Roberto Pulito

Nvidia, professione grafica

Presentate le nuove schede Quadro 600 e Quadro 2000, l'una basata su GPU Fermi e l'altra dedicata alle workstation grafiche meno pretenziose

Roma - Le workstation grafiche che lavorano con CAD, modellazione 3D e video digitale potranno contare su altre due schede grafiche professionali della famiglia Quadro, sempre basate sulla recente architettura Fermi. Nvidia introduce sul mercato Quadro 2000 e Quadro 600, soluzioni rispettivamente destinate alla fascia media e entry level, pensate per supportare con accelerazione via CPU programmi 3D e rendering.

La Quadro 600 è basata sulla GPU fermi GF108, la stessa che ritroveremo nella casalinga GeForce GT 430, e si presenta con 96 core CUDA, affiancati da un gigabyte di memoria GDDR3. Viene venduta a 199 dollari. La versione Quadro 2000, da 599 dollari, è invece sviluppata su GF106 ed è quindi dotata di 192 core, sostenuti da 1 GB di memoria GDDR5 con bus a 128-bit. Diversamente dalla Quadro 600, priva di capacità SLI, questa scheda offre anche la possibilità di un upgrade futuro.

Nvidia non ha ancora fornito i particolari sulle frequenze di clock in GHz per queste nuove VGA (presumibilmente più basse rispetto alle controparti desktop) ma la Quadro 2000 dichiara un valore TPD di 62W mentre la Quadro 600 riesce a lavorare con soli 40W. A conti fatti quindi, le nuove arrivate risultano interessanti soprattutto sotto il profilo dei consumi.
Nel mese di luglio Nvidia aveva già introdotto la tecnologia Fermi in ambito professionale, presentando le schede Quadro 4000, 5000 e 6000, dedicate però alla fascia alta. Tutte le VGA di questa gamma sono compatibili con la versione professional di Nvidia 3D Vision che permette di lavorare in ambiente "stereoscopico" e condividere il progetto grafico in tre dimensioni.

Roberto Pulito
14 Commenti alla Notizia Nvidia, professione grafica
Ordina
  • ma l'invidia crede che i comuni mortali spendano sul serio 500 euro ogni 2/3 anni per una scheda video? forse è arrivato il momento di sbattersi sul codice del software invece che pendere dai nostri portafogli ad ogni nuovo( ?!?) chip che viene sapientemente messo sul mercato nel momento che reputano giusto.. da oggi sciopero dell'acquisto HW mi tengo il pc che ho a tempo indeterminato
    non+autenticato
  • Posso dirti che molti dei professionisti che lavorano sulla grafica noleggiano i propri PC per non dover star dietro, appunto, a questi continui cambi di hardware.
    Inoltre NVidia basa le proprie vendite proprio su questo continuo "cambio" di richieste hardware... se no come fanno a tirare avanti?
    non+autenticato
  • Il mondo è dinamico, non statico, stai tranquillo che se tu ti tieni il pc che hai ne nvidia ne intel ne amd vanno in fallimento (forse casomai lo andrebbero seguendo il tuo consiglio di non sviluppare più nuovo hardware). Ci sono nuove generazioni che crescono, sempre più gente si appassiona ai pc poi ci sono quelli che hanno la passione e spendere soldi per nuovo hardware è quasi una ragion di vita (un po' come per le droghe). Comunque capisco la tua frustrazione, forse hai appena speso 700 euro per una scheda video che oramai non vale più la ventolina che ha montata.
    non+autenticato
  • no, e premetto che i toni da "so tutto io" e "io non mi faccio fregare dal consumismo perche' ne so'" non ti rendono ne figo ne simpatico, cmq ho speso la bellezza di 300 euro 2 anni fa per una gtx245 che emula (da schifo) ledirecx 11, mentre su xp dx9 usando un monitor da 24 pollici 1920x1200 fa ancora faville giocando con il classico "tutto a manetta", allora capisco la passione capisco la febbre tecnologica ( guarda i migliaia di coglioni in fila per un telefono con le apps dentro a "soli" 500 euris) ma qui ci prendono per i fondelli. il mio discorso ruota intorno al fatto che chi si avvicina alla tecnologia non spende cosi tanto cosi' spesso, e se come me compra un pezzo da 300 euro e 2 anni dopo escono le dx11 e non va bene piu ovvio che si incazza e magari la passione ti passa alla prima inxxlata. ma ovviamente per te la tentazione di dire la frase in piu è stata irresistibile.
    non+autenticato
  • Guarda che si parla di schede della aerie quadro, dedicate ai professionisti, non è roba per videogiocatori.
    Ad uno studio grafico o ad un architetto, 500 euro fanno ridere se poi c'è un reale vantaggio in termini prestazionali.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 06 ottobre 2010 15.00
    -----------------------------------------------------------
  • io sono ufotografo e so benissimo cosa sono le quadro cosi come so che 500 euro sono soldi da me guadagnati e non mi va di buttarli nel cesso per il nuovo pezzo di ferro nvidia. ripeto il problema e' che ogni anno c'e' la super novita del momento che da oggi non se ne puo' fare a meno. poi magari mi sbaglio ma non siamo in crisi? gli stipendi non sono pressoche identici dal 2002? magari sono l'unico che lavora tra chi mi ha rispostoDeluso
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andrea Nebbia

    > problema e' che ogni anno c'e' la super novita
    > del momento che da oggi non se ne puo' fare a
    > meno.

    Mica sei obbligato a comprarle, e specialmente non sei forzato, come nei videogiochi di alcuni anni fa, a cambiare la scheda se vuoi poter giocare.
    Il ciclo di vita di un PC per uso CAD è di circa 4 anni, dopo si cambia tutto, scheda compresa.

    Semmai quello di cui ci si deve lamentare è che molto spesso funzionalità accessibili ai videogiochi non lo sono (furbescamente) ai programmi professionali, salvo poi sbloccarle con schede tipo Quadro/Fire Pro, che differiscono da quelle consumer Geforce/Radeon solo per i drivers ma costano 4-8 volte tanto.
  • Ma anche facendo grafica o CAD 3D, a che serve tutta questa potenza?
    Non si lavorava benissimo anche 10 anni fa, su immagini pesanti e su modelli complessi?
    A meno che non si debba fare rendering in maniera pesante, c'è davvero tutto questo bisogno di potenza?
    Funz
    13000
  • - Scritto da: Funz
    > Ma anche facendo grafica o CAD 3D, a che serve
    > tutta questa potenza?
    >
    > Non si lavorava benissimo anche 10 anni fa, su
    > immagini pesanti e su modelli
    > complessi?

    Quoto al 100% ed aggiungo che, almeno per quel che riguarda il CAD meccanico (senza rendering pesante) il lavoro della GPU non è molto impegnativo.
    Ho anche verificato che, tra una scheda consumer di fascia alta ed una Quadro di fascia bassa (che costa comunque il doppio), non c'è poi quella gran differenza in termini di prestazioni.
    Quello che cambia sono le funzioni disabilitate, che però non sevrono a tutti.
    Il problema comunque è la differenza di prezzo, che non è giustificabile solo dalle ottimizzazioni dei drivers. D'altra parte i costi di licenza e mantenimento di un sistema CAD 3D sono enormemente superiori a quelli della scheda, per cui spesso si decide di prendere una Quadro/FirePro (i cui drivers sono certificati dai produttori del software) per evitare problemi.
  • Perchè, esistono driver non certificati per le Radeon/Nvidia varie?
    Dove li trovo, così evito di aspettare 5 ore su Rhino per un render del caxxo con ombre e effetti vari?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolo Nocco
    > Perchè, esistono driver non certificati per le
    > Radeon/Nvidia
    > varie?
    > Dove li trovo, così evito di aspettare 5 ore su
    > Rhino per un render del caxxo con ombre e effetti
    > vari?

    Premesso che per drivers certificati intendo quelli certificati dalle singole software house dei programmi CAD.

    es. qui: http://www.solidworks.it/sw/support/videocardtesti...

    Ebbene, questi driver non si installerebbero su Geforce/Radeon.
    Pur essendo sostanzialmente uguali le schede Pro differiscono leggermente da quelle consumer; poi qualcuno ogni tanto trova metodi (es il reflashing del BIOS e/o installer taroccati) per far diventare Quadro/FirePro le Geforce/Radeon, ma se una volta era facile oggi le cose sono state rese molto più complesse.

    ... oltre al fatto che, se hai problemi al software CAD, con drivers taroccati, l'assistenza non ti viene fornita.