Roberto Pulito

Videogame, Microsoft punta sul digital delivery

Anche Redmond rilancia sul marketplace dedicato ai videogiochi per PC. Nel frattempo, Intel investe 3 milioni di dollari nel servizio mobile OpenFeint

Roma - Chi ha detto che il marketplace serve solo alle console? Dal 15 novembre Microsoft lancerà online uno shop virtuale, completamente rimodernato, dedicato ai titoli PC. Il nuovo Games for Windows Marketplace sarà accessibile direttamente da browser, senza installare alcun client software, e sarà arricchito da una serie di feature pensate per ingolosire gli utenti.

Video, demo giocabili, giochi completi, patch ed estensioni rimarranno al loro posto, ma la nuova vetrina sarà allestita in maniera più strategica. Le offerte del "Deal of the Week", già visto sul marketplace Xbox 360, punteranno i riflettori su un titolo imperdibile, mentre i feed RSS permetteranno di seguire gli aggiornamenti di un particolare sviluppatore. Più avanti arriverà anche un sistema di votazione dei giochi.

Il nuovo carrello della spesa accetterà i classici MS Point dell'account Xbox Live e anche la normale carta di credito. Per accedere, in alternativa al Live, si potrà usare l'account Zune Pass o quello Hotmail. Tra i primi 100 giochi scontati inclusi nel catalogo digitale spiccano Dead Rising 2, Lost Planet 2 e Deus Ex: Game of the Year Edition.
Il colosso di Redmond specifica che publisher come 2K Games, Capcom, Rockstar, Warner Bros e Square Enix sono già saliti a bordo, insieme a Microsoft Game Studios. E che per festeggiare il reboot verrà messo un gioco speciale in pre-ordine. Probabilmente Fable 3.

Mentre Microsoft compie un passo ulteriore verso il futuro "digital delivery", il chipmaker Intel sceglie di entrare in gioco a modo suo e di investire 3 milioni di dollari su OpenFeint. Famoso servizio mobile multi-piattaforma, arrivato a 45 milioni di utenti registrati, che aggiunge la possibilità di sbloccare trofei virtuali nei giochi smartphone e di appuntare il proprio record su una classifica mondiale.

Roberto Pulito
Notizie collegate
  • TecnologiaMicrosoft: cambiare tutto, per cambiare tuttoNuovo OS per i cellulari, nuova versione di Live, nuova interfaccia di Xbox (Kinect), nuovo browser. A Redmond qualcuno sembra aver fatto tesoro degli ultimi anni: proponendo linee nuove, e Zune per tutti i mercati (Italia compresa)
  • TecnologiaGiocare con iPadUn'occhiata alle doti ludiche della piattaforma. Provati: Castlecraft, Piante contro Zombie HD, Aurora Feint 3, What's the difference?, Let's Golf HD, Asphalt 5 HD, Aircoaster XL e un paio di titoli per iPhone
30 Commenti alla Notizia Videogame, Microsoft punta sul digital delivery
Ordina
  • Un sito che vende software, accessibile direttamente dal browser!!!

    Non serve nemmeno un client dedicato!!!

    Incredibile, Microsoft è veramente avanti!!!
    ruppolo
    33147
  • Non riesco a cogliere la sottile ironia. Che vuoi dire? Che quella cagata di iTunes è "avanti"?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > Un sito che vende software, accessibile
    > direttamente dal browser!!!
    >
    >
    > Non serve nemmeno un client dedicato!!!

    Si che serve: leggi meglio, ci vuole IE.
  • eliminare i supporti ottici e contrastare la vendita dell'usato.

    mi fanno sempre piu schifo, EA in primis
    non+autenticato
  • Io non compro un file, io compro solo il CD. Che si fottano loro e il digital delivery, con cui quando vogliono loro mi tolgono la possibilità di usufruire di un prodotto debitamente pagato.
    non+autenticato
  • ti tolgono anche la possibilità di rivenderlo nel caso tu non ne abbia piu bisogno...
    non+autenticato
  • Possibilità che era comunque un bidone, perchè pretendevano che tu cancellassi il programma dall'hard disk per rivenderlo. Insensato.

    Forse ora che tale possibilità è stata tolta, la gente si veglierà e capirà che è assurdo comprare il software, perchè in cambio dei soldi non ti danno nulla.
    non+autenticato
  • Ah per me si attaccano comunque. I supporti sto smettendo di comprarli via via che trovo la nota "occorre una connessione a internet per attivare il gioco", ora che vogliono farmi comprare dell'aria, possono cancellarmi come cliente. Tanto ormai ho tanti di quei giochi che non mi basta una vita per farli tutti. E una ulteriore spinta nel fotorealismo dei giochi a venire, non desta il mio interesse.
    non+autenticato
  • Stai parlando con uno che gioca ancora a Super Mario Bros. e si diverte pure.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolo Nocco
    > Stai parlando con uno che gioca ancora a Super
    > Mario Bros. e si diverte
    > pure.

    E io posso confermare che anche le nuove generazioni apprezzano i coin-up del MAME!
  • Vabbe' vivete pure nel medioevo allora. Cos'e', non andate al cinema perche' non vi danno la bobina del film? Quando comprate il gioco pagate l'esperienza di giocarci. Secondo voi gli sviluppatori vivono di aria? Il vero punto debole del digital delivery e' il rischio di non poter rigiocare tra 10 anni a qualcosa che avete comprato adesso. Ma a parte quello, ben venga il risparmio di cd, scatole, manuali, etc. Il supporto ottico e' ormai agonizzante, e' da 4 anni che vivo con laptop e desktop senza lettore ottico. Credere ancora nei dvd e' semplicemente anacronistico.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Santa Pazienza
    > Vabbe' vivete pure nel medioevo allora. Cos'e',
    > non andate al cinema perche' non vi danno la
    > bobina del film?

    Al cinema non hanno mai dato la bobina del film: che esempio fai?

    > Quando comprate il gioco pagate
    > l'esperienza di giocarci.

    No. Io pago la scatola, il manuale, i gadgets, il disco.
    Se voglio solo l'esperienza di giocarci non ho bisogno di pagare niente.

    > Secondo voi gli sviluppatori vivono di aria?

    Secondo te gli sviluppatori vengono pagati in base alla percentuale di vendita?

    > Il vero punto debole
    > del digital delivery e' il rischio di non poter
    > rigiocare tra 10 anni a qualcosa che avete
    > comprato adesso.

    Hai detto niente.
    E c'e' pure il rischio di non poter rigiocare tra 10 mesi a qualcosa che ho comprato adesso.

    Io ho ancora giochini degli anni 80, che saranno perfettamente fruibili anche dai miei futuri nipoti.

    > Ma a parte quello, ben venga il
    > risparmio di cd, scatole, manuali, etc.

    Ma proprio no. Sono proprio le cose che danno un senso all'acquisto.
    Se tolgono quella roba perdono sicuramente un cliente: io.
    Quanti clienti guadagneranno?

    > Il
    > supporto ottico e' ormai agonizzante, e' da 4
    > anni che vivo con laptop e desktop senza lettore
    > ottico. Credere ancora nei dvd e' semplicemente
    > anacronistico.

    Infatti. E' una assurdita' dover mettere e togliere i dischi per poter giocare.
    Si fa una bella immagine ISO, la si monta quando serve, e siamo a posto.
    Pure io sul netbook non ho alcun lettore, eppure gioco a tutto.
  • > > non andate al cinema perche' non vi danno la
    > > bobina del film?
    >
    > Al cinema non hanno mai dato la bobina del film:
    > che esempio
    > fai?

    Il paragone calza perche' il biglietto del film lo paghi eppure non ti aspetti di comprare il film. Lo stesso concetto si applica quando compri il dvd di un film (o di un gioco): tu paghi la licenza di vederlo a casa tua quante volte vuoi. E poi cosa vuol dire che al cinema non hanno mai dato la bobina del film? Vuoi dirmi che se il digital delivery fosse sempre esistito (invece dei supporti ottici) allora non saresti qua a lamentarti?

    > > Quando comprate il gioco pagate
    > > l'esperienza di giocarci.
    >
    > No. Io pago la scatola, il manuale, i gadgets, il
    > disco. Se voglio solo l'esperienza di giocarci non ho
    > bisogno di pagare niente.

    Perche' non hai bisogno di pagare niente? Il gioco non lo devi comprare comunque? Guarda che cmq il costo della scatola, manuale, gadgets e' ridicolo rispetto al costo di sviluppo del gioco stesso. Il codice e' il vero valore del gioco, non uno pezzo di carta messo su in poche ore.

    > > Il vero punto debole del digital delivery e' il rischio di non poter
    > > rigiocare tra 10 anni a qualcosa che avete comprato adesso.
    >
    > Hai detto niente. E c'e' pure il rischio di non poter rigiocare tra
    > 10 mesi a qualcosa che ho comprato adesso.

    10 mesi? Fammi un esempio di un gioco comprato con il digital delivery (tipo Steam) a cui non puoi piu' giocare ora.

    > Io ho ancora giochini degli anni 80, che saranno
    > perfettamente fruibili anche dai miei futuri
    > nipoti.

    Certo, se oltre al gioco gli dai anche un bel computer 386, un lettore floppy, etc. Altrimenti se lo sognano di giocare ai giochi anni 80.

    > > Ma a parte quello, ben venga il
    > > risparmio di cd, scatole, manuali, etc.
    >
    > Ma proprio no. Sono proprio le cose che danno un
    > senso all'acquisto. Se tolgono quella roba perdono sicuramente un
    > cliente: io.

    Sono sicuro che faranno i propri conti. Se perdono abbastanza clienti allora ci ripenseranno. Altrimenti, mi spiace per te.

    > Quanti clienti guadagneranno?

    Sicuramente me. Da quando ho Steam, con tutti gli sconti che fanno (raramente pago un gioco piu' di $10), ho praticamente triplicato le mie spese ludiche.
    non+autenticato
  • > Il paragone calza perche' il biglietto del film
    > lo paghi eppure non ti aspetti di comprare il
    > film.

    Mi aspetto che mettano a mia disposizione la stanza e il proiettore.
    ╚ per questo che pago.


    > Perche' non hai bisogno di pagare niente? Il
    > gioco non lo devi comprare comunque?

    No: se lo scarico, è identico sia che l'abbia preso dal P2P o da Steam. Perchè dovrei pagare? Che valore aggiunto avrei, rispetto a quello preso dal P2P?

    > Il codice e' il vero valore del gioco,
    > non uno pezzo di carta messo su in poche
    > ore.

    E te lo danno, il codice? Ti danno forse il sorgente?




    > Certo, se oltre al gioco gli dai anche un bel
    > computer 386, un lettore floppy, etc.

    O, più semplicemente, il programma DosBox (gratuito, e esistente per ogni piattaforma)



    > Sicuramente me. Da quando ho Steam, con tutti gli
    > sconti che fanno (raramente pago un gioco piu' di
    > $10), ho praticamente triplicato le mie spese
    > ludiche.

    E te ne vanti, di buttare così i tuoi soldi per ciò che potresti avere gratis?
    non+autenticato