Claudio Tamburrino

Hypermac, questione di fili

Vietato vendere cavi con spinotti non autorizzati. Le batterie quelle sì. E allora si comincia a trattare: se vuoi orbitare attorno al pianeta Cupertino, devi pagare

Roma - Hypermac ha annunciato che interromperà la vendita dei cavi per ricaricare i MacBook con le sue batterie portatili e i caricatori da automobile a partire dal due novembre. E fino ad allora il produttore incita a farne incetta.

I prodotti erano stati accusati da Apple di violare i brevetti relativi a MagSafe e alle prese con 30 pin (i due sistemi di connessione presenti su MacBook e iPod). Ora i cavi hanno una data di fuoriuscita dal mercato, ma non le batterie che, concesso che si abbia già acquistato un cavo, rimangono in vendita.

La decisione di Hypermac è stata pretesa da Apple, che però nel frattempo è entrata in trattative con Sanho, partner di HyperMac. Nel comunicato si parla dell'interruzione solo della vendita dei prodotti con la tecnologia MagSafe: all'orizzonte, dunque, si preannuncia un possibile accordo di licenza, come d'altronde Cupertino già ha fatto per altri produttori terzi di accessori per quanto riguarda la tecnologia delle prese 30 pin.
Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàApple contro HyperMacIl produttore di batterie esterne per prodotti con la mela violerebbe brevetti relativi a MagSafe e alle prese con 30 pin. L'intervento di Cupertino
  • TecnologiaBrevetti, e con questo abbiamo chiusoL'ultimo titolo riconosciuto a Microsoft sembra tutelare la procedura da anni implementata per lo spegnimento dei computer. Con (quasi) qualunque sistema operativo installato
  • AttualitàPsystar, chi non muore si rivedeNonostante le previsioni i rappresentanti dell'azienda spara-cloni dichiarano di voler restare sul mercato. E di voler continuare a vendere Rebel EFI: il prossimo pomo della discordia
22 Commenti alla Notizia Hypermac, questione di fili
Ordina
  • Il Mac, lungi dall'essere il preteso computer alternativo, si conferma il computer dei figli di papà. Fra poco si faranno pagare anche l'aria.
    non+autenticato
  • E' un raro caso di una vera invenzione innovativa nell'IT. Il connettore MagSafe è davvero geniale e dimostra l'estrema attenzione di Apple nell'ottimizzare dettagli che per altri sono insignificanti.

    In questo caso è giusto che Apple detenga un brevetto per questo connettore e si comporti di conseguenza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MacBoy
    > E' un raro caso di una vera invenzione innovativa
    > nell'IT. Il connettore MagSafe è davvero geniale
    > e dimostra l'estrema attenzione di Apple
    > nell'ottimizzare dettagli che per altri sono
    > insignificanti.
    >
    > In questo caso è giusto che Apple detenga un
    > brevetto per questo connettore e si comporti di
    > conseguenza.

    Si ma allo stesso tempo dovrebbe permettere di ottenerne l'uso in licenza a prezzi umani.
    In tutta questa faccenda ci rimette il consumatore, che se ne frega dei brevetti quando non può piu comprare un prodotto come quello di hypermac (che apple non produce)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mr. X
    > - Scritto da: MacBoy
    > Si ma allo stesso tempo dovrebbe permettere di
    > ottenerne l'uso in licenza a prezzi
    > umani.

    Non penso che Apple sia contraria a farlo. Infatti lo dice anche l'articolo.
    Solo che HyperMac pare abbia commercializzato prodotti con tale connettore senza neanche chiedere il permesso ad Apple.

    Poi, certo, prodotti innovativi brevettati sono più costosi di prodotti commodity per il consumatore. Ma è il prezzo del progresso ed il giusto premio (temporaneo) per l'inventore.
    non+autenticato
  • Ti sembrerà strano, ma concordo con te.
    Ma la concorrenza è veramente stupida! O peggio.
    Visto che è coperto da brevetto, almento facessero il plug a pipa e non dritto. Si possono fare danni, am è più difficile.
    Invece no! un bel cilindro che sporge in modo ignobile e che se prende un urto ben fatto di mette KO il PC!!!
    non+autenticato
  • Altro che brevetti...Bah, pensate se la Apple avesse inventato l'usb, adesso pagheremmo i cavetti 29 euro l'uno!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sgabbio
    >AnnoiatoAnnoiatoAnnoiatoAnnoiato

    Ti meriti un cavetto usb a 29 euro!
    non+autenticato
  • Apple ha introdotto sul mercato cosette tipo firewire, le GUI e le stampanti. Non mi risulta che tu stia pagando royalties per alcuna di esse. Per non parlare di decine di altre innovazioni tecniche molte delle quali rilasciate come open.

    Non ci vedo niente di male a difendere le tecnologie che si sono inventate per rendere il proprio prodotto migliore. Credo che ci sia un'abisso tra questo e il patent trolling di aziende come Microsoft e Nokia, che sventolano il proprio portfolio di brevetti solo per colpire la concorrenza.


    Cordiali saluti
  • La Apple non ha introdotto sul mercato le stampanti, che sono nate ancora prima che spuntasse la Apple e non ha introdotto le GUI, concetto che comprende in se anche le interfacce testuali dato che sono "grafiche" anch'esse, in quanto lo ha fatto la Xerox qualche anno prima (da cui loro hanno preso spunto insieme all'invenzione del mouse).
    non+autenticato
  • La Apple ha introdotto sul mercato stampanti, GUI e mouse a livello consumer di massa.

    Non ho mai detto "hanno inventato". Tecnicamente non hanno inventato il concetto, ma in pratica hanno inventato il prodotto - che è pure più complicato forse.

    Esattamente come non hanno inventato il telefono, ma adesso tutti copiano l'iPhone...


    Cordiali saluti
  • - Scritto da: markoer
    > Apple ha introdotto sul mercato cosette tipo
    > firewire, le GUI e le stampanti. Non mi risulta
    > che tu stia pagando royalties per alcuna di esse.
    > Per non parlare di decine di altre innovazioni
    > tecniche molte delle quali rilasciate come
    > open.

    Ti sei scordato di dire che Steve il settimo giorno si e' riposato...
    AnnoiatoAnnoiatoAnnoiatoAnnoiatoAnnoiatoAnnoiatoAnnoiatoAnnoiatoAnnoiatoAnnoiato

    Se vi facessero studiare un po' di Storia dell'Informatica, magari evitereste di fare figure meschine...

    Il lungo e lento declino dell'Occidente!
    non+autenticato
  • Diciamo che è stato poco corretto, Apple è la prima che ha introdotto sul mercato di massa queste cose.
    La GUI è stata la prima disponibile di default su un personal
    Ha introdotto le prime laser per lo stesso mercato (le laserwriter http://en.wikipedia.org/wiki/LaserWriter)
    ed è stata la prima a spingere il firewire (purtroppo con pochi risultati, anche se resta un'ottima interfaccia, anni luce avanti all'usb per le periferiche di massa)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mr. X
    > Diciamo che è stato poco corretto, Apple è la
    > prima che ha introdotto sul mercato di massa
    > queste
    > cose.
    > La GUI è stata la prima disponibile di default su
    > un
    > personal

    Si, capirai, lo stesso anno c'era già Amiga che aveva pronto il prototipo per la vendita. Se parli di proprietà intellettuale sulla GUI non c'è proprio, al massimo si può dire che l'ha messa sul commercio qualche mese prima.
    non+autenticato
  • - Scritto da: pinco pallino
    > - Scritto da: Mr. X
    > > Diciamo che è stato poco corretto, Apple è la
    > > prima che ha introdotto sul mercato di massa
    > > queste
    > > cose.
    > > La GUI è stata la prima disponibile di default
    > su
    > > un
    > > personal
    >
    > Si, capirai, lo stesso anno c'era già Amiga che
    > aveva pronto il prototipo per la vendita. Se
    > parli di proprietà intellettuale sulla GUI non
    > c'è proprio, al massimo si può dire che l'ha
    > messa sul commercio qualche mese
    > prima.

    Infatti io ho detto che è stata la prima a commercializzare un personal computer con gui integrata e di successo, dato che cmq aveva introdotto il lisa qualche anno prima.
    In ogni caso il primo Mac è uscito nell'84, l'amiga nell'85 quindi non proprio qualche mese primaOcchiolino
    non+autenticato
  • Io la conosco, e tu?