Roberto Pulito

Phenom e Athlon si rifanno il trucco

Aspettando la rivoluzione Zacate, AMD introduce sul mercato sei nuovi processori desktop che puntano tutto sul rapporto prestazioni-prezzo. Intel è avvertita

Roma - L'azienda di Sunnyvale replica all'assalto dei processori Core i3, i5 e i7, lanciati sul mercato da Intel, con nuovi Phenom e altri Athlon dal rapporto prestazioni-prezzo che si propone come molto competitivo. Tra moltiplicatori sbloccati e turbo core, la potenza non manca di certo, ma appare chiaro che i rinnovati chipset sono stati progettati più che altro per offrire un'alternativa ai veri top di gamma, basati su architetture Bobcat e Bulldozer, che arriveranno nel corso del 2011.

Il più interessante dei sei chip desktop presentati da AMD, tutti compatibili con schede madri Socket AM3 o Socket AM2+, è forse il Phenom II X6 1075T. Si tratta di una CPU a 6 core e 3 GHz che offre 3MB di cache L2 e 6MB di cache L3. Il processore è realizzato con la tecnologia Turbo CORE che può dispensare frequenza a 3,5 Ghz quando il lavoro lo richiede. Il consumo dichiarato è di 125 W mentre il prezzo di listino, decisamente competitivo, si aggira intorno ai 250 dollari.

A seguire troviamo il Phenom II X4 970 BE: la CPU con la frequenza di base più alta di tutta la gamma. Consumi e specifiche cache restano uguali al 1075 ma in questo caso si tratta di un quad core che lavora sempre a 3.5GHz. La sigla BE (Black Edition) sta inoltre ad indicare una certa flessibilità sull'argomento overclock, con lo sblocco totale del moltiplicatore. Il prezzo, in questo caso, scende a 185 dollari.
Il Phenom II X2 560BE è invece un dual-core da 3,3GHz basato su Core Callisto. La CPU meno appariscente del gruppo Phenom resta comunque ideale per i sistemi gaming di fascia media, propone 1MB di L2, 6MB di L3 e moltiplicatore sbloccato, per 105 dollari. Un test effettuato da Dinox PC ha riscontrato fra l'altro consumi energetici (80 watt TDP) in linea con processori dal costo e dalle prestazioni similari.

Anche la linea Athlon, priva di cache L3, dice la sua con Athlon II X4 645. Un quad core con frequenza di 3.1GHz e cache L2 di 512KB per core, che costa 122 dollari. Scendendo in zona entry level si può scegliere poi tra Athlon II X3 450, un tri core a 3.2GHz con cache L2 di 512KB (87 dollari) e Athlon II X2 265 (76 dollari). In questo caso ci si dovrà però accontentare di 3.3Ghz dual core con 1MB per core.

Roberto Pulito
Notizie collegate
  • TecnologiaZacate contro Sandy Bridge Questa settimana, AMD e Intel combattono la sfida dei processori con grafica integrata a colpi di presentazioni. Tutto si svolge a poche decine di metri di distanza, in quel di San Francisco
  • TecnologiaAMD presenta i nuovi multi-core x86Parole d'ordine sono multi-thread, multiprocessing e bassi consumi: tutti sinonimi di "sfida senza quartiere a Intel". Nel frattempo, si assumono ex della concorrenza e si cancella il 3DNow
  • TecnologiaIntel e AMD, cosa bolle per l'autunnoIndiscrezioni e fughe di notizie sulle prossime uscite dei chipmaker. Santa Clara si prepara a CPU da oltre 3GHz e consumi ridotti all'osso, Sunnyvale si organizza per il ritorno a scuola (e per Fusion)