Mauro Vecchio

Digg, la svolta social

Annunciata la nuova incarnazione web del popolare sito di social bookmarking. Si potrà diventare follower di determinati utenti presi da liste. Per un'informazione sempre più votata allo stile Facebook

Roma - Ad annunciarlo è stato per primo un cinguettio su Twitter del founder Kevin Rose, che ha poi provveduto ad informare gran parte dei publisher specializzati a stelle e strisce. La piattaforma di social bookmarking Digg ha così mostrato al pubblico la sua nuova incarnazione web.

E Digg version 4 non ha certamente stravolto la sua intima natura di comunità online dove poter proporre informazioni a mezzo link. Il suo nucleo è rimasto infatti intatto, solo arricchito da alcune significative novità strutturali. A partire da quella che è sembrata come una parola d'ordine per il founder Kevin Rose: diventare ancora più social.

Il più evidente cambiamento osservato in Digg v4 è stato infatti una sorta di percorso ad attendere l'utente appena registrato. In questo flusso si verrà dunque invitati a diventare follower di altri utenti, presi sia da una serie di liste stilate da Digg che da contatti Facebook, Google e Twitter.
Si potrà così visualizzare quotidianamente il flusso di notizie sponsorizzato da un determinato utente, così come quello più tradizionale alimentato dall'intera comunità di Digg. Un ulteriore cambiamento è stato poi apportato al processo di inserimento dei link, decisamente più simile a quello presente su Facebook. Digg v4 parlerà sempre più social, nella speranza di rimanere a galla in un mare sempre più colorato del blu di Facebook appunto.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
2 Commenti alla Notizia Digg, la svolta social
Ordina