ADSL, se il problema è il tecnico

Ne parla un lettore, che ha atteso l'allaccio per quattro mesi, diventando intimo amico degli operatori di Telecom Italia e della ditta che doveva eseguire l'allaccio

Roma - Gentile redazione di Punto-Informatico.it, vorrei raccontarvi la mia odissea per attivare il servizio Adsl presso la mia abitazione. Il 12 settembre 2002 vado in un centro Buffetti nella mia città a richiedere l'attivazione del servizio adsl con Tin.it per sfruttare uno sconto del 20% sul canone mensile di adsl tin.it flat. La fase di registrazione procede bene.

Il 13 settembre vengo contattato al mio cellulare da un operatore tin.it per la conferma dei dati che ho immesso in fase di registrazione. Anche qui tutto bene. Mi ha detto di aspettare la chiamata dei tecnici Telecom per l'installazione della linea aggiuntiva, tempo medio una decina di giorni.. Ho isdn.

Puntualmente dopo dieci giorni (il 23 sett.) mi chiama la Telecom a casa e mi fissa un appuntamento per il giorno dopo.

Il 24 settembre vengono i tecnici Telecom (che scherzosamente chiamo "Gianni e Pinotto") a casa mia. I due tecnici non erano Telecom ma di una ditta esterna appaltatrice di Telecom. Uno dei due non voleva fare il lavoro, cercando scuse per non eseguire il lavoro, ma insistendo hanno fatto qualcosa, in sostanza hanno solamente costruito la linea aggiuntiva senza collegarla al palo del telefono perchè le linee libere erano guaste. Mi dissero che dovevano fare una riparazione delle linee ma non era loro compito fare questo lavoro, lo avrebbero segnalato a Telecom che avrebbe provveduto in proprio a farlo.

E qui inizia l'odissea. Nessuno per mesi fa niente, mi ritrovo a casa una linea che non funziona (scollegata dalla centrale), chiamate su chiamate all'803380, 187 ma niente (ho chiamato anche Telecom perchè in sostanza sono loro che effettuano i lavori e tutto risulta sui loro terminali), l'unica cosa che potevano fare erano solamente solleciti.

Il tempo passa ancora, nuovi solleciti e alla fine la strategia di un operatore tin.it è stata, il 7 novembre, di riemettere un nuovo ordine a Telecom di attivazione di Adsl su linea aggiuntiva sul mio numero di telefono.
Il giorno dopo mi richiamano gli stessi tecnici che erano venuti a settembre e molto scortesemente (erano molto arrabbiati e non capisco il perchè) mi dicono che avrei potuto fare altre mille richieste e loro non sarebbero mai venuti in casa a finire i lavori perchè impossibilitati dalle linee guaste e da Telecom che non faceva i lavori. Il tempo passa ancora, sempre la solita solfa: chiamate a call center e solleciti su solleciti, ma niente (l'unica cosa che potevano fare).

Stufo della situazione chiamo per l'ennesima volta il call-center Tin.it; era il 28 novembre. Chiamo l'803380 e disdico tin.it adsl con una semplice telefonata visto che anche loro non sapevano più cosa fare. Decido di attivare Alice di Telecom seguendo il consiglio di un mio compaesano, che anche lui ha patito le pene dell'inferno per attivare l'adsl con tin.it. Decisi di seguire questa strada, perchè questo mio amico ha avuto simili problemi nell'attivazione, ma quando chiese Alice tutto gli si risolse in tempi brevi (pochi giorni).

Allora chiamo il 187 e parlo con una operatrice molto gentile e preparata, Gabriella di Genova. Le spiego la situazione e mi propone la trasformazione da isdn ad analogico (per non avere problemi sulla linea aggiuntiva, se ci fossero stati problemi avrebbero attivato il servizio sulla linea telefonica classica), l'attivazione di Alice sulla linea aggiuntiva (perchè in centrale era stata attivata a suo tempo una linea apposita per il doppino aggiuntivo dedicato esclusivamente all'adsl) e la continuazione di tutti quei servizi che avevo prima attivi. La trasformazione da isdn a rtg sarebbe avvenuta gratuitamente.

Il tempo passa e si arriva a gennaio e nella via di casa mia vengono dei tecnici Telecom che lavorano per una settimana, e gli chiedo cosa stiano facendo. Mi dicono che stanno effettuando dei lavori di miglioramento della linea e di pulizia delle linee provvisorie o guaste... Ci siamo...

Infatti il 21 gennaio viene a casa mia il tecnico Telecom e mi smonta la borchia isdn, mi trasforma in rtg. Il giorno stesso ricevo le password provvisorie di Alice. E' quasi fatta.

Il 23 gennaio vengono i tecnici telecom a vedere di concludere l'allaccio della linea aggiuntiva (non sono più Gianni e Pinotto), vedono che è già stata costruita e semplicemente prendono il filo che proviene da casa mia e lo collegano al palo del telefono. Tempo di esecuzione del lavoro: 10 secondi.
Provano se tutto va bene e se ne vanno. Ma ora viene il bello. I due nuovi tecnici, incuriositi dal fatto di avere un impianto nuovo e non collegato, mi dicono di raccontare come mai tutta quella odissea per attivare Adsl e quali problemi ci fossero stati alla base di tutta quella odissea. Spiego la storia dei tecnici di settembre e mi dicono che i due sono molto conosciuti nella loro impresa (per l'appunto appaltatrice di Telecom) perchè lasciano i lavori a metà, e agli altri tocca andarli a finire sopportando le ire dei clienti. Inoltre mi dicono che non sono l'unica persona alla quale quei due hanno creato problemi. I nuovi tecnici mi dissero che non occorreva fare alcuna riparazione di linee guaste, sarebbe bastato andare in un punto della linea ben preciso ed eseguire un lavoro semplice e di breve durata.

Aspetto il modem ed il 30 di gennaio effettuo la prima connessione con l'adsl... "Finalmente ce l'ho fatta... Non mi sembra vero di avere l'adsl!" Questo dissi il primo secondo di connessione ad Alice adsl!

Concludendo, ho atteso quattro mesi per avere il servizio attivo sulla mia linea. Altre considerazioni in merito riguardano il discorso sul rapporto call-center utenti, cosa di cui avete parlato spesso. Nella mia vicenda gli operatori hanno avuto le mani legate, l'unica cosa che potevano fare erano i solleciti, solleciti e basta. I loro superiori? Chi li ha mai sentiti?

Devo dire che il servizio Adsl Alice è una bomba, mi è sempre andato benissimo... Mai un problema... Forse solo uno: l'attivazione.

Ciao
Nicola A.
TAG: adsl
31 Commenti alla Notizia ADSL, se il problema è il tecnico
Ordina
  • la mia amica e abbonata alice telecom, pero' ha un problema quando e collegata con internet il telefono di casa non squilla, abbiamo provato ieri 25/06 con il cellulare direttamente in casa suona al modem, mi ha detto che hanno messo i filtri per ogni presa telefonica ma il problema non si risolve, e piu volte che telefona al centro assistenza telecom per rimediare a questo imprevisto, gli hanno risposto interverremmo entro 48 ore ma non si e fatto vedere nessuno e un po' di tempo che va avanti ha richiamato suo padre un po' alterato della situazione stessa risposta entro 48 ore ma dopo 2 settimane non si e visto nessuno, che deve fare uno per un intervento da parte di telecom ? grazie per la risposta
    non+autenticato
  • La mia storia è leggermente diversa da quelle lette in questo forum. Il 9 Aprile richiedo Alice Flat al 187. La signorina mi assicura che il collegamento avverrà in 10-15 gg (non ho ISDN). Dopo oltre un mese (attorno al 15 Maggio) il tecnico mi porta il modem e fa l'installazione. Mi dice che Alice srà attiva quando, entro un paio di giorni, arriverà una lettera con l'user name e la password..... La sto ancora aspettando! Il 24 Maggio ritelefono al 187 chiedendo notizie della lettera ed allora la signorina mi comunica a voce l'user name e la password. Li introduco ma il computer mi dice che non sono collegato. Ovviamente ritelefono ricevendo assicurazione sull'arrivo di un tecnico entro un paio di giorni. Le telefonate da allora sono state numerose ma inutili. A proposito se si telefona fuori dell'orario d'ufficio nessuno sa dare la minima delucidazione. Se si telefona al mattino sono in grado di "vedere" che il problema è loro: manca il collegamento dalla centrale; Viene inoltrato un nuovo sollecito ma di più non possono fare. Nel frattempo mi arriva una bolletta con l'addebito di Alice dall'11 Aprile. Naturalmente me la sono autoridotta comunicandolo con Raccomandata A/R, ma continuo a non essere collegato. Poi mi arriva una lettera della Telecom da Asti (?), io sono a Firenze, in cui si congratulano con me per l'attivazione di Alice dall'11 Aprile. Mi sento francamente preso in giro! Che altro posso fare? Avevo ipotizzato di rivolgermi alla concorrenza ma leggendo questo ed altri Forum non mi pare che la situazione degli altri provider sia migliore. Ciao Charlie 54
  • Per avere l'ADSL MEga ho aspettato da settembre (la prima richiesta risale a 3 giorni prima dell'inizio) a Maggio!
    non+autenticato
  • no, non si lamenta.
    non+autenticato
  • Sono nella stessa identica situazione dell'autore della lettera.
    Lotto con telecom da dicembre e con l'azienda che ha appaltato il lavoro dalla fine di marzo.
    Ho una forte depressione cronica unita a una certa irritabilita' che si manifesta indistintamente con tutte le persone con le quali ho a che fare.


    odio tutti e tutto

    odio pure te che stai leggendo.

    -- CDP
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > odio tutti e tutto
    >
    > odio pure te che stai leggendo.

    hey
    io sono il tuo installatore
    abbassa lo sguardo

    LOL
    non+autenticato
  • In questo caso, mi pare ovvio che non c'entri ne tin it ne alice ne altre compagnie, ma bensi le persone, cioe' i tecnici che sono andate a fare l'installazione.
    Purtroppo se non hanno voglia di lavorare non ci puo' fare niente tin it, se non licenziarli dopo numerose segnalazioni di negligenze.
    Da me è arrivato un tecnico tin it bravissimo per esempio.
    Bisogna sperare di trovare persone intelligenti e che hanno voglia di lavorare , tutto qui.
    POi la il service provider c'entra ben poco.
    Byez
    Luck
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)