Alfonso Maruccia

Oracle: Solaris 11 nel 2011

Comunicati i piani di rilascio della nuova versione del sistema operativo Unix, la prima marcata Oracle dopo l'acquisizione di Sun. Entro un anno si vedranno i frutti del massiccio lavoro di aggiornamento approntato dalla corporation

Roma - Archiviata in maniera apparentemente definitiva l'esperienza OpenSolaris, Oracle approfitta dell'occasione della convention Oracle Open World di San Francisco per delineare i piani per il futuro di Solaris. Nel corso del 2011 verrà distribuita l'undicesima versione del sistema operativo basato su Unix, dice Oracle, e la prima release Solaris marcata Oracle dopo l'acquisizione di Sun conterrà un gran numero di novità e bugfix.

Molto lavoro è stato fatto e viene attualmente portato avanti su Solaris 11, spiega l'azienda, e alla fine la nuova versione del sistema operativo rappresenterà il frutto di 2.700 diversi progetti e 20 milioni di ore di sviluppo. Il sistema operativo Unix si rivolge agli ambienti server tradizionali e a quelli del cloud computing, dando alle aziende la possibilità di realizzare piattaforme di computing connesse da risorse di networking "virtuale".

Nelle parole dell'azienda "Oracle Solaris 11 aumenterà il livello delle capacità di Solaris 10 aumentando l'operatività dei sistemi, fornendo la capacità di scalare e le ottimizzazioni necessarie a far girare il software Oracle e le applicazioni aziendali più velocemente con un maggior livello di sicurezza". Oracle promette più sicurezza ed efficienza per quello che è diventato il "suo" sistema operativo "completamente virtualizzato".
Testato e certificato per l'uso su più di 1.000 sistemi SPARC e x86, Oracle Solaris 11 sarà caratterizzato da tempi di avvio nell'ordine delle "decine di secondi" contro le decine di minuti di Solaris 10. Disponibili, oltre a tutto il resto, anche nuovi strumenti di monitoraggio per il corretto funzionamento dei sistemi e la possibilità di ricevere notifiche dal network di supporto di Oracle in merito a problemi noti per porvi rimedio prima che si presentino.

Alla fine del 2010, prima del lancio della versione completa dell'OS nel corso dell'anno prossimo, Solaris verrà distribuito in versione "Express" per fornire a "utenti, sviluppatori e partner" la strada ideale per l'aggiornamento a partire da vecchie versioni di Solaris e OpenSolaris.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
12 Commenti alla Notizia Oracle: Solaris 11 nel 2011
Ordina
  • > Oracle Solaris 11 sarà caratterizzato da tempi di avvio nell'ordine delle "decine di secondi" contro le decine di minuti di Solaris 10.
    AnnoiatoAnnoiatoAnnoiatoAnnoiatoAnnoiatoAnnoiato

    seeeee, decine di minuti impiegavano a fare ipl i sistemi di inizio anni 90. dove l'hanno visto un solaris 10 che sale in decine di minuti?
    non+autenticato
  • - Scritto da: boh
    > > Oracle Solaris 11 sarà caratterizzato da tempi
    > di avvio nell'ordine delle "decine di secondi"
    > contro le decine di minuti di Solaris
    > 10.
    >AnnoiatoAnnoiatoAnnoiatoAnnoiatoAnnoiatoAnnoiato
    >
    > seeeee, decine di minuti impiegavano a fare ipl i
    > sistemi di inizio anni 90. dove l'hanno visto un
    > solaris 10 che sale in decine di
    > minuti?

    Soprattutto per un server "Che glè possa fregà" ad qualcuno dei tempi d'avvio???? Un server deve costantemente essere attivo per anni.

    Ciao
    non+autenticato
  • > il "suo" sistema operativo "completamente virtualizzato".

    lo zoning non è virtualizzazione, non è neanche paravirtualizzazione
    non+autenticato
  • ... e non mi sento neanche più interessato a volerne sapere di Solaris. Come faccio a consigliare un sistema operativo del genere, che funziona solo su hardware proprietario? Inoltre, cosa fa di più che altri OS non siano in grado di proporre, in ambiente enterprise e carrier-grade? Niente. Mi sembra solo un aggeggio buttato lì, con la scusa dell'hardware proprietario, per fare soldi su ogni sputo e rimbalzo e al fine d'ingabbiare tutto in maniera che, se l'azienda vuole levarselo di torno per risparmiare sul TCO, non possa più farlo a meno di lunghe e dolorose operazioni. Che cazzata.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonymous
    > ... e non mi sento neanche più interessato a
    > volerne sapere di Solaris. Come faccio a
    > consigliare un sistema operativo del genere, che
    > funziona solo su hardware proprietario?

    veramente funziona su tutti i sistemi x86...

    > Inoltre,
    > cosa fa di più che altri OS non siano in grado di
    > proporre, in ambiente enterprise e carrier-grade?

    dtrace, zone, zfs, ldom, cceal 4+ su CAPP/RBACPP/LSPP, ip instances, rcap, raid-z, ecc...
    non+autenticato
  • adesso la caratteristica più importante è che sia gratis e che Oracle non ci guadagni nullaA bocca aperta

    ma penso che a Oracle interessi poco investire milioni per poi regalare
    non+autenticato
  • Solaris l'ho usato per un progetto Java abbastanza grande e sia il DTrace che le zone mi hanno letteralmente salvato il c..o.
    Su altri sistemi operativi su cui abbiamo provato a fare il porting (linux...) ho provato l'strace, ma forse per ignoranza non sono riuscito ad ottenere le stesse informazioni del DTrace. Riuscivamo a vedere praticamente i bit che passavano tra la testina ed il disco!
    Con le zone ci siamo replicati l'ambiente sfruttando lo stesso hw dei sistemi in produzione, con pochissimi comandi.
    Poi in ambiente di test, tramite ZFS ci siamo fatti delle storage area in maniera facile e veloce.

    Il tutto è stato possibile perchè c'era OpenSolaris, vederlo abbandonare mi è dispiaciuto.
    Solaris 11? Bah... vedremo cosa tireranno fuori ma... Prima Sun faceva grandi campagne pubblicitarie, mi invitava ai workshop, ora sono spariti... mah.. vedremo!
    non+autenticato
  • allo stesso tempo da quello che mi dici vale il costo di una licenza.

    Se perdi giorni dietro a linux senza ottenere lo stesso risultato ecco che la licenza di solaris è pagata
    non+autenticato
  • troll detected
    itc ignorant detected
    ignore
    non+autenticato
  • nessun troll. Semplicemente, per chi lavora, il tempo è denaro (anche perchè spesso nell'ITC si viene pagati in base ai giorni uomo).

    Se Solaris ha permesso ad alpha di risolvere il problema in meno giorni (magari non per un problema di linux, ma perchè è stato più facile reperire le informazioni che gli servivano) la licenza di solaris si è pagata da sola
    non+autenticato
  • - Scritto da: alpha
    > Solaris l'ho usato per un progetto Java
    > abbastanza grande e sia il DTrace che le zone mi
    > hanno letteralmente salvato il
    > c..o.
    > Su altri sistemi operativi su cui abbiamo provato
    > a fare il porting (linux...) ho provato l'strace,
    > ma forse per ignoranza non sono riuscito ad
    > ottenere le stesse informazioni del DTrace.

    eh se paragoni le mele con le pere...; avresti dovuto utilizzare SystemTap+Dprobes (che su linux è l'equivalente di DTrace)
    non+autenticato
  • Metà di queste cose sono disponibili anche su OS X (just FYI).
    non+autenticato