Posta/Come installare Linux Router

Molti lettori, dopo aver letto l'articolo sul Linux Router Project, ci hanno chiesto delucidazioni su come scaricare e installare questa distribuzione. Eccoli accontentati

Sullo scorso numero abbiamo pubblicato un articolo su Linux Router Project (LRP), una distribuzione ai minimi termini di Linux ottimizzata per funzionare da router/firewall anche su PC molto modesti.

Purtroppo diversi lettori hanno alzato bandiera bianca già in fase di download, ma questo è comprensibile visto che la distribuzione va praticamente assemblata a mano, prendendo dal sito FTP i moduli che servono e poi, tramite una procedura non certo intuitiva, creando il disco di boot. Vediamo dunque insieme quali file scaricare e come generare il nostro dischetto di boot.

Colleghiamoci come utenti anonimi al sito ftp.linuxrouter.org/linux-router/ ed entriamo dentro la directory "/dists": quello che vedremo è una serie di directory contenenti varie versioni della distribuzione LRP. Al momento della stesura di questo articolo le versioni disponibili erano la 2.9.4, la 2.9.5pre e la "unstable", ovvero una versione alpha ancora in piena fase di testing. Visto che LRP, per svolgere bene i suoi compiti, deve essere il più stabile possibile, è meglio rivolgersi alla versione attualmente definitiva, la 2.9.4, basata sul kernel 2.0.36.
Una volta entrati in "/dists/2.9.4" ci apparirà una lista di file e directory simile alla seguente:
05/29/1999 12:00 Directory.
06/08/1999 12:00 Directory..
05/29/1999 12:00 4,983 ChangeLog
05/29/1999 12:00 294 Maintainers
05/30/1999 12:00 436 README
05/29/1999 12:00 1,107 TODO
05/11/1999 12:00 Directory addons
05/29/1999 12:00 Directory base
05/29/1999 12:00 Directory boot
05/29/1999 12:00 1,474,560 idiot-image_1440KB_2.9.4
11/04/1998 12:00 Directory kernel
05/29/1999 12:00 Directory packages
05/29/1999 12:00 Directory source

Per "assemblare" i componenti base della distribuzione dovremo scaricare da "/base" tutti i file che vi troveremo all'interno ("etc.lrp", "local.lrp", "log.lrp", "modules.lrp", "root.lrp"), da "/boot" i due file "syslinux.cfg" e "syslinux.dpy" e da "/kernel" il file "2.0.36pre15-1.tar.gz". A questo punto abbiamo in mano già tutto ciò che ci serve per mettere insieme una distribuzione funzionante. Per la creazione del disco di boot, essenziale per lanciare LRP, abbiamo però bisogno di una utility che si trova sotto "/utils" (all'interno della directory radice) e si chiama "syslinux-1.44.zip".

I moduli (.lrp) che si trovano sotto la directory "/base" sono quelli essenziali al funzionamento della distribuzione, mentre quelli sotto "/packages" sono quelli opzionali: qui possiamo trovare i demoni per l'implementazione di server DNS, WWW, X, ecc. I più utilizzati sono senz'altro "dhcp.lrp", per l'assegnazione automatica di indirizzi IP ai client, e "ppp.lrp", per la configurazione di connessioni ad Internet via modem (analogico o ISDN).