Alfonso Maruccia

Toshiba, SSD mignon non solo su Mac

Imminente la disponibilitÓ di dischi a stato solido dello stesso formato di quelli integrati nei nuovi MacBook Air. Al momento non si parla di vendita al dettaglio, ma il cambio di form factor Ŕ un fatto

Roma - Il merito per l'invidiabile silhouette dei nuovi MacBook Air, recentemente presentati da Apple assieme al nuovo OS X "Lion", va in misura non trascurabile alle unità SSD super-sottili integrate nella rinnovata linea dei subnotebook di Cupertino. Ora si apprende che presto quelle unità potranno fare la loro comparsa anche su portatili e notebook di fascia alta lontani dal culto della mela morsicata.

Lo annuncia Toshiba, già fornitrice dei peculiari SSD formato "mSATA" presenti nei novi MacBook Air: la multinazionale nipponica è pronta a rendere disponibili ai produttori OEM il formato custom degli SSD con il nome commerciale di Blade X-gale.

Le caratteristiche tecniche delle nuove unità-disco parlano di tre diverse versioni da 64, 128 e 256 Gigabyte, mentre le prestazioni in lettura e scrittura sequenziale dei dati arrivano rispettivamente a 220 Megabyte per secondo e 180 MBps. Davvero minuscole le dimensioni: gli SSD mSATA di Toshiba misurano appena 2,2 millimetri in altezza (almeno nelle versioni da 64 e 128 Gigabyte) e pesano meno di 10 grammi ciascuno.
"Fino a questo momento" annuncia trionfante il vicepresidente di Toshiba America Scott Nelson, "I design degli SSD hanno seguito le regole base per i form factor degli HDD di ridotte dimensioni - la qual cosa non permette di mettere pienamente a frutto le capacità della tecnologia NAND ad alta densità". "Gli SSD basati su modulo di Toshiba - continua Nelson - abbandonano un simile approccio, fornendo ai designer hardware una maggiore libertà e flessibilità nella concretizzazione dei propri progetti di prodotto".

L'offerta di Toshiba sarà rivolta ai produttori OEM di sistemi notebook, mentre non si hanno notizie per una eventuale distribuzione degli SSD super-slim anche nel mercato al dettaglio. La concorrenza, che già si profila all'orizzonte con i dischi GM2 SFV1 Air di PhotoFast, dovrebbe augurabilmente servire da pungolo per avviare anche la commercializzazione agli utenti finale.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaBack to Mac, inizia l'era del LeoneAggiornamenti live dal keynote di Apple. MacBook Air da 11,6 e 13,3 pollici. Nuovo iLife '11. Anteprima del prossimo OS desktop, che integra un nuovo App Store. FaceTime approda anche sui Mac
55 Commenti alla Notizia Toshiba, SSD mignon non solo su Mac
Ordina
  • Dove sono quei due rimbambiti "voglio proprio vedere" come si può cambiare/aumentare la flash dei MacBook Air"?
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Dove sono quei due rimbambiti "voglio proprio
    > vedere" come si può cambiare/aumentare la flash
    > dei MacBook
    > Air"?

    lol una novita eh?
  • Rispondiamo al troll.

    Me li sono persi. Hai mica visto quello che il 22 ottobre scorso scriveva: "Togli il modulo vecchio e metti un modulo più capiente. Questo è quello che è oggi MacBook Air"
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3015557&m=301...

    Oggi (oggi 9 novembre, non il 22 ottobre) finalmente Toshiba li ha annunciati. Ancora non si possono mettere moduli più capienti ma in futuro, quando saranno disponibili... li avranno anche altri produttori! Finalmente ci sarà spazio a sufficienza per installare tutte le ISO di XP che vorremo, sempre se non saranno state zippate a tradimento.
  • 22 Ottobre - 9 Novembre, è stata una lunga attesa, per gli utenti MacBook Air: Ormai non sapevano più dove mettere la roba...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 novembre 2010 00.18
    -----------------------------------------------------------
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > 22 Ottobre - 9 Novembre, è stata una lunga
    > attesa, per gli utenti MacBook Air: Ormai non
    > sapevano più dove mettere la
    > roba...

    ...poco importa, ciò che conta è che allora (il tuo "oggi") avevi fatto la tua solita affermazione gratuita - ovviamente falsa - e, giusto per mettere i puntini sulle "i", a oggi 10 novembre c'è ancora solo l'annuncio. Ancora non si possono espandere a meno che non mettano "la roba" sull'annuncio invece che sull'SSD.

    Ti riassumo la notizia che poi è un'altra:
    1) "Al momento non si parla di vendita al dettaglio" quindi non puoi comprarli ed espandere nulla. Sull'Apple store non ci sono.
    2) "L'offerta di Toshiba sarà rivolta ai produttori OEM di sistemi notebook" questi nuovi SSD non sono fatti per Mac ma (anche o solo) per gli altri produttori. Spero che IN FUTURO si possano trovare sul mercato e montare anche sugli Air.


    zip/unzip...
  • Microsoft ha inventato un computer che si programma parlando.
    non+autenticato
  • Questa è un post per Ruppolo.
    Comunque stando alla SUA logica io fra 300 anni ho ragione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: zuzzurro
    > Microsoft ha inventato un computer che si
    > programma
    > parlando.

    Ovvio che facessero un computer a loro misura. Ora gli annunci potranno concretizzarsi subito, non dopo anni.
    ruppolo
    33147
  • Mica ti ho detto adesso!!!!
    Seguendo il tuo ragionamento fra 300 anni quando capiterà io avrò ragione e scendero nel girone dei Fanboy a ricordarteloOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: logicaMente
    > Rispondiamo al troll.
    >
    > Me li sono persi. Hai mica visto quello che il 22
    > ottobre scorso scriveva: "Togli il modulo
    > vecchio e metti un modulo più capiente. Questo è
    > quello che è oggi MacBook
    > Air
    "
    > http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3015557&m=301
    >
    > Oggi (oggi 9 novembre, non il 22 ottobre)
    > finalmente Toshiba li ha annunciati. Ancora non
    > si possono mettere moduli più capienti ma in
    > futuro, quando saranno disponibili... li avranno
    > anche altri produttori! Finalmente ci sarà spazio
    > a sufficienza per installare tutte le ISO di XP
    > che vorremo, sempre se non saranno state zippate
    > a
    > tradimento.

    Io non detto niente di più e niente di meno. Il discorso è così iniziato:
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3015557&m=301...
    Oggi con MacBook Air abbiamo visto un altro passo avanti: niente più hard disk e nemmeno hard drive, la memoria flash sta su moduli come la RAM, dove è giusto che stia.


    A quel punto segue l'intervento dell'immancabile troll, tal ullala:
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3015557&m=301...
    Il quale dice "anche il mio", linkando un sito dove un tizio esegue la sostituzione del HD con un modulo, distruggendo la mother board.
    Il troll afferma che lui già da un anno ha tale memoria, mentre abbiamo testé la conferma che si tratta di un nuovo sistema creato da Toshiba e presentato al mondo ieri.
    Ma lui deve trollare, naturalmente, come te.

    A quel punto io replico con:
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3015557&m=301...
    Appunto, io non parlo di lavori fatti in casa, io parlo di moduli: vuoi più memoria? Togli il modulo vecchio e metti un modulo più capiente. Questo è quello che è oggi MacBook Air.

    Naturalmente il troll che è in te non legge "oggi esiste un computer con moduli flash intercambiabili, DI SERIE", ma legge "oggi nei negozi ci sono i moduli da cambiare".

    Ma se leggi bene, caro il mio troll, io ho scritto che oggi MacBook Air ╚ COS╠. ╚ LUI, il soggetto della frase. LUI è un computer con moduli flash sostituibili dall'utente, questo perché sono SU SLOT. E sono moduli, non sono hard drive, non sono PCMCI, sono moduli fatti come i moduli RAM. Sottili.

    Ora, che arrivino sugli scaffali dei negozi tra 1 mese o 6 mesi, non ce ne può fregare di meno. Per quando l'utente odierno avrà riempito il suo "hard disk", per quella volta ci saranno quelli più grandi. O forse tu compri un computer con un hard disk da 500GB per cambiarlo dopo una settimana con uno da 1TB?

    Torna a cuccia, trollone. Apple ha dimostrato di essere più avanti: l'annuncio arriva DOPO che Apple li ha già impiegati in prodotti che sono già sugli scaffali e gli utenti ne stanno già usufruendo. Gli altri, dopo, te compreso.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 novembre 2010 10.24
    -----------------------------------------------------------
    ruppolo
    33147
  • Finalmente... non c'è ragione di continuare a fare SSD grandi come gli HD tradizionali, finalmente ora gli SSD avranno anche l'ulteriore vantaggio delle dimensioni minuscole. Col crescere delle dimensioni, finalmente entro pochi anni ci libereremo dell'obsoleta tecnologia degli hard disk, forse rimarranno come dispositivi di storage esterno per grandi quantità di dati, ma prima o poi il costo dei chip diminuirà talmente tanto che si potranno usare più chip per raggiungere le capacità degli attuali HD in minor spazio e ugual costo.
    E se non siete d'accordo vi consiglio di provare l'effetto della sostituzione dell'HD del vostro pc con un ssd anche di classe consumer e vedere come cambia la velocità del tutto... vi garantisco che non vorrete più tornare a quel ferrovecchio dell'hd magnetico.
    non+autenticato
  • hmmm quando costa ? Di più di un HD magnetico, Quanto spazio ha rapportato al prezzo ? Troppo altro rispetto ad un HD magnetico, Quanto dura nel tempo ? Mooolto meno di un HD magnetico.
    Sgabbio
    26177