Claudio Tamburrino

Ebook, Kindle batte iPad?

A dirlo una personalissima statistica effettuata da un autore di thriller. Un antipasto di quando la guerra dei numeri si farà feroce: perché in gioco c'è il favore degli editori (e i soldi dei consumatori)

Roma - Il mercato degli ebook è in fermento: e anche in questa fase in cui i concorrenti si accalcano alle calcagna degli attori finora protagonisti, Kindle e lo Store digitale di Amazon mantengono il primato.

I dati divulgati da Steve Jobs a proposito di giugno avevano sorpreso: vedevano iPad raggiungere con iBook il 22 per cento del marketshare degli ebook. Ora, invece, questi numeri vengono ridimensionati in parte dalle stime degli osservatori e di alcuni autori.

Secondo J.A. Konrath, per esempio, che sulle piattaforme ha messo una trentina di titoli, tramite Amazon venderebbe circa 200 ebook al giorno, mentre tramite lo store di Apple raggiungerebbe solo quota 100 al mese.
Per quanto ci sia da considerare che un autore non faccia statistica e che iPad abbia sicuramente possibilità diverse quando dai romanzi si passa a contenuti più lavorati, come per esempio quelli che necessitano di colori o abbiano un lavoro editoriale più spinto al multimediale, l'impressione che restituisce questo piccolo esempio è che Kindle sia ancora dominante e con numeri schiaccianti rispetto a iPad. Come dire: Amazon batte Apple, 60 a 1.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
19 Commenti alla Notizia Ebook, Kindle batte iPad?
Ordina
  • che chi compra ipad non sa quanti libri vorrà leggerci sopra.. molto probabilmente non ha mai provato a leggere ebook, quindi e' tutto da vedere se effettivamente ci leggera' sopra qualcosa.. mentre chi compra kindle è arrivato alla conclusione che per il numero di ebook che legge, e' bene avere un reader decente.. per cui sara' un buon compratore.
    non+autenticato
  • se voglio del testo con video e immagini, allora sto navigando... e nel caso prendo il portatile così posso anche usare flash! altrimenti, se voglio leggere, preferisco un qualcosa che non mi bruci la vista dopo mezz'ora! (e quindi o carta o Kindle)
    non+autenticato
  • - Scritto da: iTeo
    > se voglio del testo con video e immagini, allora
    > sto navigando... e nel caso prendo il portatile
    > così posso anche usare flash! altrimenti, se
    > voglio leggere, preferisco un qualcosa che non mi
    > bruci la vista dopo mezz'ora! (e quindi o carta o
    > Kindle)

    Chiaro, limpido, cristallino!
    Concordo, con te.

    Ma anche fosse, come sostiene Mago J, che entrambi raggiungono circa il 22%, chi si piglia il restante 56%?
  • > Ma anche fosse, come sostiene Mago J, che
    > entrambi raggiungono circa il 22%, chi si piglia
    > il restante
    > 56%?

    Sony, Booken, Hobo, iRiver, Barnes & Nobles, iRex, PlasticLogic, Hanlin, Pandigital, Booken, Ectaco, PocketBook, Fictionwise, Onyx, Bebook, Interread, Astak e qualche altro per l'hardware.

    Sony, Barnes & Nobles, Fictionwise, Inkmesh, Books on Board, Mobipocket, Baen, Borders, eBooks.com, e alcune migliaia di altri per i libri (http://wiki.mobileread.com/wiki/E-book_stores).

    Io credo che entrambi abbiano esagerato di parecchio i loro numeri, e che insieme non arrivino al 5% del mercato reale (internazionale) degli ebooks. Se poi includiamo anche quelli gratuiti come Project Gutenberg e LiberLiber, praticamente spariscono.

    Occhiolino
    non+autenticato
  • Mi riferivo proprio alla frammentazione dell'ipotetico restante 56%, è su quello che si farà il mercato.
  • infatti gli unici a non averlo capito sembrano i giornalisti
    non+autenticato
  • - Scritto da: mr_caos
    > infatti gli unici a non averlo capito sembrano i
    > giornalisti

    L'hanno capito benissimo, ma hanno ben altre priorità.
    non+autenticato
  • molto vero
    non+autenticato
  • vedo che c'e' ancora gente che racconta la favola per bambini degli lcd che bruciano la vistaA bocca aperta ... fa sorridere...

    infatti tutti i lavoratori che passano 6-8 ore al giorno davanti al pc sono ciechi....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Jiraya
    > vedo che c'e' ancora gente che racconta la favola
    > per bambini degli lcd che bruciano la vistaA bocca aperta
    > ... fa sorridere...
    >
    > infatti tutti i lavoratori che passano 6-8 ore al
    > giorno davanti al pc sono ciechi....

    Ancora la favola del lavoratore davanti al pc...
    Io i libri li leggo nella penombra della mia camera oppure sulle Dolomiti a 2000 metri sotto il sole a picco: hai qualche statistica sui "lavoratori" in queste condizioni di visione?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 agosto 2010 14.47
    -----------------------------------------------------------
  • E infatti -io sono mio malgrado tra quelli- leggere attentamente una circolare di appena 20 pagina in pdf dà molto, ma MOLTO fastidio... non oso immaginare Guerra e Pace.

    Diamo a kindle (e soci) quel ch'è di kindle, e ad ipad quel ch'è di ipad.
  • - Scritto da: syntaris
    > E infatti -io sono mio malgrado tra quelli-
    > leggere attentamente una circolare di appena 20
    > pagina in pdf dà molto, ma MOLTO fastidio... non
    > oso immaginare Guerra e
    > Pace.
    >
    > Diamo a kindle (e soci) quel ch'è di kindle, e ad
    > ipad quel ch'è di
    > ipad.


    Guarda anche a me da abbastanza fastidio leggere una sceneggiatura di 30 pagine in PDF sul mio monitor ma non chiedermi il perché (sarà la posizione diversa) ma leggerla su un iPad è tutta un altra cosa, non stanca la vista è vai una favola.

    L'ultima cosa che mi sono scaricato è stato il manuale della nuova videocamera; ad Agosto invece di portarmi dietro l'originale in carta me lo sono portato dentro l'iPad e nei ritagli di tempo lo leggevo. Comodissimo.

    Fan LinuxFan Apple