Alfonso Maruccia

Exchange 2010, il service pack è pronto

Bugfix, novità per l'interfaccia e tweaking per l'accesso su netbook delle app online i punti salienti delle release. Qualche problema noto coi language pack

Roma - In attesa delle preannunciate novità dei pacchi pacchetti aggiuntivi dei sistemi operativi Windows 7 e Windows Server 2008 R2, Microsoft conclude la fase di beta e finalizza la distribuzione del Service Pack 1 per Exchange Server 2010. L'SP1 di Exchange porta in dote tutte le patch e i bugfix sin qui distribuiti per il software, assieme a nuove funzionalità pensate per migliorare esperienza utente e condivisione dei contenuti.

Come la piattaforma collaborativa client-server a cui fa riferimento, Exchange 2010 SP1 è un pacchetto a 64-bit che va necessariamente installato su un sistema operativo a 64-bit da scegliere tra Windows 7 Professional x86-64, Windows Server 2008, Windows Server 2008 Enterprise, Windows Server 2008 R2 Enterprise, Windows Server 2008 R2 Standard e Windows Vista x86-64 con Service Pack 1 installato.

Il Service Pack 1 include tutte le patch distribuite per Exchange 2010 dal momento del lancio (ottobre 2009) in poi; le nuove caratteristiche includono quelle che da Microsoft descrivono come "elementi di interfaccia aggiuntivi fortemente richiesti some per task di gestione".
Tra le altre cose ora è possibile condividere i calendari con anonimi e gestire in maniera unificata la messaggistica, Outlook Web Applications supporta i browser più popolari ed è possibile collegare le mailbox condivise ai profili di Outlook 2010.

Il service pack di Exchange 2010 è disponibile presso il Download Center di Microsoft e "pesa" oltre 500 Megabyte, mentre Redmond segnala la possibilità di installare automaticamente il pacchetto con una nuova opzione "unattended" e la presenza di "problemi noti" in merito soprattutto ai language pack per il messaging unificato.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
4 Commenti alla Notizia Exchange 2010, il service pack è pronto
Ordina
  • "Come la piattaforma collaborativa client-server a cui fa riferimento, Exchange 2010 SP1 è un pacchetto a 64-bit che va necessariamente installato su un sistema operativo a 64-bit da scegliere tra Windows 7 Professional x86-64, Windows Server 2008, Windows Server 2008 Enterprise, Windows Server 2008 R2 Enterprise, Windows Server 2008 R2 Standard e Windows Vista x86-64 con Service Pack 1 installato."

    Detto così sembra che si possa installare Exchange su Windows 7 e Vista, ma Exchange è ovviamente installabile solo su Windows Server (2008 e 2008 R2).

    Però è vero che si può installare SP1 anche sui client citati, nel caso si usassero i management tools di Exchange 2010.
    non+autenticato
  • Ho pensato subito la stessa cosa. Ma siamo pazzi ora Exchange va installato pure su pc client (e a far cosa...).
    Dall'articolo si capisce proprio così...
    non+autenticato
  • - Scritto da: screen saver
    > Ho pensato subito la stessa cosa. Ma siamo pazzi
    > ora Exchange va installato pure su pc client (e a
    > far
    > cosa...).
    > Dall'articolo si capisce proprio così...

    Sarebbe stracomodo per poter fare le demo ai clienti sui portatili. Invece oggi devo installarmi una macchina virtuale pesantissima (e con VirtualBox perché VirtualPC non fa le VM a 64-bit) e non mi basta un solo PC (a meno che non abbia una centrale NASA al posto del laptop).
    non+autenticato
  • >
    > Però è vero che si può installare SP1 anche sui
    > client citati, nel caso si usassero i management
    > tools di Exchange
    > 2010.

    Se vuoi fare un minestrone ed occupare spazio per niente, fa pure.
    non+autenticato