Cristina Sciannamblo

Ti chiamo? No, mandami un SMS

Un rapporto della Nielsen Company segnala il grande successo dei messaggi di testo tra i teenager americani. Le donne battono gli uomini, e le telefonate sono roba del passato

Roma - "Se telefonando io potessi dirti addio, ti chiamerei", cantava una giovane Mina negli anni '60. Il remake della canzone per un teenager americano dei giorni nostri probabilmente non sarebbe molto diverso nel testo, ma con un'unica, sicura, variazione: per dire addio (e per qualsiasi altra comunicazione) sarebbe meglio un SMS. Secondo un rapporto realizzato da Nielsen, gli adolescenti statunitensi preferiscono di gran lunga gli SMS alle telefonate per comunicare col proprio cellulare.

Alcuni dati: nell'intervallo di tempo che va da aprile a giugno 2010, i dispositivi cellulari in mano a un campione di giovani di età compresa tra 13 e 17 anni hanno ricevuto e inviato più di sei messaggini all'ora durante il giorno. Una media di 3.339 SMS al mese, un incremento annuale dell'8 per cento, corrispondente a un parallelo calo del 14 per cento nelle chiamate telefoniche. Per quanto riguarda la gara di genere, vincono le femminucce con ben 4.050 messaggini inviati e ricevuti ogni mese a fronte dei 2.539 dei maschietti.

La ragione principale del cambio di rotta è da attribuirsi, secondo gli stessi soggetti dell'indagine, alla facilità e alla semplicità delle interazioni via SMS rispetto alle telefonate. La morale è che, per la maggior parte dei teenager americani, i cellulari stanno diventando poco più di un'applicazione testuale. In questo modo si accorciano le distanze (o addirittura si superano) rispetto alla categoria immediatamente successiva ai teens, gli young adults, giovani di età compresa tra i 18-24 anni, annoverati come i più grandi divoratori di SMS.
Ma non finisce qui. Infatti, le applicazioni testuali non sono l'unica attrazione: tanto che Internet, giochi, multimedia, downloading e altre attività quadruplicano il loro successo tra gli adolescenti.

Queste stime confermano il trend secondo il quale le comunicazioni senza fili su rete cellulare negli Stati Uniti sarebbero in forte aumento a discapito dei vecchi cavi.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
  • AttualitàUSA, la comunicazione è senza filiUna casa su quattro utilizza solo servizi wireless. E anche quando il telefono c'è, il cellulare la fa da padrone. Gli Stati Uniti guidano il progressivo abbandono del caro vecchio doppino
14 Commenti alla Notizia Ti chiamo? No, mandami un SMS
Ordina
  • il bello è che originariamente gli sms furono pensati come una sorta di emergenza/debug per il nuovo sistema gsm, e per caso si decise di darli anche agli utenti finali, il risultato fu che spopolarono e si sono evoluti in ems, mms, mail push e quant'altro

    ma perchè vengono usati?

    in italia si sà, viste le ns tariffe, spesso conviene mandare un sms anzichè chiamare (e in passato molto più che adesso)

    ma oggettivamente, dite? perchè stanno spopolando gli sms in usa? il sexting va di moda, lo usano le star e addirittura è citato nelle serie tv come chuck e tbbt (e penso molte altre che non seguo)

    btw apple decide di brevettare il filtro antisexting, lol
    non+autenticato
  • La media del gruppo 13-17 è più del doppio di quella del gruppo 18-24, quindi non si accorcia nessuna distanza, il divario è opposto e nettissimo...
    Proprio l'articolo linkato sulle parole "si accorciano" dice tra l'altro esplicitamente "Other age groups don’t even come close, either; the average 18- to 24-year-old sends “only” 1,630 texts per month."
    non+autenticato
  • Un messaggio di testo usa pochissimi byte, confrontato con il traffico generato da una telefonata il prezzo è davvero assurdo!
    non+autenticato
  • - Scritto da: manza
    > Un messaggio di testo usa pochissimi byte,
    > confrontato con il traffico generato da una
    > telefonata il prezzo è davvero
    > assurdo!

    L'articolo parla di america, non italia.

    Quanto costa inviare un SMS in un paese dove gli operatori mobili si fanno concorrenza e non cartello?
  • pochissimo, meno di 1c a sms, basta avere quel minimo di intelligenza per sapere come fare.
    non+autenticato
  • Solo un tot al giorno, e finché la cosa non crescerà troppo e i gateway si scocceranno... non è che sia tutta 'sta intelligenza eh:P
    non+autenticato
  • per ora son quasi 2 anni che ho a disposizione dai 30 ai 50 sms al giorno, che per le mie esigenze sono più che sufficienti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: manza
    > Un messaggio di testo usa pochissimi byte,
    > confrontato con il traffico generato da una
    > telefonata il prezzo è davvero
    > assurdo!

    kakkio se ai ragione ma kui in italy x kueste kose mnca prprio la kultura e il rispetto dl kliente!
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonimo
    > - Scritto da: manza
    > > Un messaggio di testo usa pochissimi byte,
    > > confrontato con il traffico generato da una
    > > telefonata il prezzo è davvero
    > > assurdo!
    >
    > kakkio se ai ragione ma kui in italy x kueste
    > kose mnca prprio la kultura e il rispetto dl
    > kliente!

    A chi scrive come te farei pagare 1,5 Euro a SMSCon la lingua fuori
    Anche una tariffa in base al numero di strafalcioni ortografici non sarebbe maleCon la lingua fuori
    20 cent ogni K usata, 2 Euro per l'"ai" Deluso
    Funz
    12995
  • - Scritto da: Funz
    > 20 cent ogni K usata, 2 Euro per l'"ai" Deluso

    Accidenti. E se/quando sarà accettato dalle grammatiche?
  • - Scritto da: fiertel91
    > - Scritto da: Funz
    > > 20 cent ogni K usata, 2 Euro per l'"ai" Deluso
    >
    > Accidenti. E se/quando sarà accettato dalle
    > grammatiche?

    Prevedo omicidi / suicidi di massaCon la lingua fuori
    Funz
    12995
  • mai sentito parlare di troll nei forum... vero?
    non+autenticato
  • e allora telefona, che vuoi da noi?
    non+autenticato