Claudio Tamburrino

Operazione Streaming: tacciano le webradio alberghiere

Condotta dalla Guardia di Finanza di Corsico, ha fermato un distributore che in streaming forniva musica agli alberghi senza pagare i diritti dovuti

Roma - L'operazione, ribattezzata Streaming, ha portato la guardia di finanza di Corsico (MI) a bloccare la diffusione di 3105 file musicali e di programmi Web radio, che via Internet arrivavano a numerose strutture del Nord Italia.

È stata condotta in collaborazione con FPM (Federazione contro la Pirateria Musicale), le cui competenze hanno permesso tecnicamente di rintracciare il server dal quale venivano trasmesse ai clienti alberghieri le canzoni, che viaggiavano cifrate per poi essere decodificate all'arrivo a destinazione.

La società che trasmetteva le opere incriminate aveva sede, appunto, a Corsico, e forniva a strutture alberghiere Web radio e video in streaming con relativi accessori: un servizio costituito da pacchetti musicali (canzoni o altri contenuti protetti da diritto d'autore) per la filodiffusione all'interno delle strutture alberghiere. Ma senza pagare, secondo la Guardia di Finanza, il corrispettivo alla SIAE: motivo per cui ha proceduto alla contestazione di violazioni alla normativa penale in materia di diritto d'autore.
Nel server sono state travate "3105 opere musicali (protette sia dal diritto d'autore/editore che da quello del produttore fonografico) abusivamente duplicate in formato MP3": il server è stato sequestrato e il servizio, conseguentemente, interrotto.

Le stesse strutture alberghiere sono state punite con sanzioni amministrative e la segnalazione alla prefettura per l'adozione della sanzione accessoria della pubblicazione del provvedimento su un giornale quotidiano a diffusione nazionale: a pagare, dunque, non è stata la sola società distributrice delle opere protette, ma anche le aziende che, consapevolmente o meno, avrebbero diffuso opere protette senza che fosse pagato il relativo compenso, al pubblico nei suoi ambienti. Nonostante alcuni dubbi continuino a sussistere sulla definizione e sui diritti pendenti su questa fattispecie.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • Diritto & InternetViaggio nella giungla dei compensidi G. Scorza - SCF si rivolge agli esercizi commerciali per battere cassa: anche discografici e artisti interpreti ed esecutori hanno diritto alla loro fetta. Ma non mancano gli attriti
  • AttualitàSCF-SIAE, il diritto d'autore è ambiguoIl celeberrimo caso che ha coinvolto centinaia di centri commerciali italiani per la diffusione in pubblico di musica si chiude con una archiviazione che solleva polvere: per il GIP le norme sono ambigue e di difficile interpretazione
  • AttualitàMusica d'ambiente, nuovi intermediariFuori le società di raccolta dei diritti che impongono mandati esclusivi. Dentro artisti che operano con le licenze libere. Beatpick musica oltre 300 esercizi commerciali italiani. Gli artisti guadagnano, risparmiano le imprese
20 Commenti alla Notizia Operazione Streaming: tacciano le webradio alberghiere
Ordina
  • 3105 opere musicali Mio dio pensate ai bambini!!!!!!!!
    Meno male che li hanno fermati!!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mr. X
    > 3105 opere musicali Mio dio pensate ai
    > bambini!!!!!!!!
    > Meno male che li hanno fermati!!!!!

    beh si pensa magari ai bambini che in albergo si devono sentire tutte le canzoni di marco carta.....
    non+autenticato
  • Ce n'è tanta... e per tutti i gusti,
    dal sano Rock alle porcherie neomelodiche alla Carta & company
    non+autenticato
  • perchè se propini alla gente questa roba ti mandano a cagare
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bah
    > Ce n'è tanta... e per tutti i gusti,
    > dal sano Rock alle porcherie neomelodiche alla
    > Carta &
    > company

    se la vuoi diffondere al PUBBLICO nel nostro paese devi comunque pagare la siae e i fonografici oltre naturalmente a tutte le certificazioni ASL e comunali...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Picchiatell o
    > - Scritto da: Bah
    > > Ce n'è tanta... e per tutti i gusti,
    > > dal sano Rock alle porcherie neomelodiche alla
    > > Carta &
    > > company
    >
    > se la vuoi diffondere al PUBBLICO nel nostro
    > paese devi comunque pagare la siae e i
    > fonografici oltre naturalmente a tutte le
    > certificazioni ASL e
    > comunali...

    Esatto. Proprio come la mafia che controlla il territorio.

    "Questa zona nostra e'! Se vuoi mettere la musica, a don Salvatore ci devi pagare!"
  • - Scritto da: panda rossa

    >
    > Esatto. Proprio come la mafia che controlla il
    > territorio.
    >
    > "Questa zona nostra e'! Se vuoi mettere la
    > musica, a don Salvatore ci devi
    > pagare!"

    oramai sono sempre piu' quelli che proprio visto i vessatori costi imposti da questa quadrupla tassazione non mettono proprio musica e fanno bene...anche perhce' le pecore sono gia' state tosate e fra poco non rimarranno pecore...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Picchiatell o
    [...]
    > oramai sono sempre piu' quelli che proprio visto
    > i vessatori costi imposti da questa quadrupla
    > tassazione non mettono proprio musica e fanno
    > bene...anche perhce' le pecore sono gia' state
    > tosate e fra poco non rimarranno
    > pecore...
    Be', pero' si puo' sempre diffondere al pubblico anche qualche messaggio del tipo:
    "Salve, la musica che state ascoltando è stata pagata grazie all'aumento del 5% su pane, latte, frutta e formaggi".
    O magari mettere il costo della musica ascoltata direttamente sullo scontrino.

    Sarebbe educativo.
    GTFS
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guybrush Fuorisede

    > Be', pero' si puo' sempre diffondere al pubblico
    > anche qualche messaggio del
    > tipo:
    > "Salve, la musica che state ascoltando è stata
    > pagata grazie all'aumento del 5% su pane, latte,
    > frutta e
    > formaggi".
    > O magari mettere il costo della musica ascoltata
    > direttamente sullo
    > scontrino.
    >
    > Sarebbe educativo.
    > GTFS

    piu' che i clienti poi alla fine il problema e' dei manager pubblicitari che secondo loro senza musica o altri orpelli non si vende e non si sta in hotel ...
    un secondo problema e' che la musica diffusa e' quasi esclusivamente fatta di ragazzotti della de filippi...
    poi mi ripeto : dubito che veramente sia pagata sia la siae sia i fonografici in queste cose nel 90% degli esercizi alberghieri....e' antieconomico solo al pensiero...
    non+autenticato
  • se compravano una radio da 20€ e collegavano quella alla loro filodiffusione ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome cognome
    > se compravano una radio da 20€ e collegavano
    > quella alla loro filodiffusione
    > ?

    mi autoquoto per rilanciare: se proprio avevano necessità di streaming via internet, usare una webradio free come ce ne sono centinaia ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome cognome
    > - Scritto da: nome cognome
    > > se compravano una radio da 20€ e collegavano
    > > quella alla loro filodiffusione
    > > ?
    >
    > mi autoquoto per rilanciare: se proprio avevano
    > necessità di streaming via internet, usare una
    > webradio free come ce ne sono centinaia
    > ?

    Non hai capito.
    Questi cercavano di non pagare il pizzo.
    E il padrino ha mandato i picciotti.
  • - "Ding dong?"
    - "APRITE! IN NOME DELLA SIAE!"

    :DA bocca apertaA bocca aperta

    - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: nome cognome
    > > - Scritto da: nome cognome
    > > > se compravano una radio da 20€ e collegavano
    > > > quella alla loro filodiffusione
    > > > ?
    > >
    > > mi autoquoto per rilanciare: se proprio avevano
    > > necessità di streaming via internet, usare una
    > > webradio free come ce ne sono centinaia
    > > ?
    >
    > Non hai capito.
    > Questi cercavano di non pagare il pizzo.
    > E il padrino ha mandato i picciotti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa

    >
    > Non hai capito.
    > Questi cercavano di non pagare il pizzo.
    > E il padrino ha mandato i picciotti.

    veramente e' piu' grave di questo , la siae società "privata" fa beatamente da controllore ( grazie alla latitanza dell'uffico entrate) e manda forze dell'ordine a far controlli che dovrebbero spettare solo dietro decisione di un giudice o comunque una entità "pubblica"... e come se mediaset mandi a controllare i carabinieri se hai pagato premium...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Picchiatell o

    > come se mediaset mandi a controllare i
    > carabinieri se hai pagato
    > premium...


    ora che gli hai dato l'idea, il vostro padrone (ah, no, si dice presidente del consiglio) farà subito un bel decreto legislativo...
    Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Picchiatell o
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > >
    > > Non hai capito.
    > > Questi cercavano di non pagare il pizzo.
    > > E il padrino ha mandato i picciotti.
    >
    > veramente e' piu' grave di questo , la siae
    > società "privata" fa beatamente da controllore (
    > grazie alla latitanza dell'uffico entrate) e
    > manda forze dell'ordine a far controlli che
    > dovrebbero spettare solo dietro decisione di un
    > giudice o comunque una entità "pubblica"... e
    > come se mediaset mandi a controllare i
    > carabinieri se hai pagato
    > premium...

    Veramente io sapevo che gli ispettori della SIAE erano pubblici ufficiali. E' cambiato qualcosa e non lo so?
  • - Scritto da: Aleph72
    > - Scritto da: Picchiatell o
    > > - Scritto da: panda rossa
    > >
    > > >
    > > > Non hai capito.
    > > > Questi cercavano di non pagare il pizzo.
    > > > E il padrino ha mandato i picciotti.
    > >
    > > veramente e' piu' grave di questo , la siae
    > > società "privata" fa beatamente da controllore (
    > > grazie alla latitanza dell'uffico entrate) e
    > > manda forze dell'ordine a far controlli che
    > > dovrebbero spettare solo dietro decisione di un
    > > giudice o comunque una entità "pubblica"... e
    > > come se mediaset mandi a controllare i
    > > carabinieri se hai pagato
    > > premium...
    >
    > Veramente io sapevo che gli ispettori della SIAE
    > erano pubblici ufficiali. E' cambiato qualcosa e
    > non lo
    > so?

    veramente mi sembra che gli ispettori la siae abbia una conzenzione con qualche ufficio del ministero delle entrate e solo per questo e solo in determinati ambiti vengono considerati " equiparati" ai pubblici ufficiali solo a livello amministrativo ( accertazione) e non penale; penso esista solo nel nostro paese una cosa del genere ... anche perche' poi tutto il materiale va dato ai veri agenti che poi devono agire in conseguanza...
    non+autenticato
  • ma cosa dici mai ....
    la tua ignoranza è talmente grande che non sai nenche scrivere:
    la SIAE a norma dell'art.180 della Legge 22-4-1941 n.633 è un ente di diritto pubblico,La legge 9 gennaio 2008 n. 2, contenente “Disposizioni concernenti la Società Italiana degli Autori ed Editori”, definisce la SIAE “ente pubblico economico a base associativa”. La SIAE è sottoposta alla vigilanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero per i Beni e le Attività culturali.
    Ai sensi dell'art. 182 bis della legge 633/41 alla SIAE spetta l'accertamento e la vigilanza sul diritto di autore e diritti connessi, pertanto tali funzioni sono pubbliche e non di natura privata.
    leggiti la definizione di pubblico ufficiale:http://it.wikipedia.org/wiki/Pubblico_ufficiale_(d...)
    leggiti pure: http://www.piforum.it/b.aspx?i=2319748
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome cognome
    > se compravano una radio da 20€ e collegavano
    > quella alla loro filodiffusione
    > ?
    xche.. secondo te e' legale (senza pagare il pizzo alla SIAE)? Ovviamente no.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: nome cognome
    > > se compravano una radio da 20€ e collegavano
    > > quella alla loro filodiffusione
    > > ?
    > xche.. secondo te e' legale (senza pagare il
    > pizzo alla SIAE)? Ovviamente
    > no.

    veramente ci sono anche i fonografici da pagare oltre la siae...e poi le relative autorizzazioni comunali a ASL...( non parliamo poi delle certificazionid elgi impiati).
    non+autenticato