Mauro Vecchio

USA, lettera aperta a Craigslist

Vari procuratori generali hanno scritto al CEO Jim Buckmaster. Il sito delle inserzioni dovrebbe immediatamente eliminare la sua sezione per adulti. Non sarebbe in grado di monitorare gli annunci

Roma - Una lettera aperta, inviata da una nutrita schiera di procuratori generali statunitensi all'attenzione di Jim Buckmaster, CEO di Craigslist. Obiettivo primario della missiva, ottenere la rimozione immediata della sezione dedicata ai servizi per adulti del sito di inserzioni più cliccato degli States.

Una sezione che avrebbe attirato le attenzioni più critiche da parte dell'opinione pubblica a stelle e strisce, preoccupata dalla diffusione dilagante di messaggi pubblicitari legati alla prostituzione e al traffico sessuale di minori. Questa la visione dei vari procuratori, tra cui quelli degli stati dell'Arkansas, del Missouri e del Texas.

I vertici di Craigslist dovrebbero perciò porre fine alla vittimizzazione di donne e bambini, abolendo l'intera sezione dedicata agli adulti. Dal momento che - sempre secondo la lettera aperta - Craigslist non è risultato capace di monitorare adeguatamente il flusso degli annunci più pruriginosi.
I procuratori generali hanno quindi ricordato un'altra lettera aperta, quella firmata due settimane fa da due giovani statunitensi coinvolte in un giro di prostituzione mediato dalle inserzioni. Le giovani avevano invocato la chiusura dell'intera sezione interna a Craigslist. Che poi rappresenterebbe, secondo la nuova missiva, la sola cosa giusta da fare per proteggere donne e minori innocenti.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàUSA: Craigslist mostri i documentiMandato di comparizione in tribunale per il repository online accusato di aver intascato milioni da annunci a luci rosse. Il procuratore generale del Connecticut mira ad ottenere prove della mancata eliminazione delle inserzioni
  • AttualitàCraigslist e i conti a luci rosseIl sito di inserzioni più cliccato degli States si appresta a sfoggiare introiti record. Di cui buona parte derivati dagli annunci a sfondo sessuale. Cosa che potrebbe non piacere alle autorità
  • AttualitàCraigslist non è una maitresseNuova vittoria in tribunale per il più celebre sito di inserzioni statunitense. Un giudice rigetta le accuse di incitazione alla prostituzione di uno sceriffo di contea, ribadendo la non responsabilità del sito sulle inserzioni osé
2 Commenti alla Notizia USA, lettera aperta a Craigslist
Ordina