Micron prepara le DRAM da 0.15

L'azienda ha intenzione di produrre metà delle sue memorie con tecnologie di scrittura a 0.15 micron entro la fine dell'anno. Il settore si scalda mentre Hyundai risponde

San Francisco (USA) - Entro la fine dell'anno la californiana Micron Technologies conta di realizzare metà della propria produzione di DRAM con tecnologie di scrittura da 0.15 micron. Si tratta di una evoluzione rispetto allo standard 0.18 che l'azienda attribuisce alle dinamiche di mercato.

Stando a Micron Technologies, oggi il 5 per cento della propria produzione è basata su tecnologie da 0.15 mentre la maggioranza delle DRAM oggi in circolazione sono realizzate con sistemi da 0.20 e 0.22 micron.

Su questo fronte si sta sviluppando una vera e propria sfida, messa in luce dalla reazione di Hyundai alle dichiarazioni di Micron. La società nipponica ha ammesso che il proprio standard attuale è di 0.22 micron ma ha posto l'accento sul fatto di avere una capacità produttiva doppia rispetto a quella di Micron e di una volta e mezzo rispetto a quella di Samsung, il produttore coreano. Vale a dire 300mila unità al mese contro le 150mila di Micron e le 200mila di Samsung.
Va detto che lo scontro è alimentato da una domanda che in tutto il mondo non fa che aumentare, viste anche le difficoltà dei produttori taiwanesi e una generale sottoproduzione rispetto alle richieste.
TAG: mercato