A dicembre videogiochi in odorama

Entro la fine dell'anno un'azienda americana lancerà sul mercato statunitense i suoi device iSmell, per rilasciare odori ad hoc da associare ai videogames

San Jose (USA) - Gli amanti degli shoot'em up potranno finalmente sentire l'odore della polvere da sparo, gli esploratori alla Tomb Rider potranno annusare gli ambienti antichi e le foreste, in un simulatore di guida ad una frenata corrisponderà l'odore del pneumatico sull'asfalto: questo è quanto promette iSmell, un accessorio che l'americana Digiscents lancerà entro il prossimo dicembre.

Digiscents, che aveva già parlato della sua "macchina ad odori", ha presentato un prototipo grande non più di un telefono da casa e in grado, secondo i suoi creatori, di rivoluzionare interamente l'esperienza videoludica. Stando al direttore esecutivo dell'azienda, Joel Bellenson, "entro Natale inizieremo la distribuzione di massa del prodotto" ma già entro la prossima settimana "saranno disponibili i development kit per gli sviluppatori di videogames".

Stando all'azienda, la tecnologia "traduce" gli odori in codici digitali che possono essere archiviati come file e quindi, per esempio, anche essere scambiati via email. Per dirla con Bellenson: "potresti infilare in una email l'odore dei fiori per farlo arrivare a tua moglie se non riesci a portarglieli in tempo"..
Dal lato "tecnico", gli odori sono sintetizzati da 128 diversi composti che fanno parte delle "cartucce" di iSmell e vengono diffusi nell'aria circostante il device da una piccola ventola. Pare che proprio Eidos, che produce Tomb Rider, sia tra le più interessate al prodotto.