Claudio Tamburrino

HADOPI, terza fase alla romana

Esordisce anche la parte propositiva della dottrina Sarkozy: si punta a rendere a carico dello stato la metà del costo di un contenuto scaricato legalmente

Roma - Il monitoraggio è partito, l'avvertimento pure (con le lettere inviate dagli ISP), dunque mancava solo la terza fase della declinazione della dottrina Sarkozy: quella propositiva che intende sponsorizzare e incentivare le alternative legali alla condivisione illegale di file protetti dal diritto d'autore. Ora la soluzione individuata da Parigi ha ottenuto il via libera dell'Europa.

Il piano pensato dalle autorità francesi consiste nel contribuire direttamente ai costi che i giovani sosterrebbero per i download legali in alternativa a quelli illegali: prevede uno sconto del 50 per cento sui contenuti scelti a favore dei residenti francesi tra i 12 e i 25 anni che scarichino musica da piattaforme autorizzate. Il resto lo pagherà la Francia. Con l'impegno da parte delle piattaforme di distribuzione legale di ridurre i prezzi o estendere le forme di abbonamento

La scheda che è stata prevista per usufruire dello sconto, dal valore di 50 euro e con un limite di una all'anno per utente, secondo le stime dovrebbe costare allo Stato circa 25 milioni di euro.
Il piano ha ottenuto l'approvazione della Commissione Europea che ha valutato maggiori i benefici rispetto ai possibili rischi anticompetitivi: dovrebbe garantire la diffusione dei prodotti culturali musicali dimezzandone i costi e aumentando l'utilizzo dei canali legali.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàSe HADOPI ostacola lo spionaggioIl tribunale francese del P2P criticato dalla National Security Agency (NSA) statunitense. I three strikes favorirebbero l'adozione di strumenti per operare nell'ombra. Rendendo infruttuose le indagini delle autorità
  • AttualitàAll'opera, HADOPI10mila indirizzi IP al giorno segnalati dai detentori dei diritti all'alta corte francese del P2P. Si punta ad un ritmo quotidiano di 150mila. Prevista una sanzione di 1500 euro per tutti gli ISP che non identificheranno in una settimana
14 Commenti alla Notizia HADOPI, terza fase alla romana
Ordina
  • bhe , calcolando gli mp3 legali, noleggi di film originali (quindi comprano le video piu' copie) vendita di dvd, chi non comprerebbe un dvd a 7 euro anche se vecchio? (se so perseguitati i dvx falsi)
    abbonamenti nuovi ai satelliti?   comprare in pay-prima fila dal sat

    streaming legale a pagamento? chi ci va ora in italia? nessuno, tutti sul falso

    le possibilità sono infinite... io personalmente , aprirei una videoteca,o un server di roba originale, mp3 , o streaming
    non+autenticato
  • > bhe , calcolando gli mp3 legali, noleggi di film
    > originali (quindi comprano le video piu' copie)
    > vendita di dvd, chi non comprerebbe un dvd a 7
    > euro anche se vecchio? (se so perseguitati i dvx
    > falsi)

    Noi non vogliamo comprare i dvd vecchi, vogliamo i dvd copiati gratis. Per noi utenti sarebbe una perdita secca.

    > abbonamenti nuovi ai satelliti?   comprare in
    > pay-prima fila dal
    > sat

    Adesso possiamo avere lo stesso servizio gratis. Sarebbe un grave passo indietro.

    >
    > streaming legale a pagamento?

    E chi lo vuole? Cosa ci darebbe in più rispetto a quello che c'è già?

    > italia? nessuno, tutti sul
    > falso

    >
    > le possibilità sono infinite... io personalmente
    > , aprirei una videoteca,o un server di roba
    > originale, mp3 , o
    > streaming

    Fallo, se ci tieni, e pagati pure le spese.... ma non pretendere che paghiamo noi. Se poi muori di fame, sei stato tu a volerlo.
    non+autenticato
  • sono curioso di vedere cosa risolve la Francia con questa genialata, non vedo l'ora di vedere qualche studio a posteriori, quanti benefici, quanti soldi spesi, livello di soddisfazione ecc...

    ah ah ah
  • ...per noi italiani la Francia di Sarkozy. Un leader imbarazzante per una politica imbarazzante, su tutti i fronti: dall'istruzione, all'immigrazione, all'informatica. Sminuisce quasi il nostro kapo (ed è piuttosto basso già adesso!).
  • Aspettiamo i legami con la massoneria, l'associazione mafiosa, la corruzione di giudici e altre 2-3 mila reati e poi ci siamo...
    non+autenticato
  • Un finanziamento pubblico lo capirei in Germania per incentivare all'ascolto dell'integrale di Bach, Haendel, Hasse, ecc... In francia per Lully, Rousseau, Rameau, in Italia per Vivaldi, Stradella, Rossini ecc...

    ma chi sono questi ROMPITORI DI TIMPANI che oltre a spacciare il loro rumore per musica si permettono pure di farsi sovvenzionare dallo stato?

    non valgono nemmeno mezzo centesimo, tornassero (o ci andassero una buona volta, ché parecchi non l'hanno mai visto) al conservatorio e imparassero a fare musica e non solo danari
  • ha 50 anni? ne hai 18 ma hai fatto il conservatorio? si sente (certa roba anche per me è rumore ma ci sono gusti e gusti)
    non+autenticato
  • Giuseppe Verdi che, condizionato dalla sua formazione bandistica, fece pochi pezzi buoni e molti cattivi, aveva però ragione quando diceva che esistono solo 2 tipi di musica: la buona e la cattiva

    la buona musica si basa sulle forme antiche. sempre

    la cattiva musica èp uno stump stump, condito da video scandalosi e chiacchericcio che non ha nulla che fare con le sette note

    Buona musica è Henry Purcell (XVII secolo), tanto valente nella condotta armonica da essere prescelto da Walter Carlos per risuonarlo con strumenti moderni e chi sente quel pezo in Arancia Meccanica senza conoscerlo, resta stupito che un pezzo di 4 secoli fa possa essere tanto moderno e bello

    buona musica è Vivaldi (XVIII secolo). Anni fa un suo concerto per due mandolini spopolò in hit parade

    buona musica sono i cavalieri del re. L'idea melodica, le linee di basso, i controcanti e tutte le voci aggiunte, denotano una sapienza acquisita da Riccardo Zara dopo anni di studi

    buona musica sono le colonne sonore di Turricane, Apydia, Pinball Dreams e Fantasies, F! Grand Prix ecc...

    si studia Bach non per fare le messe alla domenica luterana (ma chi vuole può farle), ma per le forme insuperabili e la solidissima tecnica (assai superiore a quella di Haendel che è uno scolaretto al confronto), come uno non può avviarsi alla poesia senza leggere la Divina Commedia, non per scrivere come scrisse il Dante, ma per acquisirne la quadratura

    Anche i Beatles, nutriti di buoni esempi classici composero musiche che sono davvero di pregio, musicalmente parlando, ma io non compro i dischi, bensì gli spartiti, o i midi, quando si trovano e suonandoli o studiandoli, li prezzo ogni giorno di più, ritrovando quella drittezza di forme della musica classica che è la vera musica e che viene infangata dal continuo riproporre i Dozzinetti (così chiamavano Donizzetti), i Bellini, i Wagner ecc.. che non hanno nessuna bellezza o nobiltà, solo perché i cantanti le studiano e devono far fruttare il tempo speso a impararle

    in effetti il solo argine contro i non musicisti, è la conoscenza della musica, che magari un giorno sarà proibita, onde non nuocere alle vendite di qualche stonatore professionista
  • - Scritto da: Teone
    > Giuseppe Verdi che, condizionato dalla sua
    > formazione bandistica, fece pochi pezzi buoni e
    > molti cattivi, aveva però ragione quando diceva
    > che esistono solo 2 tipi di musica: la buona e la
    > cattiva
    >
    > la buona musica si basa sulle forme antiche.
    > sempre

    Un altro buon metro per misurare la buona musica (o almeno la musica che piu' piace alla gente) e' il tempo.

    Dopo una cinquantina d'anni, se il brano qualcuno lo ricorda ancora, o lo ascolta, o lo performa, vuol dire che qualcosa di buono c'e'.
  • - Scritto da: Teone
    > Un finanziamento pubblico lo capirei in Germania
    > per incentivare all'ascolto dell'integrale di
    > Bach, Haendel, Hasse, ecc... In francia per
    > Lully, Rousseau, Rameau, in Italia per Vivaldi,
    > Stradella, Rossini
    > ecc...
    >
    > ma chi sono questi ROMPITORI DI TIMPANI che oltre
    > a spacciare il loro rumore per musica si
    > permettono pure di farsi sovvenzionare dallo
    > stato?
    >
    > non valgono nemmeno mezzo centesimo, tornassero
    > (o ci andassero una buona volta, ché parecchi non
    > l'hanno mai visto) al conservatorio e imparassero
    > a fare musica e non solo
    > danari

    Anche il pallottoliere è di gran lunga meglio del pc.
    non+autenticato
  • ...tutto 'sto can-can per regalare 25 e passa milioni ai discografici.
    Maddai.

    Per parafrasare le menate sparate contro il piano NASA per i prossimi 3 anni, ma non si potevano dedicare queste risorse per fare qualcosa di più utile... chessò, corsi di alfabetizzazione informatica per Senatori & Deputati?

    Saluti (ironici) & baci.

    GTFS
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)