Alfonso Maruccia

VLC e App Store, problemi di licenza

Uno degli sviluppatori del player denuncia un'infrazione di copyright per la versione iOS. Le condizioni di vendita impediscono la libera circolazione del software. I marketplace violano la GPL?

Roma - Tempi cupi in arrivo per la versione iOS di VLC media player, la cui distribuzione è stata da più parti salutata come un vero e proprio "miracolo" in grado di regalare notevoli capacità multimediali ai gadget della Mela - sin qui limitati al player multimediale integrato. Uno degli sviluppatori del codice open source del software ha inviato a Apple una "notifica di infrazione di copyright", di conseguenza tutti si aspettano che Cupertino rimuova quanto prima l'applicazione dal suo store.

A provocare il nuovo "incidente" sull'App Store della Mela è Rémi Denis-Courmont, uno dei principali sviluppatori del progetto VideoLAN (da cui VLC media player deriva) che chiama in causa la licenza GPL del codice di VLC e la presunta incompatibilità delle DRM di Apple con la suddetta licenza. Non permettendo la libera condivisione e redistribuzione del software scaricato gratuitamente, questa la tesi dello sviluppatore, l'EULA dell'App Store è incompatibile con la GPL e VLC va dunque "ritirato" dal mercato del digital delivery di Cupertino.

Ma allora perché mai autorizzare la distribuzione di VLC su App Store? "Prendetevela con quelli che hanno distribuito o pubblicizzato VLC per iPad" dice Denis-Courmont, colpevoli di essersi presi "comunque il rischio" e di avere dunque "la piena responsabilità per tutte le eventuali conseguenze". VLC media player per iPad è stato rilasciato dalla mobile company Applidium, che ha comunque ottenuto il permesso di continuare a usare il nome ufficiale del software da parte del team di VideoLAN.
In effetti la stessa VideoLAN non ha al momento preso una posizione ufficiale sulla faccenda e quella di Denis-Courmont è una posizione "personale" che non rispecchia le intenzioni del team al completo. Nel frattempo Applidium parla di una tempesta in un bicchier d'acqua e accusa Denis-Courmont di voler "rovinare l'esperienza del player video open source sull'AppStore in nome della libertà".

Da che parte sta la ragione? La questione appare complessa nella misura in cui la licenza GPLv2 del software FOSS sia da estendere come "EULA valida" per l'utente finale (VEULA) o meno: nel primo caso la licenza sarebbe compatibile con l'App Store, nel secondo no. E lo stesso problema riguarda anche gli altri "app store" spuntati come funghi in ambiente mobile e desktop, ragion per cui è facile prevedere la proliferazione di casi simili senza i dovuti chiarimenti sulla posizione della licenza GPLv2.

Per quanto riguarda VLC media player su iOS, infine, l'unico, prevedibile risultato della notifica di Denis-Courmont dovrebbe essere la rimozione dell'applicazione dallo store di Cupertino: al momento il player multimediale è ancora disponibile per il download ma ci sono pochi dubbi sulla sua "scomparsa" in tempi molto rapidi.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaVLC media player. Su iPadNovitÓ senza precedenti per gli aficionado della mela: sullo store di app per il tablet di Cupertino fa la sua comparsa il celebre lettore multimediale open source. Prossimamente anche su iPhone
170 Commenti alla Notizia VLC e App Store, problemi di licenza
Ordina
  • Si, gli mkv e, e, e, ma che stai a dire!! Solo un genio assoluto potrebbe avere la pretesa di guardare un mkv su uno schermo da 4 pollici, a parte che se usi il container mp4 il codec h.264 ce l'hai già nativamente e accelerato in hardware col player integrato in iOS... circa lingue aggiuntive, sottotitoli, cabac e menate varie ti hanno già risposto altri parlando di handbrake. Supporta tutto ciò ed è ottimizzato per il multicore e per le architetture a 64 bit. Il mio macbook pro i7 codifica un h.264 in 20 minuti e un film di media durata con una qualità ineccepibile non viene più grande di mezzo giga... altro che mkv...
  • - Scritto da: clsbn
    > Si, gli mkv e, e, e, ma che stai a dire!! Solo un
    > genio assoluto potrebbe avere la pretesa di
    > guardare un mkv su uno schermo da 4 pollici, a
    > parte che se usi il container mp4 il codec h.264
    > ce l'hai già nativamente e accelerato in hardware
    > col player integrato in iOS... circa lingue
    > aggiuntive, sottotitoli, cabac e menate varie ti
    > hanno già risposto altri parlando di handbrake.
    > Supporta tutto ciò ed è ottimizzato per il
    > multicore e per le architetture a 64 bit. Il mio
    > macbook pro i7 codifica un h.264 in 20 minuti e
    > un film di media durata con una qualità
    > ineccepibile non viene più grande di mezzo
    > giga... altro che
    > mkv...

    Ti sfugge che mkv e h.264 non vogliono necessariamente dire film in 1920x1080p
    Funz
    12988
  • Quindi non ha veramente senso il supporto mkv su un terminale mobile.
  • - Scritto da: clsbn
    > Quindi non ha veramente senso il supporto mkv su
    > un terminale
    > mobile.

    Su un tablet da 10" si...
    Funz
    12988
  • 75 frame al secondo uraca! strepitoso! Che sistema strafico! Mamma Mamma me lo compri!

    Io pensa che cretino, non ho bisogno di convertire una beneamata cippa usando direttamente vlc.
    non+autenticato
  • Non sono molto esperto in materia licenze software.
    VLC è distribuito sotto GPLv2. Uno dei motivi che hanno portato alla stesura della versione 3 della GPL era che la versione 2 "permetteva" delle limitazioni hardware sull'esecuzione del ricompilato (leggi firme digitali o affini). Per farla breve, se io vendo hardware e distribuisco software sotto GPLv2 per quel hardware, devo distribuire anche i sorgenti, ma non è obbligatorio che la ricompilazione dei sorgenti giri sull'hardware. Se non ricordo male è uno dei motivi per cui Linux è rimasto sotto la versione 2. A me sembra che il caso VLC rispetti la v2 ma non la v3, ma siccome VLC è distribuito sotto la v2, non vedo dove sta il problema.
  • Guarda era quello che pensavo pure io poi mi sono andato a leggere sul sito alla pagina delle FAQ salta fuori che laddove trovi scritto in testa alla pagina The text of the license can be found on the GNU website. trovi un link a questa:

    http://www.gnu.org/copyleft/gpl.html

    fonte:
    http://www.videolan.org/support/faq.html


    EDIT:
    leggendo meglio però il testo è un pochino equivoco perchè dicono:

    Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU General Public License as published by the Free Software Foundation; either version 2 of the License, or (at your option) any later version.

    Messo così sembra che a mia discrezione è pubblicato con la GPL V2 o qualunque altra versione successiva ?
    Se così fosse, secondo la V2, non ci dovrebbero essere le violazioni fin qui paventate o sbaglio ?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 03 novembre 2010 15.52
    -----------------------------------------------------------
    mura
    1717
  • Per curiosità e per completezza, ho scaricato i sorgenti di VLC e effettivamente la licenza allegata è la GPLv2. Ho provato a cercare spiegazioni sulla parte da te citata della GPL e secondo wikipedia:
    "Questo testo non significa che i programmi passeranno automaticamente alla versione successiva della licenza, ma solo che questi programmi ottengono automaticamente i permessi aggiuntivi della licenza successiva e non le eventuali clausole restrittive.".
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > http://mailman.videolan.org/pipermail/vlc-devel/20

    Veramente affermano che, dopo aver analizzato le licenze, non sembrano esservi impedimenti all'uso di software GPL2 in AppStore.
    ruppolo
    33147
  • pare che servano maggiori chiarimenti

    The AppStore terms may or may not be
    compatible with the GPLv2 and VLC license, depending on the
    interpretation.
    See Conclusion of II and Conclusion of III.

    Conclusion of part II seems to be work-aroundable, whatever the
    interpretation.

    Conclusion of part III probably needs Apple to detail more what they
    mean with part (iii) and (iv) of USAGE RULES of APPSTORE PRODUCTS
    non+autenticato
  • - Scritto da: bertuccia
    > pare che servano maggiori chiarimenti
    >
    > The AppStore terms may or may not be
    > compatible with the GPLv2 and VLC license,
    > depending on
    > the
    > interpretation.
    > See Conclusion of II and Conclusion of III.
    >
    > Conclusion of part II seems to be
    > work-aroundable, whatever
    > the
    > interpretation.
    >
    > Conclusion of part III probably needs Apple to
    > detail more what
    > they
    > mean with part (iii) and (iv) of USAGE RULES of
    > APPSTORE
    > PRODUCTS


    Se hai letto tutto, i dubbi sono pochi. Ad esempio il tizio ha dubbi sul significato del limite di 5 account per dispositivo iOS. In sostanza si fa più dubbi di quelli che dovrebbe o potrebbe farsi.

    Comunque se la diatriba è incentrata sulla distribuzione dei binari, mi sembra pretestuosa. L'open source riguarda i SORGENTI, SORGENTI APERTI, ed i sorgenti SONO APERTI:
    http://www.videolan.org/vlc/download-ios.html

    E i binari sono gratuiti, quindi non c'è speculazione.
    ruppolo
    33147
  • fail....
    Sgabbio
    26178
  • Infatti, dicono che FSF sta utilizzando VLC per portare avanti le proprie politiche, e non lo trovano corretto!

    Loro non sono d'accordo con la rimozione del software dall'App Store!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Infatti, dicono che FSF sta utilizzando VLC per
    > portare avanti le proprie politiche, e non lo
    > trovano
    > corretto!
    >
    > Loro non sono d'accordo con la rimozione del
    > software dall'App
    > Store!

    Quelli di VLC possono anche essere d'accordo con Apple, ma se c'è una violazione della GPL quelli della FSF hanno tutto il diritto di protestare, perché è un vulnus che riguarda il SW libero in generale.
    Funz
    12988
  • > Quelli di VLC possono anche essere d'accordo con
    > Apple, ma se c'è una violazione della GPL quelli
    > della FSF hanno tutto il diritto di protestare,
    > perché è un vulnus che riguarda il SW libero in
    > generale.

    ma nulla vieta al gruppo di sviluppo di VLC di rilasciare una ulteriore versione del loro prodotto anche sotto un'altra licenza. E nel caso migrare ad un altra licenza i nuovi rilasci.
  • ma che se credevano de anda' a para' sti coders GPL quanno vanno a regala' er coddice sorgente ai quattro venti ?

    mo' je brucia er c... ma er cervello javevano parcheggiato sua tazza del cesso.
    non+autenticato
  • Visto che la violazione della GPL è compiuta dal distributore e non da Apple, che rende ben note le regole di ammissione allo store, mi dite perché tutti i commenti parlano della faccenda come se fosse responsabilità di Apple?
    Per me vi siete fissati.

    Riguardo a Vlc, se verrà fatto fuori pazienza, ci sono almeno altre tre applicazioni che fanno più o meno le stesse cose
  • - Scritto da: LaNberto

    > Riguardo a Vlc, se verrà fatto fuori pazienza, ci
    > sono almeno altre tre applicazioni che fanno più
    > o meno le stesse
    > cose

    Fanno anche di più.
    VLC per iPhone è ancora ad uno stato embrionale. Non permette nemmeno lo zoom.
    L'ho scaricato e disinstallato immediatamente.

    Personalmente uso AirVideo e non devo nemmeno occupare spazio sull'iPhone, vedo tutto in streaming dal mio Mac.
    Posso vedere video di qualsiasi formato mentre il Mac fa una conversione in tempo reale, oppure far fare la conversione al Mac direttamente dall'iPhone e poi vedere il video già convertito.
    Per me è una App fondamentale.
  • Vero. ╚ veramente fenomenale
  • Vero. ╚ veramente fenomenale
  • - Scritto da: LaNberto
    > Visto che la violazione della GPL è compiuta dal
    > distributore

    Forse volevi dire "dallo sviluppatore".

    > e non da Apple, che rende ben note
    > le regole di ammissione allo store, mi dite
    > perché tutti i commenti parlano della faccenda
    > come se fosse responsabilità di
    > Apple?

    Per fortuna non tutti i commenti, solo quelli degli Apple haters.

    > Per me vi siete fissati.
    >
    > Riguardo a Vlc, se verrà fatto fuori pazienza, ci
    > sono almeno altre tre applicazioni che fanno più
    > o meno le stesse
    > cose

    VLC per iOS non serve ad un fico secco. iTunes è in grado di convertire i filmati in versioni riproducibili dai diversi dispositivi.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo

    > VLC per iOS non serve ad un fico secco. iTunes è
    > in grado di convertire i filmati in versioni
    > riproducibili dai diversi
    > dispositivi.

    non è esatto. iTunes converte quello che legge quicktime. In più applicazioni come handbrake o il mai troppo rimpianto visualhub sono molto più efficienti, oltre ad essere capaci di codificare interi batch di roba.
  • - Scritto da: LaNberto
    > - Scritto da: ruppolo
    >
    > > VLC per iOS non serve ad un fico secco. iTunes è
    > > in grado di convertire i filmati in versioni
    > > riproducibili dai diversi
    > > dispositivi.
    >
    > non è esatto. iTunes converte quello che legge
    > quicktime.

    ╚ esatto per chi non vuole/deve/può conoscere come funziona un sistema dietro le quinte.

    > In più applicazioni come handbrake o
    > il mai troppo rimpianto visualhub sono molto più
    > efficienti, oltre ad essere capaci di codificare
    > interi batch di
    > roba.

    Visual hub non era efficiente, come non lo è handbrake. Converti un migliaio di filmati, come ho dovuto fare io, e poi ti rendi conto di quanto sia più efficiente il banale QuickTime (ovviamente là dove può).
    ruppolo
    33147
  • veramente nella mia esperienza quicktime batte handbrake solo se usi compressor distribuendo il calcolo tra varie macchine
  • - Scritto da: ruppolo
    > > e non da Apple, che rende ben note
    > > le regole di ammissione allo store, mi dite
    > > perché tutti i commenti parlano della faccenda
    > > come se fosse responsabilità di
    > > Apple?
    >
    > Per fortuna non tutti i commenti, solo quelli
    > degli Apple
    > haters.

    Non proprio.
    Io non sono un apple haters (che brutto categorizzare le persone). ma apple ha il dovere di rimuovere quell'app, tutto qui.
  • - Scritto da: HappyCactus
    > - Scritto da: ruppolo
    > > > e non da Apple, che rende ben note
    > > > le regole di ammissione allo store, mi dite
    > > > perché tutti i commenti parlano della faccenda
    > > > come se fosse responsabilità di
    > > > Apple?
    > >
    > > Per fortuna non tutti i commenti, solo quelli
    > > degli Apple
    > > haters.
    >
    > Non proprio.
    > Io non sono un apple haters (che brutto
    > categorizzare le persone).

    Anche a me non piace, ma visto che sono stato categorizzato come macaco (e anche peggio) allora d'ora in avanti rispondo pan per focaccia.

    > ma apple ha il dovere
    > di rimuovere quell'app, tutto
    > qui.

    Non credo:
    http://mailman.videolan.org/pipermail/vlc-devel/20...
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > > Non proprio.
    > > Io non sono un apple haters (che brutto
    > > categorizzare le persone).
    >
    > Anche a me non piace, ma visto che sono stato
    > categorizzato come macaco (e anche peggio) allora
    > d'ora in avanti rispondo pan per
    > focaccia.

    Contento te. Anche a me categorizzano, ma io evito, il mio stile è un altro, per esempio, argomentare le risposte. In questo modo è più difficile controbattere.

    > > ma apple ha il dovere
    > > di rimuovere quell'app, tutto
    > > qui.
    >
    > Non credo:
    > http://mailman.videolan.org/pipermail/vlc-devel/20

    Staremo a vedere, nel momento in cui vi sarà una richiesta esplicita della FSF. Per ora si sta soltanto discutendo.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)