Claudio Tamburrino

Microsoft, accordo con il troll

Accordo per la licenza di 74 brevetti di Acacia, famigerato attore di numerose cause brevettuali contro i giganti dell'ICT

Roma - Microsoft ha ottenuto in licenza 74 brevetti relativi alla produzione di smartphone.

I diritti su questi 74 brevetti, molti originariamente concessi al creatore del software alla base dei device Palm Treo, sono stati ottenuti con un accordo con Acacia Research. Acacia è un'azienda giapponese che ha acquistato nel 2005 PalmSource, il produttore dell'OS Palm e che gestirebbe la proprietà intellettuale per Access, Palm, PalmSource, Bell Communications Research e Geoworks, lo sviluppatore del sistema operativo utilizzato prima del 2002 nei dispositivi Palm.

Fama da patent troll, grande esperienza in fatto di acquisizione di piccole aziende con portafogli brevettuali di varia natura e in fatto di iniziative legali offensive con al centro questa proprietà intellettuale, Acacia vede tra le sue file alcuni ex manager di Microsoft, fatto che potrebbe aver agevolato una risoluzione pacifica di un eventuale conflitto brevettuale.
Non sono stati divulgati i termini del contratto, ma quel che è probabile è che il portafoglio brevettuale di Microsoft nel settore smartphone sarà arricchito e alcune delle cause che la vedono coinvolta saranno abbandonate. Alcuni dei brevetti ottenuti in licenza da Microsoft, peraltro, sono gli stessi interessati da un procedimento avviato a marzo da Acacia contro Apple, RIM, Samsung e Motorola.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate