Alfonso Maruccia

Samsung e Blu-ray, quel firmware non s'ha da aggiornare

Il nuovo aggiornamento di un lettore inibisce la visione dei film di due studios hollywoodiani. L'azienda coreana consiglia il downgrade: in attesa di un nuovo update risolutivo

Roma - La maledizione del DRM colpisce ancora, e come al solito ad andarci di mezzo sono i consumatori legittimi: un nuovo aggiornamento per il firmware del lettore Blu-ray BD-Px600 di Samsung ha avuto la spiacevole conseguenza di inibire la fruizione delle pellicole HD commercializzate da Universal e Warner Bros. Gli utenti si lamentano sui forum mentre Samsung consiglia downgrade in attesa di una ulteriore pezza a risolvere il problema.

Stando ai post lasciati sulle bacheche elettroniche dai possessori di BD-Px600, il nuovo firmware 2.09 porta al crash del codice implementato sui dischi Universal e WB che non vanno oltre la presentazione del titolo della pellicola. In risposta alle lamentele degli utenti, Samsung ha messo a disposizione la versione del firmware 2.07 consigliando il downgrade e preconizzando un'attesa di un paio di settimane prima del prossimo update.

L'aggiornamento del firmware dovrebbe in teoria aumentare la compatibilità del lettore con i nuovi titoli, ma nel caso specifico le cose sono andate nella direzione diametralmente opposta. Così, mentre i "pirati" possono godersi i nuovi titoli scaricandoli direttamente dal P2P senza problema alcuno, chi ha acquistato player e dischi originali si trova nella incresciosa situazione di non poter avere accesso ai contenuti così profumatamente pagati.
Al momento non è nota l'opinione dei due studios incappati nel problema, anche se a conti fatti Universal e Warner Bros non hanno motivo di prendersela con Samsung e i suoi firmware sfortunati: le misure di protezione del formato Blu-ray sono state fortemente volute da Hollywood per via della loro presunta infrangibilità. Una scommessa persa da anni.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaBlu-ray accoglie i dischi da 128GBIl consorzio di aziende che sviluppa lo standard Blu-ray ha pubblicato la nuova specifica BDXL, che apre la strada a dischi BD-R e BD-RE con capacitÓ maggiore rispetto a quella attuale
  • TecnologiaSharp lancia un BD-R a doppia capacitàSharp Ŕ il primo produttore di supporti ottici ad annunciare il lancio, per il 30 luglio, di un disco Blu-ray da 100 GB. Si baserÓ sulla neonata specifica BDXL, che richiede l'utilizzo di nuovi player e masterizzatori
9 Commenti alla Notizia Samsung e Blu-ray, quel firmware non s'ha da aggiornare
Ordina