Linux/Se è senza installazione è DemoLinux

Non avete voglia, tempo o conoscenze per provare Linux? Con DemoLinux basta mettere un CD nel proprio lettore et voilà: il pinguino non è mai stato così docile

Per anni Linux ha sempre sofferto della mancanza di interfacce grafiche user-friendly, wizard d'installazione e configurazioni più facili: questo ha fatto sì che Linux sia rimasto per lungo tempo in una nicchia di mercato destinata soprattutto ai ?super-esperti?, anche se negli ultimi due anni le cose sono cambiate non poco.

DemoLinux nasce dall?idea di tre ragazzi dell'Ecole Normale Supérieure di Parigi, Vincent Balat, Roberto Di Cosmo e Jean-Vincent Loddo, e permette di utilizzare Linux senza effettuare alcuna installazione, partizionamento del disco fisso od altre operazioni più o meno complesse che sono spesso la ragione per cui molti utenti non riescono a provare e utilizzare Linux.

Grazie a questa distribuzione non occorre installare nulla sul proprio computer: attraverso un CD-ROM auto-avviante è possibile utilizzare Linux da subito, conoscerlo, apprezzarne le funzionalità e magari in un secondo momento installarlo sulla propria macchina. In questo modo è possibile utilizzarlo ovunque, non occorre più avere una macchina o una partizione dedicata, basta semplicemente inserire il CD e accendere il computer.
DemoLinux, ormai arrivato alla versione 2.0, è stato assemblato prendendo spunto dalle migliori distribuzioni Linux in circolazione e fornendo un buon sottoinsieme dei principali pacchetti software liberi che accompagnano le distribuzioni maggiori. La prima versione era basata sulla Mandrake, mentre la nuova, ancora in fase di testing, è basata sulla distribuzione Debian. L?ambiente visuale integrato in DemoLinux è basato su Gnome, ma nella futura versione sarà incluso anche il KDE.