potevi inserire
    > questo copia-incolla nel post precedente o
    > mettere semplicemente un link? Le cose si fanno
    > bene subito.

    Magari era al lavoro e non aveva avuto il tempo di trovare quello che ho trovato successivamente
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osvy
    > Magari era al lavoro e non aveva avuto il tempo
    > di trovare quello che ho trovato successivamente

    quello che HA trovato, ovviamente
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osvy
    > - Scritto da: Osvy
    > > Magari era al lavoro e non aveva avuto il tempo
    > > di trovare quello che ho trovato successivamente
    >
    > quello che HA trovato, ovviamente

    Perchè ti commenti da solo? Non potevi rileggere il testo prima di premere "Invia"? Le cose si fanno bene subito.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Clara Calamai
    > dal Sole 24 Ore del 19 GIUGNO 2008
    >
    > "Hp, al contrario, diventava il produttore numero
    > uno al mondo di personal computer. Per poi
    > rafforzarsi laddove era più debole, ovvero nei
    > servizi It. In che modo? Mettendo sul tavolo 13,9
    > miliardi di dollari per acquisire Eds (Electronic
    > Data System), il terzo player mondiale nei
    > servizi, proprio per andare a competere con Ibm
    > sul terreno dove Big Blue è più forte e dove i
    > margini sono più alti. Un'operazione voluta da
    > Hurd e giudicata da alcuni analisti di Wall
    > Street pericolosa perché capace di zavorrare,
    > appesantire il titolo Hp in
    > Borsa."
    >
    > Ecco da dove arriva l'aumento del debito,
    > considerando che ne aveva 3,5 prima
    > dell'acquisizione, in pratica è rientrata di 3,4
    > miliardi di dollari in 2 anni e mezzo (il che non
    > significa che a lungo andare tornino i
    > conti...)


    Tutto vero, ma come anche il trafiletto da te riportato del Sole 24 ore fa notare, agli analisti di borsa non è piaciuto tanto un simile indebitamento, anche se a scopi espansivi... chissà magari hanno reputato troppi i quasi 14 miliardi di dollari per data system o magari hanno dei timori sulla capacità per HP di sostenere tale debito nel lungo periodo, certo scaricare la colpa della flessione in borsa di HP per la love story del CEO e dire che i 14 miliardi e dispari di indebitamento non contino nulla...
  • - Scritto da: Clara Calamai
    > In realtà il dato sull'indebitamento significa
    > tutto e niente... se i prestiti alle banche sono
    > stati richiesti per fare investimenti produttivi,
    > il fatto che il debito complessivo cresca non è
    > preoccupante.

    Esatto. Ti volevo quotare ancora prima che riportassi il post sul Sole 24 Ore. Coi numeri si fa presto a giocare, ma non sempre dicono quello che sembra
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > ... sono i 14 miliardi di indeBitamento e il
    > mancato lancio di un tablet da parte di HP, ecco
    > PERCHé la borsa la sta
    > punendo!
    > Quanto alla storia di sesso, può interessare gli
    > americani, agli altri non fa Né caldo Né
    > freddo!

    Fixed
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 agosto 2010 15.10
    -----------------------------------------------------------
  • Saranno contenti gli oltre 5mila trombati dal suo piano esuberi... e lui dopo essersi fatto qualche "ripassatina" se ne esce 12,2 milioni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vota Antonio la Trippa
    > Saranno contenti gli oltre 5mila trombati dal suo
    > piano esuberi... e lui dopo essersi fatto qualche
    > "ripassatina" se ne esce 12,2
    > milioni.
    Forse ha sentito dire che tronchetti provera è stato più bravo lui di debiti ne ha lasciato più di 40 miliardi (di euro) e spera che lo assumano alla telecom!
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • Ma anche le dimissioni implicano una buonuscita? E' normale? (è una vera domanda, non retorica)
  • quando assumi posizioni di questo rilievo, si.
    Anzi, non è nemmeno una buonuscita così abnorme.
    Avere fuori dall'azienda un pezzo grosso di questo calibro crea una serie di problemi notevoli per ciò che riguarda la riservatezza su strategie aziendali anche a lungo termine, situazione patrimoniale etc.
    In pratica certe liquidazioni sono il prezzo del "silenzio".
    Infatti nei contratti è spesso inclusa una clausola di salvaguardia del tipo "per 2 anni (o 3 o 5...) non può accettare posti di lavoro per la concorrenza", quindi nella buonuscita è anche compreso un rimborso dei mancati guadagni.
    Considera che si tratta del CEO dell'HP e che aveva uno stipendio da stella dell'Nba...
    non+autenticato
  • Capito, interessante grazieOcchiolino
  • - Scritto da: Clara Calamai
    > quando assumi posizioni di questo rilievo, si.
    > Anzi, non è nemmeno una buonuscita così abnorme.
    > Avere fuori dall'azienda un pezzo grosso di
    > questo calibro crea una serie di problemi
    > notevoli per ciò che riguarda la riservatezza su
    > strategie aziendali anche a lungo termine,
    > situazione patrimoniale
    > etc.
    > In pratica certe liquidazioni sono il prezzo del
    > "silenzio".
    > Infatti nei contratti è spesso inclusa una
    > clausola di salvaguardia del tipo "per 2 anni (o
    > 3 o 5...) non può accettare posti di lavoro per
    > la concorrenza", quindi nella buonuscita è anche
    > compreso un rimborso dei mancati
    > guadagni.
    > Considera che si tratta del CEO dell'HP e che
    > aveva uno stipendio da stella
    > dell'Nba...
    Si ma la stella della NBA non lascia mica 14 miliardi di debito e licenzia migliaia di persone!
    Lui gioca a basket!
    I 12 milioni mi stanno bene se lavori bene!
    Non se te ne vai col valore della azienda ridotto a medio e lungo termine!
    Delle speculazioni a breve termine quando costano così care me strasbatto!
    non+autenticato
  • il fatto che tu te ne strasbatti all'Hp non fa né calco né freddo. Pare che nel 2009 il perosnaggio in questione abbia gauadagnato fra stipendio e bonus qualcosa come 30 milioni di dollari.
    Considerando che fra tagli alle spese ed aumento delle vendite, ha fatto guadagnare all'Hp cica un miliardo di dollari, dal punto di vista aziendale, i soldi erano più che emritati.
    Che poi si tratti di uno squalo che fa la sua fortuna licenziando e mandando sul lastrico migliaia di brave persone, è un altro discorso.
    Ma solo i cultori dell'apple pensano che i Ceo delle aziende siano seri candidati al nobel per la pace.
    In ogni caso il tracollo in borsa di Hp non è legato a problemi morali ma molto pratici: venendo a mancare il comandante in capo, che aveva fatto così bene (dal punto di vista economico), ed aveva iniziato un processo complesso di ricollocamento nel mercato del marchio (in questi 5 anni HP è diventata la marca di PC più venduta al mondo ed ha rafforzato la sua posizione in campo professionale IT e device) che il mercato ha qualche dubbio possa proseguire con gli stessi risultati anche con qualcun'altro al vertice.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vota Antonio la Trippa
    > Saranno contenti gli oltre 5mila trombati
    Se la trombata è andata bene, sì.
    non+autenticato
  • Pensavo che la notizia riguardasse GNU Hurd! A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alex
    > Pensavo che la notizia riguardasse GNU Hurd! A bocca aperta

    Aspetta e spera
    pippuz
    1260
  • Penso che Hurd, ormai, rimarrà una curiosità da museo (come è accaduto a Minix).... anche se hanno provato a fare qualche distro di hurd, tipo questa:

    http://www.debian.org/ports/hurd/

    Secondo me, se nel futuro c'è un microkernel, questo microkernel sarà L4
    non+autenticato
  • Beh, Minix è sempre stato un sistema operativo didattico e per questo basta e avanza. Io stesso lo sto studiando dal libro di Tanenbaum. Non so se al di fuori di questo scopo lo utilizzeranno mai. Lo meriterebbe, ma Linux ha battuto tutti sul tempo. In informatica è difficile ritagliarsi considerevoli pezzi di mercato quando si è investito su altri prodotti.

    Per quanto riguarda Hurd, onestamente penso che il suo sviluppo sia troppo lento. Debian GNU/Hurd gira, io l'ho installato su una macchina virtuale, ma lo si può utilizzare finché un oscuro bug non manda in crash l'intero sistema, pertanto non è ancora pronto. è malpubblicizzato, quindi difficilmente si attirano curiosi e di conseguenza la maggior parte degli sviluppatori si concentra su qualcosa che dia maggiore soddisfazione. Haiku ha fatto molto meglio da questo punto di vista, tanto è vero che mi aspetto la sua uscita stabile entro pochi anni
    Hurd poteva girare su L4, ma al momento si è preferito concentrarsi su Mach. Peccato, perché Mach pur essendo ampiamente collaudato (tanto è vero che anche Apple con modifiche che l'hanno reso un kernel, di fatto, monolitico ne ha fatto il kernel di Mac OS X) è di vecchia generazione e chissà se qualcuno riuscirà a migliorarne le prestazioni senza alterarne la natura modulare.

    Scusate il romanzo OT! A bocca aperta
    non+autenticato
  • L'avevo pensato anche io... e mi chiedevo cose c'entrasse la HP.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alex
    > Pensavo che la notizia riguardasse GNU Hurd! A bocca aperta
    Si .. come no!
    Quanti su PI (secondo te) sanno di cosa stai parlando?
    Occhiolino
    non+autenticato
  • Qualcuno fortunatamente c'è stato A bocca aperta
    Per i più curiosi, c'è questo articolo scritto da me Occhiolino
    http://hkng.altervista.org/viewtopic.php?f=25&t=22
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alex
    > Pensavo che la notizia riguardasse GNU Hurd! A bocca aperta

    Anche io quando l'ho letto ho pensato ad hurd. Rotola dal ridere
    Ubunto
    1350
  • - Scritto da: Alex
    > Pensavo che la notizia riguardasse GNU Hurd! A bocca aperta

    Io quoque! Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • il mio browser è un pochino grullo...
    Lui preferirebbe:
    http://www.seattlepi.com/business/1700ap_us_hp_ceo...
    invece che
    vhttp://www.seattlepi.com/business/1700ap_us_hp_ceo...
    sostiene di non conoscere il protocollo vhttp che facciamo?
    gli dico di organizzarsi per un "setlement"?
    Occhiolino
    non+autenticato
  • sistemato, grazie
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)