Alfonso Maruccia

iPhone nella stratosfera

Un piccolo esperimento casalingo e il melafonino raggiunge i "piani alti" dell'atmosfera terrestre. Una videocamera ha registrato il movimentato viaggio, mentre l'iPhone è servito come tracciatore GPS per il recupero successivo.

Roma - Dopo un periodo di ricerca e prove di volo durato otto mesi, un team newyorchese composto da padre e figlio ha finalmente lanciato nell'atmosfera il suo "vascello spaziale" fatto in casa. Composizione: un pallone-sonda, una videocamera e un iPhone. Il viaggio è stato registrato su video, e la sonda è stata ritrovata miracolosamente illesa a poca distanza dal luogo del lancio.

Il pallone-sonda ha sfidato venti, correnti e strati di nubi provocando il costante cambio di prospettiva alla videocamera sempre attiva. Il viaggio ascensionale è durato 70 minuti e si è concluso alla bellezza di oltre 30 chilometri di altitudine, in piena stratosfera e a breve distanza dalla pellicola protettiva di ozono che difende il Pianeta dalle radiazioni solari.

A quel punto il pallone-sonda è esploso e il vascello cam+iPhone ha cominciato la sua lenta corsa verso il suolo frenato da un paracadute approntato alla bisogna. L'atterraggio è avvenuto a soli 50 chilometri dal punto di lancio, e per ritrovarlo in piena notte il team è ricorso al segnalatore GPS integrato nell'iPhone impacchettato assieme alla videocamera.
Gli autori del curioso esperimento hanno condensato l'impresa "Space Balloon" in un video di 7 minuti postato su YouTube, permettendo al pubblico di apprezzare la "violenza" delle condizioni di volo negli strati più esterni dell'atmosfera terrestre, strane interferenze elettromagnetiche in parte dovute al tracciatore GPS del melafonino e la curvatura all'orizzonte caratteristica del pianeta Terra.



Alfonso Maruccia
26 Commenti alla Notizia iPhone nella stratosfera
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)