Roberto Pulito

L'operato di Opera

La versione Mobile arriverà su Android entro il prossimo mese. La release 11 del browser, rivolta al desktop, potrà offrire le stesse estensioni dei rivali

Roma - Aria di aggiornamenti in casa Opera Software, riguardanti la versione desktop e quella mobile del browser "alternativo". Durante un recente evento stampa la società ha fatto sapere che i terminali con sistema operativo Android non dovranno più accontentarsi del limitato Opera Mini: il prossimo mese arriverà sul marketplace anche Opera Mobile.

La versione "completa" del browser offrirà il supporto per l'accelerazione grafica hardware, dedicata al rendering delle pagine, e un pinch-and-zoom totale. L'attuale versione di Mini, disponibile da luglio, offre invece un zoom limitato, abbinato ai display multi-touch e non può comunque accedere al web direttamente.

Utilizzando Opera Mini ogni singola pagina viene infatti richiesta ad un server proxy dedicato e formattata per la risoluzione del dispositivo richiedente. La tecnica velocizza i tempi di visualizzazione, rendendo il browser adatto per le connessioni web lente (che magari non possono contare su un hot spot WiFi) o i dispositivi con poca memoria. Opera Mobile, invece, può anche accedere al web senza intermediari e interpretare le pagine con le sue forze. Come fa la versione desktop.
A proposito di desktop, la casa norvegese ha fatto sapere che l'atteso Opera 11 si allineerà a Firefox, Chrome e Safari introducendo l'uso delle estensioni (nell'accezione adottata dai concorrenti). I volenterosi sviluppatori di terze parti potranno quindi estendere le funzionalità del browser e creare nuovi plugin utilizzando le API supportate o gli standard aperti, come HTML 5, CSS e JavaScript. La società abiliterà la magia delle estensioni in una versione alpha di Opera, disponibile a breve.

Nel frattempo, è stata rilasciata la versione 10.63 del browser Opera già in uso, su Windows, Mac e Linux. Un aggiornamento prevalentemente riparatore, che migliora ulteriormente la stabilità del software e corregge una manciata di vulnerabilità insidiose.

Roberto Pulito
Notizie collegate
  • TecnologiaOpera Mini: il mio primo miliardoRaggiunto un significativo traguardo nel numero di pagine caricate in un solo giorno con il mobile browser norvegese. Sono 11mila pagine al secondo
  • TecnologiaSafari, ora con più estensioni Il browser di Cupertino, buon ultimo tra i principali player del settore, si dota di una serie di plugin liberamente installabili dagli utenti. Tappata anche la vulnerabilità che riguardava i dati carpiti dalla Rubrica
11 Commenti alla Notizia L'operato di Opera
Ordina