Claudio Tamburrino

Agcom ingrassa il canone

Aumenti del canone di unbundling, proteste degli operatori alternativi a Telecom. Che vedono la questione fibra ottica e concorrenza sempre più nera

Roma - Il Consiglio dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) ha approvato lo schema di provvedimento sul nuovo modello contabile e sulla definizione dei prezzi dei servizi all'ingrosso di unbundling, bitstream e wholesale line rental (WLR).

Aumenti ci sono, anche se inferiori a quanto inizialmente previsto dalla prima proposta, ed entreranno in vigore una
volta accertati effettivi miglioramenti nella qualità della rete (in base ad indicatori di attivazione e di manutenzione stabiliti da Agcom). Inoltre, occorre il nulla osta della Commissione europea.

Per quanto riguarda il canone di unbundling (cioè quanto pagano gli operatori alternativi a Telecom per usare la sua rete) nel 2010 sarà confermato il valore di 8,70 euro al mese (inferiore - riferisce Agcom - alla media di 9,46 euro dei primi sedici Paesi UE), mentre per il 2011 e il 2012 vi sarà un aumento seppur inferiore a quanto previsto dalla prima ipotesi: viene fissato rispettivamente a 9,14 e 9,48 euro il corrispettivo mensile a favore di Telecom. Aumentati anche il canone del servizio WLR (altra forma di affitto delle linee da parte di operatori alternativi), che nel 2012 sarà di 13,16 euro/mese. Per i servizi bitstream, invece, è prevista una riduzione lungo il triennio di poco più dell'1 per cento l'anno.
La notizia non è piaciuta agli operatori alternativi a Telecom, che già chiedono l'annullamento degli aumenti: "È un significativo passo indietro nel processo di liberalizzazione del mercato della telefonia fissa - hanno riferito di comune accordo Fastweb, Vodafone, Wind e Tiscali - e, se confermata, avrà gravi ripercussioni sull'intero mercato e sui consumatori italiani in termini di aumenti di prezzi, minore concorrenza ed innovazione".

L'aumento, sottolineano, significherebbe vedere in Italia un canone tra i più cari in Europa (la cui media, riferiscono gli operatori, è di 8,38 euro/mese e la cui tendenza è viceversa alla diminuzione): alla base dell'aumento considerato sconsiderato sia da un punto di vista del mercato della concorrenza, sia da quello degli utenti finali sia da quello della prospettiva futura del settore, vi sarebbe, peraltro, la nuova metodologia usata da Agcom per calcolare i costi della rete fissa Telecom, in cui da quest'anno rientrano le spese di manutenzione, di riparazione guasti e quelle amministrative connesse all'affitto del doppino.

Per i concorrenti tutto questo significa mortificare l'innovazione e disincentivare il passaggio alla fibra ottica: con l'aumento del canone relativo all'unbundling, Telecom, principale protagonista ad avere le risorse per effettuare il passaggio, vedrebbe accrescersi i ricavi derivanti dalla vecchia rete in rame e potrebbe così non avere fretta nell'effettuare il passaggio alla fibra ottica.

Inoltre, e di conseguenza, gli affittuari perdono margini di profitto o (avendo già annunciato di dover aumentare i prezzi) clienti: favorendo ancora una volta Telecom e innescando un circolo vizioso che potrebbe mettersi definitivamente di traverso alla nuova tecnologia. La vicenda, infatti, è legata strettamente alla discussione circa le modalità con cui sviluppare le risorse strutturali necessarie a questo passaggio, che al momento vede gli operatori riuniti intorno al tavolo sulla NGN (per il momento in stallo) sotto lo sguardo vigile dell'Europa che vorrebbe veder percorse strade virtuose e non più iniziative ridondanti.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàNGN, eppur si muove Compare online un documento che dovrebbe tracciare le linee guida del passaggio alla fibra nel Belpaese. E poi c'è la raccomandazione UE, che passerà al voto la prossima settimana. Gli operatori concorrenti sono sul piede di guerra
  • AttualitàADSL, 300 in una strettoiaAnnunciato l'avvio di una ristrutturazione volta ad ampliare le capacità di alcune centrali Telecom Italia. Una scelta dettata dalla saturazione delle stesse. E dalle richieste della concorrenza
  • AttualitàFastweb, colazione con la superfibraAll'alba del prossimo 6 settembre, due milioni di famiglie e imprese potranno godere dell'ipervelocità a 100 Mbps. L'operatore però avverte: per le reti di nuova generazione serve cooperazione
13 Commenti alla Notizia Agcom ingrassa il canone
Ordina
  • Siamo alle solite...

    E poi dicono libero mercato !

    Forse non tutti sanno che tra monopolio e cartello la differenza è quasi nulla e sempre telecom-provera controlla tutto e tutti ... e non basta il pi\ù gande processo per invasione della privicy minaccia terrorismo e spionaggio aziendale della storia per scalfire il suo potere ... non basta che sia di dominio pubblico sapere che provera in persona ha fatto cancellare le telefonate del cognato intento a vendere armai alqaida non basta ... figuratevi cn un presidente del consiglio massonico mafioso inmovibile cosa pretendete...

    Io non so + che operatore usare... ho una linea corrosa che telecom non intende sostituire su cui funziona solo il telefono (per ora ancora)… se mi abbono a telecom e ci attivo l'adsl non funge e non melo sistemano... se lo faccio cn altrooperatore anke peggio...
    Ho attivato un nuovo doppino e la portabilità del numero mi è stata negata.
    La portabilità del numero è una chimera... il codice di migrazione una presa per il culo... ti dicono che viene fornito falso apposta dall'altro operatore o che telo portano solo se è di telecom o se chiedi telefono+adsl...
    Chiedi una naked-DSL tela negano come se chiedessi una vacanza su marte... Fai un nuovo doppino chiedendo internet+fonia e ti attivano una naked-DSL spacciandola per una adsl+fonia senza specificare che la fogna è via voip e solo la fogna è possibile… su cui non puoi chiamare il 112 in caso di blackout ne usare il fax, il pos bancomat, il telesoccorso per gli anziani, il modem analogico, il televoto e ogni minkiata che necessita di una linea pstn... (che cmq potrebbero anke fungere via voip se questo fosse decente ovviamente tranne in caso di blackout); navighi e chiami a esclusivamente tramite voip (non-ostante nell'unico contratto a te fornito, quello a voce, non vene sia alcun cenno, pagandola come una chiamata analogica
    Ti impediscono di controllare il traffico con delle scuse del cazzo (pc bloccati ecc... ti assicurano che il tuo contatore è a zero anke se a te risultano 2 chiamate e ti fatturano( 160 euro senza posibilità' di conoscerne il motivo....
    I call center sono la culla dell'ignoranza umana... maleducati come bambini non cresciuti... ti dicono mille cose diverse tutte a caso...
    Faccio la segnalazione... ma ce ne è gi' una... no... chiami dopo nn esiste nussana segnalazione la fa lui... ecc...
    Un gestore filtra il traffico all'inverosimile… fosse solo il p2p...
    Abbiamo una connessione da terzo mondo realemente !!

    http://my.opera.com/aid85/blog/2009/11/19/la-banda...

    (vedi immagine o controlla tu)

    Chi dovrebbe controllare è ridicolo l'agcom (autorità di sorveglianza NON INDIPENDENTE delle telecomunicazioni) che ti invita a compilare il modulo D che dopo 1000 segnalazioni uguali fa pagare una multa di 100mila euro a un gestore che ne fattura 100 miliardi al mese il 25% dei quali mediante piccole truffe applicate su grande numero di persone, il 50% tramite grandi truffe tra qui quella multata e il resto non si sa… t>

    La legge è morta...

    Un tempo la pubblicità fraudolenta era punita ... oggi è prassi comune ...

    I gestori indipendenti forniscono internet si ma FINTO… fastweb, lince, hai ip dinamico ma non pubbico e che mene faccio? carico la pagina del corriere in un quarto di secondo invece che uno? e dovrei pagare 45 € al mese per questa non/cosa ?
    … il wimax fu ucciso prima di nascere, il wifi mai nato, l'umts no comment... la chiavetta coi finanziamenti statali è in magazzino a 100 km c'è quella senza... 50 euro + 30 di ricarica per 10 ore di navigazione lenta...

    Credo di averle viste tutte... il clown della telecom che cerca di attaccarmi il decoder alice mai chiesto mai usato a un normale televisore è la cosa migliore che mi sia capitata...
    http://my.opera.com/aid85/blog/2007/10/31/dolcetto...

    Io non pretendo nulla... sono rassegnato... in questo zoo solo cn questi animali si puà; avere a che fare... e vai di hiperlan! misa che ci provo pure io... in teoria sn coperto...802.11h di NGI vedremo ma nn mi aspetto mai nulla di buono e faccio sempre bene… purtroppo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > e vivo felice!A bocca aperta

    A me invece sai che è successo? Sono passato a tiscali e la centrale si è avvicinata a casa mia. Non so come...forse di notte di è spostata da sola.

    Perchè prima con telecom navigava a meno di 2 Mbit perchè a detta loro "ero troppo lontano". Ora con tiscali raggiungo i 7 mega con SNR e attenuazione ottimi....non so perchè.

    Ah....e spendo pure moooolto meno
    non+autenticato
  • ... corrispondono a VERI MIGLIORAMENTI DELLA QUALITA' DEL SERVIZIO, INVESTIMENTI E AMMODERNAMENTO DEGLI IMPIANTI, ma qui siamo in ITALIA: chi vogliamo prendere in giro?
    Con gli aumenti ci ingrassano solamente i loro portafogli.
    non+autenticato
  • - Scritto da: M.R.
    > ... corrispondono a VERI MIGLIORAMENTI DELLA
    > QUALITA' DEL SERVIZIO, INVESTIMENTI E
    > AMMODERNAMENTO DEGLI IMPIANTI, ma qui siamo in
    > ITALIA: chi vogliamo prendere in
    > giro?
    > Con gli aumenti ci ingrassano solamente i loro
    > portafogli.
    Mi ricorda gli aumenti del caffè in Ditta.
    Non sono mai stati aumenti voluminosi (caffè delle macchine), ad ogni modo i sindacalisti per convincere la massa annunciavano che i caffè sarebbero stati più "buoni". Dolce bugia per convincere chi protestava...
    Insomma la "zuppa" sarà sempre la stessa, i guadagni per Telecom invece saranno migliorati.
  • Bè io non vedo il problema. Basta che ciascun operatore monti la sua linea telefonica e rimuova quella di Telecom per non pagargli il canone. E' così semplice!
    non+autenticato
  • esattamente come se una nuova compagnia ferroviaria sradicasse i binari di Trenitalia e mettesse i suoi, dopo aver comprato i terreni ovviamente.
    Semplicemente impossibile.
    Le infrastrutture di trenitalia, così come quelle di telecom sono immobilizzazioni di un valore enorme, nemmeno paragonabile a quello che l'azienda produce in termini economici in svariati anni; sono frutto di decenni di investimenti.
    non+autenticato
  • statali, e poi svenduti al primo privato amico del deputato....

    privatizzazione? ma de che?
    dei beni pubblici regalati?...avessero fatto un solo contratto dove era lo stato a guadagnarci!!!

    ma vadano a quel paese!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > esattamente come se una nuova compagnia
    > ferroviaria sradicasse i binari di Trenitalia

    non è la stessa cosa un treno occupa metri di superficie tolta a strade o campagne, una canaletta centimetri sotto terra.

    E prova a cotruirti una casa in periferia e chiedere che ti portino la linea a operatori alternativi a Telecom: ti riponderanno di chiedere lo scavo a Telecom.

    Siamo un paese di imprenditori con le pezze al culo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leopold Mozart

    > E prova a cotruirti una casa in periferia e
    > chiedere che ti portino la linea a operatori
    > alternativi a Telecom: ti riponderanno di
    > chiedere lo scavo a
    > Telecom.

    Ed hanno perfettamente ragione, perche' l'ultimo miglio, a meno di non avere la propria infrastruttura in fibra ottica per il ftth, e' sempre e solo di telecoZ.
    non+autenticato
  • Comincia a scavare.
  • per fortuna che io telecom e il doppino me lo son tolto dai coioni ...

    vado via hyperlan2 Sorride e fanculo telecom

    e per il telefono ho il cellulare.. che per quello che telefono io ( quasi mai) sono a posto ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Bè io non vedo il problema. Basta che ciascun
    > operatore monti la sua linea telefonica e rimuova
    > quella di Telecom per non pagargli il canone. E'
    > così
    > semplice!

    La stupidità di questo commento è incredibile, a meno che non sia una trollata, in questo caso complimenti.

    Piuttosto sarebbe opportuno smembrare TI in gestore della rete e gestore del traffico, in modo da garantire accesso paritario alla rete a tutti i concorrenti.
    Ma in Italia non si farà mai.
    Funz
    13021