Mauro Vecchio

MPAA: samurai alla caccia del P2P

Quella del file sharing illecito rappresenta un'epidemia da debellare rapidamente. Almeno secondo il presidente di MPAA, che ha invitato le autorità giapponesi ad introdurre un regime di avvertimenti e disconnessioni

Roma - Un'epidemia. Così ha parlato il presidente della Motion Picture Association of America (MPAA) Bob Pisano, scegliendo l'espressione a suo dire più opportuna per descrivere il file sharing illecito. Un'epidemia che andrebbe dunque fermata al più presto grazie all'unica cura davvero efficace: la disconnessione degli scariconi.

"Rallentare la diffusione della malattia". Così ha continuato Pisano, di recente intervenuto nel corso dell'ultima edizione del festival del cinema di Tokyo. Davanti ad una platea formata da autorità, registi e rappresentanti dell'industria di settore, il presidente di MPAA ha sottolineato come il Giappone debba adeguarsi ai principi sanciti dalla ben nota dottrina Sarkozy.

Ovvero a quel regime già implementato in terra francese che prevede l'estromissione degli utenti dalla Rete dopo tre avvisi relativi all'avvenuta violazione del copyright. Pisano ha però sottolineato come al problema del P2P non possa essere giustapposto un approccio legislativo unico, evidentemente indifferente alle diverse estrazioni culturali dei vari paesi.
Quello che invece dovrebbe risultare unico - almeno secondo Pisano - è lo sforzo globale dei vari governi per debellare efficacemente la "malattia della condivisione illecita dei contenuti". Uno sforzo che il Giappone potrebbe compiere in concomitanza con l'avvenuta revisione legislativa dei principi a tutela del diritto d'autore, già scagliatisi contro attività come il caricamento e la conseguente distribuzione selvaggia di opere online.

Da questo punto di vista, c'era già stata una sorta di santa alleanza dei vari provider giapponesi con l'obiettivo di tagliar fuori dalla Rete i netizen che violassero la legge. Senz'alcun appello. Nel frattempo, c'è chi ha sottolineato come le parole di Pisano siano del tutto sfacciate, soprattutto alla luce del fatto che l'industria ha visto crescere del 30 per cento in cinque anni la vendita globale dei biglietti.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàIrlanda, provider senza forbiciL'ISP locale UPC non dovrà per forza piegarsi alle richieste delle major del disco. La stessa legge irlandese non prevede l'implementazione dei three strikes. Ma Eircom continuerà con le disconnessioni dopo il suo accordo extragiudiziale
  • AttualitàUSA, la cyberzarina contro i sudditi del P2PPubblicato un piano strategico per la lotta allo sharing. Ma si è parlato di fair use. Dubbi invece sulla possibile applicazione delle disconnessioni. Il governo potrebbe non collaborare con telco come AT&T
  • AttualitàRegno Unito, la lista di MandelsonDiramato un documento provvisorio per stabilire un codice di comportamento contro il P2P. I colpevoli verranno schedati, mentre anche caffetterie e biblioteche faranno da vigilantes. Gli ISP più grandi dovranno iniziare a monitorare
  • BusinessP2P, scarico dunque comproLo rivela uno studio britannico: i presunti pirati della Rete spendono annualmente 77 sterline in musica e collaterali. Più del doppio degli onesti cittadini di Internet
15 Commenti alla Notizia MPAA: samurai alla caccia del P2P
Ordina
  • Ottima iniziativa creare un esercito di samurai pronti ad attaccare senza pietà i criminali pirati scariconi! Arrabbiato

    Credevate di essere forti eh, pirati? Adesso avete contro un esercito di samurai addestrati! Come la mettiamo eh? Arrabbiato

    Parola di SIAE
    non+autenticato
  • dimenticavi ->Arrabbiato

    EDIT: connessione del caxxo non mi aveva caricato le immagini -.-
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 ottobre 2010 14.37
    -----------------------------------------------------------
  • > Ottima iniziativa creare un esercito di samurai
    > pronti ad attaccare senza pietà i criminali
    > pirati scariconi!
    >Arrabbiato
    >
    > Credevate di essere forti eh, pirati? Adesso
    > avete contro un esercito di samurai addestrati!
    > Come la mettiamo eh?
    >Arrabbiato
    >
    > Parola di SIAE

    L'esercito di samurai è già stato sconfitto una volta, mi pare:
    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > > Ottima iniziativa creare un esercito di samurai
    > > pronti ad attaccare senza pietà i criminali
    > > pirati scariconi!
    > >Arrabbiato

    > > Credevate di essere forti eh, pirati? Adesso
    > > avete contro un esercito di samurai addestrati!
    > > Come la mettiamo eh?
    > >Arrabbiato
    > > Parola di SIAE

    > L'esercito di samurai è già stato sconfitto una
    > volta, mi
    > pare:


    E ora ci sono armi anche piu' potenti di quelle:

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 ottobre 2010 17.20
    -----------------------------------------------------------
    krane
    22544
  • Non è un'arma così potente... ma per la caccia al cervo va bene:

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • http://it.wikipedia.org/wiki/Gnutella
    Che io sappia, GNUtella e similari sono reti COMPLETAMENTE decentralizzate, per cui nessuno sa chi e' chi, o sbaglio? come si fa a fermare una cosa del genere? Solo fermando TUTTA internet, credo....
    non+autenticato
  • I Francesi si sono spostati su altri lidi. I controlli vengono fatti su reti "p2p" anche perche è facile per un controllore mimetizzarsi tra utenti condivisori. Difficile invece e controllare traffici del tipo Oron,Hotfile, Fileserve, Megaupload,ecc. ecc. Io controllore come faccio? Non sono reti per cui posso entrare da utente normale. Sono connessioni punto punto, piuttosto potrebbe farlo il mio provvider, o potrebbe farlo all'interno della struttura del mio provvider.....

    Il proibizionismo, qualunque esso sia non ha mai funzionato. Bisogna smettere di pensare ad una societa' dove tutti sono bravi, nessuno che ruba, le major che pagano le tasse,ecc. ecc. Utopia. Si chiudono siti, reti, idee e se ne realizzano altre, di nuove. E' anche molto bello vedere la reattivita' della rete. Ancora prima della rete si proibiva, non è cambiato molto da allora, soltanto il mezzo con cui veicolano le informazioni.

    Ora siamo controllabili; possono sapere cosa faccio, cosa scarico, cosa guardo, ecc. Ma in futuro sara' ancora possibile? Si affacciano gia da un po' di tempo protocolli Criptati, alcuni software di condivisione tipo ant,mute, ecc. e' perdere la possibilita' di essere contrallati è una perdita' per tutti. Allora si che la rete sara' una zona franca, dove tutti possono farsi i cazzi loro. E' qui che vogliamo arrivare???

    ci siamo gia arrivati..
    non+autenticato
  • Sono anni che ne parlano, ne parlano e ne parlano ancora....

    ma al pratico non è cambiato nulla....
  • - Scritto da: Findi
    > Sono anni che ne parlano, ne parlano e ne parlano
    > ancora....

    > ma al pratico non è cambiato nulla....

    Dillo ai francesi...
    krane
    22544
  • In giappone si lagnano degli Scan e di chi mette on line le puntate degli anime per permettere ad altro di fare i fansub.

    La cosa è al quanto comica, ci sono alcuni mangaka che hanno augurato la morte di chi condivideva le loro opera, magari ignorando che all'estero non sono mai arrivate....
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > In giappone si lagnano degli Scan e di chi mette
    > on line le puntate degli anime per permettere ad
    > altro di fare i
    > fansub.
    >
    > La cosa è al quanto comica, ci sono alcuni
    > mangaka che hanno augurato la morte di chi
    > condivideva le loro opera, magari ignorando che
    > all'estero non sono mai
    > arrivate....

    Meglio tanto gli anime hanno fatto solo del male all'Europa. Un tempo i bambini giocavano a calcio e poi nascevano campioni come Totti e Del Piero.

    Ora invece vogliono colpire la palla con triplo salto mortale e con un calcio a effetto rotante tenere la palla 5 minuti sulla testa del portiere. L'hanno visto nell'anime scaricato da internet e fansubbato da volontari...poi usciamo tra i fischi del pubblico nei Mondiali in Sud Africa In lacrime
    Per non parlare del futuro A bocca storta
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonimo
    > - Scritto da: Sgabbio
    > > In giappone si lagnano degli Scan e di chi mette
    > > on line le puntate degli anime per permettere ad
    > > altro di fare i
    > > fansub.
    > >
    > > La cosa è al quanto comica, ci sono alcuni
    > > mangaka che hanno augurato la morte di chi
    > > condivideva le loro opera, magari ignorando che
    > > all'estero non sono mai
    > > arrivate....
    >
    > Meglio tanto gli anime hanno fatto solo del male
    > all'Europa. Un tempo i bambini giocavano a calcio
    > e poi nascevano campioni come Totti e Del
    > Piero.
    >
    > Ora invece vogliono colpire la palla con triplo
    > salto mortale e con un calcio a effetto rotante
    > tenere la palla 5 minuti sulla testa del
    > portiere

    No io dico, di messaggi folli ne avevo letti molti ma questo li batte tutti... Rotola dal ridere

    Ma come si fa a credere che gli italiani non abbiano più una nazionale di calcio forte per colpa degli anime? Rotola dal ridere Altro che salti mortali negli anime! Non sono niente in confronto ai salti mortali che stai facendo tu nella logica! Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • E che lui e quelli come lui a causa di questa epidemia ci moriranno.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)