Claudio Tamburrino

Google risponde ad Oracle

Le accuse di violazione di diritto d'autore sarebbero imprecise, i brevetti in parte invalidi, oppure persino non violati. In ogni caso Oracle starebbe rivoltando la frittata: Java è open oppure no?

Roma - Ad agosto Oracle aveva presentato al giudice una denuncia nei confronti di Google per violazione nel SO Android dei brevetti e del diritto d'autore relativo, quasi a chiarire le sue intenzioni rispetto alla proprietà intellettuale appena acquistata con Sun MicroSystem. Da Mountain View è arrivata ora la risposta ufficiale alle accuse di violazione di proprietà intellettuale relative a Java. Tutte da respingere per Google.

Per quanto riguarda la violazione di diritto d'autore, secondo BigG "l'accusa non identifica chiaramente nessuna opera che sarebbe stata copiata da Google", non incontrando così gli standard minimi di accuratezza di una denuncia per violazione di diritto d'autore. La precisione di Oracle sarebbe stata dovuta (e possibile) in quanto gli 11 milioni di linee di codice di Android sono liberamente accessibili.

Chiara anche la posizione sui brevetti chiamati in causa da Oracle: invalidi o non violati. Per l'invalidità, addirittura, Mountain View chiama in causa la dottrina dell'abuso del diritto, fattispecie che si presenta, per esempio, quando il proprietario di un titolo di privativa non immette sul mercato il relativo prodotto.
Google, poi, ne fa una questione di principio: "È una gran delusione che dopo anni di supporto all'open source Oracle abbia fatto un ribaltone tale che le permette di attaccare non solo Android, ma l'intera comunità open source di Java, oltretutto con accuse così poco consistenti". Quando la piattaforma apparteneva a Sun e questa aveva rilasciato parte del codice, sottolinea BigG, la stessa Oracle si era lamentata della suo non totale apertura.

Accanto alla richiesta di licenza avanzata nei confronti di Google, per la verità, Oracle accusa il motore di ricerca di aver intaccato la versatilità dell'impianto di Java utilizzato nei suoi dispositivi (tramite la virtual machine Dalvik) compromettendo alla base il principio "scritto una volta, compatibile ovunque", minacciando tutti i consumatori, sviluppatori e produttori che lavorano con il linguaggio. Questo resta il punto cruciale del contendere. Tanto che sarebbe stata la stessa Sun a dare il via alla causa, il cui inizio è coinciso però con il passaggio di consegne della nuova proprietà.

Google, peraltro, sottolinea come sia stata la stessa Sun a non rilasciare, a differenza del resto della struttura Java, alla comunità open source il test compatibility kit (TCK) nella speranza di garantirsi un flusso di royalty. E proprio per questo avrebbe indipendentemente lavorato a Dalvik. Poco conta, se non per influenzare l'immagine dell'azienda, che in passato Oracle stessa spingesse per una apertura completa.

La questione, insomma, resta su quanto e come Dalvik sia stata sviluppata solo con materiale open source e se comprometta o meno l'utilizzo universale di Java. In sua difesa Googe afferma di essersi basata sullo strumento di Apache Foundation "Harmany Java implementation": fatto che, non avendo quest'ultimo ottenuto tutte le approvazioni necessarie da Sun (che cercava di imporre il suo TCK), non metterebbe però Mountain View al sicuro da tutte le accuse.

Il SO mobile di Google, diventato secondo l'ultima statistica Nielsen il più popolare negli Stati Uniti, è attaccato a destra e manca al grido di "libero non significa gratuito" e a colpi di denunce di proprietà intellettuale. Da ultimo è stata Microsoft ad avviare una causa che ha come bersaglio indiretto il concorrente del suo Windows Phone 7 di prossima uscita.

Intanto, continua il perturbante silenzio di Oracle sul destino di Java, così come sulla possibilità di un nuovo Java Community process (JPC) per le imprese che se ne occupano, ma soprattutto sulla volontà o meno di rinnovare l'impegno open source.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
37 Commenti alla Notizia Google risponde ad Oracle
Ordina
  • che vi piaccia o meno
    Beh vedela così, ci sarà mooolto + lavoro di riconversione da Java Pagamento a ... ? da capire, e saranno cazzi amari
    Per non parlare di tutti quei .... che stanno continuando a sviluppare in java xD --> Auguri !!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Kert
    > che vi piaccia o meno
    > Beh vedela così, ci sarà mooolto + lavoro di
    > riconversione da Java Pagamento a ... ? da
    > capire, e saranno cazzi amari

    E perche' ? L'originare rimarra' java, e' chi lo vuole chiudere che deve cambiarlo se vuole renderlo incompatibile.

    > Per non parlare di tutti quei .... che stanno
    > continuando a sviluppare in java xD --> Auguri
    > !!!

    Useranno il fork free del java, dov'e' il problema ?
    krane
    22528
  • è probabile che la versione per sviluppatori resterà gratuita.
    Penso che il problema vero sia che Oracle spinge per J2ME mentre Google ha fatto come ha voluto in Android.

    E' chiaro che Oracle non è contenta e a mio parere ha ragione. Se Google non vuole usare J2ME può benissimo farsi il suo linguaggio con le sue librerie come hanno fatto microsoft (C#) e apple (l'iphone non usa java).

    Ti pare che Google si prende quello che le serve di Java e poi rende sempre meno usato il J2ME??
    non+autenticato
  • il J2ME è assolutamente inadeguato per le moderne esigenze dei moderni smarphone (Android, WM7,iOS o Symbian)

    J2ME andava bene in passato, per i giochini o le applicazioncine da Mobile Phone evoluti, ma non per gli smartphone.

    Ci sono un centinaio di motivi tecnici che potrei esporre a prova di questo, ma due fra tutti: la gestione memoria/heap, e la gestione delle risoluzioni grafiche.

    Se Google ha preso qualcosa come spunto dal J2ME non vedo dove stia il problema, nell'informatica ogni cosa nuova è un evoluzione di qualcosa di vecchio.

    Anche MS e Apple hanno copiato l'interfaccia grafica da Xerox, per non parlare di protocolli internet che si usano ogni giorno, come credo che il concetto stesso di database non l'abbia certo inventato Oracle...

    Ora se saltasse fuori un certo tizio a dire "il costrutto if in un linguaggio di programmazione, che io ho brevettato nel 19xx, è oggi usato da TUTTI i linguaggi di programmazione, avete tutti copiato da me" sarebbe giusto secondo il tuo ragionamento ?

    Google ha fatto qualcosa di nuovo, prendendo spunto da qualcosa di esistente.

    Li è palese perchè chiunque puo esplorare come sia fatto Android. come è fatto iOS lo sa qualcuno al difuori da Apple ? chi mi dice che dentro non ci sia roba scopiazzata da Windows, Linux, Xerox e via dicendo ?
    non+autenticato
  • > J2ME andava bene in passato, per i giochini o le
    > applicazioncine da Mobile Phone evoluti, ma non
    > per gli
    > smartphone.

    Concordo con quello che dici ma è chiaro che Oracle voglia spingere sulle sue tecnologie (magari aggiornandole) o proponendone di nuove (di sicuro non si faranno fare concorrenza da google con il loro stesso linguaggio).
    non+autenticato
  • I troll dovrebbero avere più fantasia.
    Sempre lo stesso inutile commento ad ogni articolo su Oracle.
    AnnoiatoAnnoiato
    Di risposte ne hai già avute abbastanza
    AnnoiatoAnnoiato
    guast
    1319
  • - Scritto da: Kert

    > che vi piaccia o meno
    > Beh vedela così, ci sarà mooolto + lavoro di
    > riconversione da Java Pagamento a ...

    L'attuale implementazione di Java, quella distribuita da Sun/Oracle, è GPL. Meno cazzate prego.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 07 ottobre 2010 12.04
    -----------------------------------------------------------
    FDG
    10640
  • purtroppo java vacilla da un bel pò le ultime implementazioni non erano all'altezza con quello che ci si aspettava tanto che molti programmatori professionisti si lamentavano, sul mobile ora mai quasi tutti usano .net
    (in genere con mono o con altre librerie proprietarie) con i linguaggi più diversi ad esempio è possibile programmare per ios con delphi prism, c# etc... in realtà android forse salverà java da una fine sicura sempre se glielo permettono. Putroppo Java non è più al passo con i tempi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Kert
    > che vi piaccia o meno
    > Beh vedela così, ci sarà mooolto + lavoro di
    > riconversione da Java Pagamento a ... ? da
    > capire, e saranno cazzi
    > amari
    > Per non parlare di tutti quei .... che stanno
    > continuando a sviluppare in java xD --> Auguri
    > !!!

    questa mi è sfuggita...sei serio in quello che dici perchè mi sembra che java sia gpl
    non+autenticato
  • Che facciano pure una versione "premium" a pagamento, esisterà comunque sempre il fork open e a quel punto avremo un alternativa in piu tra cui scegliere quando dovremo sviluppare un applicazione evoluta.

    Il fatto che sia a pagamento non lo vedo cosi limitante, se per quella tale applicazione il gioco varrà la candela, i committenti di tale applicazione, nel suo costo, pagheranno anche quello della licenza di questo Java a pagamento.
    non+autenticato
  • basterebbe non utilizzare java
    non+autenticato
  • ...per eliminare l'inquinamento? Basta non prendere la macchina.
    non+autenticato
  • http://www.osnews.com/story/23881/G2_Restores_Unha...

    "When you buy a mobile phone running Android, many do so because of its open and more free nature than the competing platforms - so you can imagine the surprise when the hackers at xda-developers found out the brand-new T-Mobile G2 has a hardware rootkit that will always restore the phone's original operating system upon installing a different ROM"
    FDG
    10640
  • - Scritto da: FDG
    > http://www.osnews.com/story/23881/G2_Restores_Unha
    >
    > "When you buy a mobile phone running Android,
    > many do so because of its open and more free
    > nature than the competing platforms - so you can
    > imagine the surprise when the hackers at
    > xda-developers found out the brand-new T-Mobile
    > G2 has a hardware rootkit that will always
    > restore the phone's original operating system
    > upon installing a different
    > ROM"

    They are also competing with one other platform and that’s Android. I guarantee you won’t see this demo make its way to the Android and it’s not because it couldn‘t be done – it’s because Apple paid for it not to be done.

    cercavo informazioni su una demo dell'unreal engine per android
    non+autenticato
  • - Scritto da: lordream

    > - Scritto da: FDG
    > >
    > http://www.osnews.com/story/23881/G2_Restores_Unha
    > >
    > > "When you buy a mobile phone running Android,
    > > many do so because of its open and more free
    > > nature than the competing platforms - so you can
    > > imagine the surprise when the hackers at
    > > xda-developers found out the brand-new T-Mobile
    > > G2 has a hardware rootkit that will always
    > > restore the phone's original operating system
    > > upon installing a different
    > > ROM"
    >
    > They are also competing with one other platform
    > and that’s Android. I guarantee you won’t see
    > this demo make its way to the Android and it’s
    > not because it couldn‘t be done – it’s because
    > Apple paid for it not to be
    > done.
    >
    > cercavo informazioni su una demo dell'unreal
    > engine per android

    Grazie della notizia... ma che c'entra? Io sono già (parzialmete) OT. Tu peggio ancoraA bocca aperta

    Il mio intento era far notare che purtroppo la licenza usata su Android (apache 2.0) non garantisce certe libertà all'utente finale. Insomma, non è GPL, non è software libero. Fosse GPL sarebbe diverso. Ma credo che questo ai carrier non piacerebbe tanto, visto la loro tendenza a proteggere l'orticello.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 07 ottobre 2010 12.21
    -----------------------------------------------------------
    FDG
    10640
  • temo una raffica di filippiche....spesso litigo con i fan della licenza bsd, perchè secondo loro la gpl non dà libertà

    ovviamente la loro libertà ( aka anarchia ) è il sistema più facile per farsi sfruttare dai marpioni del capitalismo globale
  • > ovviamente la loro libertà ( aka anarchia ) è il
    > sistema più facile per farsi sfruttare dai
    > marpioni del capitalismo globale

    liberi di farlo, non credi?
    pippuz
    1252
  • certo, così come noi siamo liberissimi di usare la gplv3 senza che un talebano bsd venga a dirci che siamo il male
  • - Scritto da: pabloski
    > certo, così come noi siamo liberissimi di usare
    > la gplv3 senza che un talebano bsd venga a dirci
    > che siamo il male

    la parola "talebano" si adatta più a quelli "GPL a tutti i costi" che a chi usa la BSD, per definizione. 1 BSD (e BSD-like) ti permette di fare quel che vuoi (in sintesi) del codice, GPL no. Figurati se il BSD ti rompe la palle per la licenza che usi (a differenza dei "GPL a tutti i costi" 2 Linus Torvalds non è un talebano bsd, eppure...
    pippuz
    1252
  • - Scritto da: lordream
    > - Scritto da: FDG
    > >
    > http://www.osnews.com/story/23881/G2_Restores_Unha
    > >
    > > "When you buy a mobile phone running Android,
    > > many do so because of its open and more free
    > > nature than the competing platforms - so you can
    > > imagine the surprise when the hackers at
    > > xda-developers found out the brand-new T-Mobile
    > > G2 has a hardware rootkit that will always
    > > restore the phone's original operating system
    > > upon installing a different
    > > ROM"
    >
    > They are also competing with one other platform
    > and that’s Android. I guarantee you won’t see
    > this demo make its way to the Android and it’s
    > not because it couldn‘t be done – it’s because
    > Apple paid for it not to be
    > done.
    >
    > cercavo informazioni su una demo dell'unreal
    > engine per
    > android

    Google è tuo amico!
    http://www.nexusoneitalia.com/unreal-engine-3-anch...

    io invece, continuando l'OT sto cercando una back cover per Samsung Galaxy S che sfoggia una PERA morsicata, per contrappormi agli iOssosi
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bah

    > Google è tuo amico!
    > http://www.nexusoneitalia.com/unreal-engine-3-anch
    >
    > io invece, continuando l'OT sto cercando una back
    > cover per Samsung Galaxy S che sfoggia una PERA
    > morsicata, per contrappormi agli iOssosi

    C'è lo sfondo dell'androide che piscia sulla mela morsicata se vuoiOcchiolino
    FDG
    10640
  • una dozzina di teste d'uovo hanno abbandonato oracol, poi bloccano mysql, poi lo mettono in culo a openoffice che subisce un fork, poi cominciano a chiudere java... insomma, oracol ce la sta metttendo tutta, cosa volete vedere ancora prima di convincervi che oracol e opensource sono miscibili come olio e acqua? ah, si devono chiudere pure virtualbox? ok, aspettiamo la chiusura di visttualbox, contenti?
    non+autenticato
  • Dove vorresti arrivare con questa tirata ?
    Nessuno si è mai fidato di Oracle, ma su certe scelte di Sun non può tornare indietro. Tanto che facendo buon viso a cattivo gioco ha reso open source parte del codice di Jrockit per portare avanti il merge con OpenJDK. Sta rendendo open source parte del codice di Weblogic per fare un merge con Glassfish.
    I fork che ci sono stati fanno vedere che dove non c'è il sostegno di Oracle la comunità riesce comunque ad andare avanti, MariaDB è alla prima release candidate.
    guast
    1319
  • - Scritto da: guast
    > I fork che ci sono stati fanno vedere che dove
    > non c'è il sostegno di Oracle la comunità riesce
    > comunque ad andare avanti, MariaDB è alla prima
    > release
    > candidate.

    Per il momento hanno fatto vedere che a OpenOffice possono cambiare logo e nome. Si vedrà in futuro quanto andrà avanti.
    Per MariaDB c'è dietro quello che ha creato Mysql più che la community.


    Riguardo alla battaglia legale mi sembra che ogni giorno sentiremo dire la loro sia a Google che Oracle. Le battaglie legali come abbiamo visto con SCO possono durare anni ed anni e Oracle non è con l'acqua alla gola come SCO. Quindi per me si stanno dando la zappa sui piedi e alla fine arriveranno a un accordo.
    Per me Oracle fa benissimo ad abbandonare i progetti che non fanno guadagnare, è una SPA non è un ente di beneficenza.
    L'open source è un mezzo flop. Redhat che in USA ha praticamente il monopolio nelle aziende che usano Linux non cresce da anni, il titolo sale solo quando fa aumentare il costo delle licenze. Ma i grossi clienti sono sempre gli stessi.
    Novell come sappiamo è in vendita per il migliore offerente. Sun non riusciva a monetizzare da OpenOffice e neanche da Java, perché IBM era pù brava di lei a sfruttare Java. Quindi chi vuole fare soldi vendendo prodotti completamente open source è rimasto al palo. C'è Mysql ma fa soldi perché ha una licenza proprietaria e non solo open source, è con quella che fa i soldi. Però se si è fatta comprare da SUN vuol dire che quello che aveva raggiunto era il suo massimo.
    Alla fine si contano sulle dita di una mano le grosse aziende che basano il loro business sull'open source e stanno sparendo una dietro l'altra.
    non+autenticato
  • l'opensource un mezzo flop? e redhat non cresce da anni?

    http://finance.yahoo.com/echarts?s=RHT+Interactive...

    beh dai ho capito che sei un troll winaro, ma sparare cazzate così evidenti è da sadomasochisti Rotola dal ridere
  • e calcola che redhat ha preso linux con tutti i software relativi senza dover sviluppare in casa (ha investito poco per avere molto).

    Pensa se si fosse dovuta fare tutto da zero per poi regalarlo nella maggioranza dei casi.

    Un errore inoltre è desiderare i finanziamenti di queste aziendone e lamentarsi quando si stufano di pagare a vuoto. Bisognerebbe ringraziare di quanto hanno dato
    non+autenticato
  • non hai calcolato che nel periodo da te mensionato 2000 - 2010, c'è stata la bolla della new economy (tutte le aziende IT sono calate in quel periodo) e la crisi mondiale che è appena finita.

    presi dati così senza dargli una connotazione complessiva ed analitica non conta nulla.

    Ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bramante
    > non hai calcolato che nel periodo da te
    > mensionato 2000 - 2010, c'è stata la bolla della
    > new economy (tutte le aziende IT sono calate in
    > quel periodo) e la crisi mondiale che è appena
    > finita.
    >
    > presi dati così senza dargli una connotazione
    > complessiva ed analitica non conta
    > nulla.
    >
    > Ciao

    Guarda la crisi quanto li ha colpiti:
    http://finance.yahoo.com/echarts?s=AAPL#chart1:sym...
    non+autenticato
  • forse dimentichi che apple nel 2000 era praticamente fallita
  • - Scritto da: pabloski

    > forse dimentichi che apple nel 2000 era
    > praticamente fallita

    1996 scusa. Nel 2000 era già qualche anno che c'era l'iMac.
    FDG
    10640
  • l'imac quello di mille colori? in tutta franchezza ho un ricordo orribile di quei cosiA bocca aperta

    il sistema operativo funzionava praticamente a scatti