Sull'xDSL arrivano Edisontel e Sequenza

Dopo Albacom altre due operatori firmano con Telecom Italia gli accordi per la rivendita delle tecnologie HDSL e SDH per il Canale virtuale permanente. Sequenza già vorrebbe accettare prenotazioni. Ma mancano i dettagli

Roma - Vengono giù a valanga gli accordi degli operatori con Telecom Italia per la distribuzione dei servizi basati sulle tecnologie a banda larga,per convenzione indicate come xDSL. Dopo Albacom, notizia di due giorni fa, che ha annunciato di aver firmato l'accordo di rivendita con Telecom Italia, ieri sono arrivati gli annunci di EdisonTel e Sequenza.

EdisonTel, società di telecomunicazione che fa parte del gruppo Montedison, ha infatti confermato di aver stretto con Telecom gli accordi per fornire "su scala nazionale" i servizi basati su tecnologie HDSL e SDH.

Il passo successivo, ha affermato l'azienda, sarà quello di proporre all'utenza i servizi a valore aggiunto che potranno essere veicolati attraverso le strutture di EdisonTel per quegli utenti che decideranno di affidare all'azienda la gestione del proprio "ultimo miglio", ovvero della connessione del proprio domicilio alla rete telefonica.
Sulla stessa linea anche Sequenza, compagnia di telecomunicazione che opera sul territorio nazionale, che ha annunciato non solo la firma dell'accordo con Telecom Italia ma ha anche attivato le prenotazioni per il servizio HDSL che verrà fornito in tutte le locazioni che saranno rese disponibili per questo genere di soluzione "-"broadband".

"La commercializzazione - ha spiegato Sequenza - sarà attivata sia in modalità wholesale che retail con possibilità di personalizzazione del servizio stesso. In questo modo, l'utente avrà la possibilità di usufruire del primo vero servizio chiavi in mano per la connettività a banda larga. L'offerta prevede circuiti trasmissivi a partire da 2 Mbit/s, possibilità di gestione di servizi in outsourcing (Security, VOIP, ASP ecc), servizi voce integrati ed Help Desk gratuito in orario d'ufficio".
TAG: italia