P2P, partita retata di utenti italiani

Poche le informazioni disponibili. Non sono chiari i dettagli ma a quanto pare migliaia di utenti sono in queste ore identificati e denunciati dalle Fiamme Gialle per violazione del diritto d'autore. Interviene il senatore Cortiana

Roma - Da un articolo apparso su Repubblica.it si è appreso che in queste ore la Guardia di Finanza sta procedendo ad identificare e denunciare circa 3mila utenti italiani che scaricano dalla rete e scambiano file protetti dal diritto d'autore.

Un'azione che sarebbe giustificata dalle nuove leggi sul diritto d'autore, che rendono illegale lo scambio anche se dietro il passaggio dei file non vi è scopo di lucro.

Al momento le informazioni fornite sono sul piano tecnico del tutto vaghe e non è chiaro se ad essere colpiti sono solo utenti del P2P o anche webmaster di siti che spacciavano materiale illegale o addirittura lo rivendevano. O, ancora, se l'inchiesta in corso riguarda diverse fattispecie di "pirateria" tutte insieme.
L'indagine sarebbe partita dalle richieste e offerte di supporti musicali pubblicate su Usenet, una origine che farebbe pensare più alle indagini su illeciti mercati di CD che al file-sharing vero e proprio. Nell'indagine sarebbero peraltro state intercettate numerose email protette da cifratura. Sebbene i sistemi di protezione siano molto diffusi, questa particolarità induce a ritenere ancora di più che oggetto dell'indagine siano anche, e forse soprattutto, organizzazioni di pirati e non semplici utenti.

Chiarificatrice almeno in parte, però, la dichiarazione di Mario Leone Piccinni, comandante della Squadra pronto impiego della Guardia di Finanza, riportata da Repubblica.it, secondo cui "questi soggetti non sono hacker né pirati. Sono gente comune. Professionisti, studenti, impiegati. I casalinghi, li chiamiamo noi".

Una dichiarazione che sembra chiaramente indicare utenti qualsiasi, dediti allo scambio di file e non alla produzione di CD contraffatti o altro. A far pensare che oggetto dell'indagine siano effettivamente semplici utenti del peer-to-peer sono anche i numeri in campo. Circa tremila, infatti, sarebbero gli utenti che verranno via via identificati e denunciati nelle prossime ore.

L'articolo di Repubblica è disponibile qui
TAG: cybercops
1552 Commenti alla Notizia P2P, partita retata di utenti italiani
Ordina
  • L'altro giorno intorno alle nove di sera
    erano collegati solo alla rete di Kazaa più tre milioni di utenti": un
    oceano di contatti in cui la caccia ai pirati si annuncia un'impresa
    titanica.
    non+autenticato
  • ora a parte le considerazioni su una legge giusta o ingiusta,,, però di solito quando ci si muove verso una direzione c'è una ragione di fondo...

    la mia impressione è che tutto questa lotta per il p2p viene dal fatto che la siae non ci guadagna nulla.

    mi sbaglierò ma il nocciolo della situazione è che come la siae ha voluto una tassa sui cd cosi vorrà fare anche sui programmi scambiati.. mettendo magari una tassa ai provider sugli abbonamenti legalizzando di fatto il p2p.

    io non credo che il p2p si possa fermare anche perchè si bloccherebbe il sistema informatico, chi comprerebbe un abbonamento adsl per fare chat... o vedere pagine per cui una comune connessione analogica sarebbe sufficiente?.

    il problema è che non è regolamentato... per ora ci guadagnano solo i provider che vendono abbonamenti e questo ad altri che fanno contenuti credo non vada bene,,,

    ma nella lotta forse chi ci va di mezzo è chi viene usato per farci guadagni...perchè se internet esiste ( per come la vedo) è perchè muove un mercato e porta soldi alle casse di qualcuno e non per il bene della scienza e della ricerca come a volte sembra apparire.






    non+autenticato
  • No problem io mi ero già messo al riparo.

    Non ditemi che prima di questa storia non sapevate che eravamo controllati.
    Io mi sono in parte tutelato, ovviamente non è sicuro al 100%, ma almeno dovranno sbattersi molto per trovarmi.

    Ecco cosa ho fatto per navigare anonimo e quindi scaricare in libertà:

    - ho mascherato del mio indirizzo IP
    - ho tirato su un firewall per proteggermi dagli ingressi indesiderati
    - ho dei simpatici programmini che girano sulla mia macchina e mi dicono tutti i tentativi di accesso che ho ricevuto
    - una e-mail importante che deve arrivare a 10 km da dove sono la faccio girare per tutto il globo prima di farla arrivare a destinazione

    So che questo non è bello, ma è l'unico modo per avere un minimo di privacy nella navigazione in rete.
    Se partiamo dall'ipotesi che io non commetto nulla di illegale perchè allora devo essere controllato ???
    E' come quando ai posti di blocco ti ribaltano la macchina e poi non trovano niente, intanto ti hanno sgamato tutto quello che hai e loro chi sono per potere fare tutto questo senza delle prove concrete ??

    Ciao
    non+autenticato
  • In pratica, per: ingiuria, diffamazione, corruzione di minore, violazione di domicilio, violazione di corrispondenza, violazione del segreto professionale, furto (eccetto aggravanti), invasione di terreni o edifici, danneggiamento, ingresso abusivo, duturpamento di cose altrui (monumenti e opere d'arte comprese), truffa, frode informatica, insolvenza fraudolenta, appropriazione indebita, adunata sediziosa, disturbo pubblico o privato, molestie, getto pericoloso di cose, rovina di edifici, fabbricazione e commercio abusivo di materie esplodenti, fabbricazione o commercio abusivo di armi, vendita abusiva di armi, gioco d'azzardo, maltrattamento di animali, violazione degli obblighi di assistenza familiare, lesioni (eccetto aggravanti), omicidio colposo (in proporzione), lesioni personali colpose (es: arrotamento), omissione di soccorso, et cetera....... con codice penale alla mano assai probabilmente rischiate lo stesso o forse anche di meno rispetto alla scaricare MP3 o programmi coperti dal diritto d'autore.


    E Brusca è FUORI !!!!!!!
    non+autenticato

  • ...a meno che ti beccano con migliaia di cd pronti alla vendita ti becchi una multa proporzionale a quanto ti beccano fra le mani.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | ... | Successiva
(pagina 1/49 - 242 discussioni)